Sapete quale fu il primo esperimento della storia per raggiungere la velocità media più alta a bordo di un'auto a gasolio? Quello della Opel Diesel GT, una concept realizzata da alcuni ingegneri del Blitz per lanciare commercialmente una nuova generazione di motori diesel, che di li a pochi anni avrebbe equipaggiato tutta la gamma.

Sebbene non si tratti di un record ancora attuale e sebbene non sia mai stato ufficialmente riconosciuto dal Guinness World Records, ne parliamo nella nostra rubrica domenicale dedicata ai primati in campo automobilistico perché quest'anno se ne celebrano i 50 anni.

La storia

All'inizio degli anni '70 i motori diesel non erano diffusi a livello automobilistico come oggi. Alcuni produttori stavano iniziando a fare i primi test di commercializzazione, tra questi Opel che per lanciare l'allora prima berlina alimentata a gasolio della sua storia (la Rekord) decise di creare una concept senza precedenti.

Gli ingegneri presero una sportiva GT, la due posti con i fari a scomparsa che tanto aveva stupito il mondo con il suo design affusolato, e la equipaggiarono con un 2.0 litri turbodiesel. Il risultato fu impressionante.

Opel GT Diesel

I record

Con una carrozzeria monoposto e carenata per questioni di aerodinamica, aveva sotto il cofano un 2.100 cc in grado di sviluppare 95 CV, primo prototipo del motore che sarebbe stato poi utilizzato poco tempo dopo sulla grande berlina della Casa.

Per dimostrare la validità della tecnologia, gli ingegneri Opel lanciarono questa specialissima auto per tre giorni e due notti consecutive sul circuito privato di Dudenhofen, vicino Francoforte, con l'obiettivo di conquistare una serie di record di velocità.

Opel GT Diesel
Opel GT Diesel
Opel GT Diesel

La sportiva monoposto ci riuscì, accaparrandosi 2 record mondiali e 18 record internazionali. I piloti Giorgio Pianta, Paul Frere, Sylvia Ísterberg, Henri Greder, Marie Claude Beaumont e Jochen Springer la guidarono per 10.000 km in 52 ore, ottenendo anche il record per la velocità media più alta dell'epoca, pari a 190,88 km/h, battuto 10 anni più tardi dalla Volkswagen ARWV (detentrice attuale del record).

Il futuro

Questa grande impresa di Opel servì alla stessa Casa per dimostrare che i tempi dei motori a gasolio sulle normali auto erano finalmente maturi. Con una grande campagna pubblicitaria che preannunciava il notevole risparmio di carburante e di costi rispetto alle corrispettive versioni a benzina, Opel entrò a tutti gli effetti nel neonato mercato delle auto a gasolio, ottenendo dei discreti successi di vendita.

 

Fotogallery: Foto - Opel GT Diesel, la sportiva a gasolio da record