Tutte le Fiat Panda del mondo sono invitate sabato 18 e domenica 19 giugno a Pandino, una cittadina di 10mila abitanti in provincia di Cremona (a poco più di 30 km da Milano). E' qui che, visto il nome del Comune (molto simile a quello del modello torinese), si tiene il raduno di Panda più grande al mondo.

L'ultima volta c'è stato nel 2019, quando ben 695 Panda sono arrivate anche dall'estero per registrare un record mondiale. Poi è arrivato il Covid, che fino a quest'anno ha impedito il ripetersi dell'iniziativa “Panda a Pandino”, che, appunto, torna questo fine settimana con l'obiettivo di radunare ancora più Panda che in passato.

Sabato non serve iscrizione

La data di sabato 18 giugno non è stata scelta a caso. E' il compleanno di uno dei pandisti più attivi d'Italia: il car-influencer William Jonathan che, assieme al toscano Jack, è anche il gestore della pagina social “Panda a Pandino”.

Sabato mattina è prevista l'accoglienza a Pandino e nel pomeriggio il programma prevede diverse attività a cui tutti possono partecipare liberamente: dal giro in carovana di circa 20 km attraverso il territorio cremasco, con sosta a Palazzo Pignano, al concerto serale, passando per le attività di ristorazione dei commercianti locali.

“Panda a Pandino”

Domenica iscrizione obbligatoria

Domenica 19 giugno l’arena esterna del Castello Visconteo e il centro storico saranno aperti per tutte le Panda che, soltanto previa iscrizione, potranno accedere al raduno. Questo è il link su www.pandaapandino.it per partecipare.

"Una festa alla Panda rappresenta la rivincita dell’auto comune, quella che appartiene alla storia di tutti anche se lo ha fatto sempre in modo troppo marginale - commenta William Jonathan -. L’indiscussa unicità di questo evento negli anni dimostra l’esistenza di una comunità affiatata e in grado di rimanere unita anche in tempi così difficili. Anche perché ci dobbiamo sempre ricordare che la Panda, se non ci fosse, bisognerebbe inventarla".

Fotogallery: Fiat Panda 2020