Potenti, divertenti da guidare e relativamente accessibili. Le hot-hatch, vetture dall’indole estremamente sportiva che nascono nella maggior parte dei casi da modelli di segmento B e C, sono da sempre il sogno di moltissimi appassionati. Anche se oggi, i limiti stringenti sulle emissioni di CO2 sembrano scoraggiarne la presenza nei listini.

Tra quelle che resistono, c'è quell'autentica leggenda che è la Honda Civic Type R,  versione (molto) sportiva della berlina giapponese a trazione anteriore che, a 25 anni dal lancio della prima generazione (1997), si rinnova ancora una volta per il piacere dei numerosissimi appassionati e clienti con un nuovo modello atteso nei primi mesi del 2023.

L’inizio di un sogno

Basata sulla 6a generazione della Honda Civic, la prima Type R (codice EK9), viene lanciata nel 1997. Riservata al solo mercato giapponese, prodotta nello stabilimento di Suzuka e caratterizzata dalla riduzione del peso (passato da 1.143 kg a 1.050 kg) e per un’elaborazione della struttura e della meccanica in grado di aumentare le prestazioni e le performance dinamiche. 

Honda Civic Type R Prima generazione 1997
Honda Civic Type R Prima generazione 1997

La scocca stessa viene assemblata usando il metodo della “saldatura continua”, che garantisce la giusta rigidità torsionale, mentre la meccanica sfoggia un differenziale a slittamento limitato e una versione potenziata del 4 cilindri in linea aspirato da 1,6 litri che in quella versione era in grado di erogare una potenza massima di 182 CV e una coppia massima di 160 Nm a 7.500 giri/min. 

Tali valori consentono alla prima serie di scattare da 0 a 100 km/h in 6,7 secondi e di raggiungere una velocità massima di 225 km/h, ma la Type R è facilmente riconoscibile anche da ferma grazie alla presenza di badge di colore rosso e interni con sedili sportivi Recaro, volante Momo, tappetini di colore rosso e pomello del cambio in titanio.

L’arrivo in Europa

Nel 2001, visto il successo della prima generazione, Honda decide di lanciare anche sul mercato europeo una nuova Honda Civic Type R, codice EP3, basata sulla settima generazione del modello base e assemblata nello stabilimento britannico di Swindon.  

Honda Civic Type R Seconda generazione
Motore Honda Civic Type R Seconda generazione 2001

Questa è la prima Civic Type R a ospitare sotto il cofano il leggendario 4 cilindri in linea da 2 litri con tecnologia i-VTEC della S2000, abbinato a un cambio a 6 marce ravvicinate e con potenza massima regolata a 197 CV.

Con il restyling del 2003, i tecnici giapponesi introducono importanti novità per risolvere alcuni problemi di sottosterzo, di risposta tardiva dello sterzo e di scarsa coppia motrice. Vengono dunque ritarati il servosterzo elettrico e le sospensioni e montati frizione e volano più leggeri.

Ecco il design estremo 

Dopo due generazioni caratterizzate da un design tutto sommato pulito, nel 2007 Honda lancia sul mercato europeo la terza generazione della Type R su base Civic VIII. Questa ha una linea molto particolare con lunotto inclinato diviso in due dallo spoiler e paraurti con scarichi triangolari integrati. 

Honda Civic Type R Terza generazione
Honda Civic Type R Terza generazione Posteriore

Dotata del classico 4 cilindri in linea da 198 CV e 193 Nm di coppia, la terza generazione di Type R abbandona la sospensione a doppio quadrilatero al posteriore sostituita con una più semplice a barra di torsione.

La prima sovralimentata

Presentata nel 2014 al Salone di Ginevra, la quarta generazione di Civic Type R è la prima a essere equipaggiata con un 2 litri ad iniezione diretta (K20C1) sovralimentato con turbocompressore in grado di erogare una potenza massima di 306 CV a 6.500 giri/min e una coppia massima di 400 Nm tra i 2.500 e i 4.500 giri/min. 

Honda Civic Type R Quarta generazione vista laterale
Honda Civic Type R Quarta generazione Vista posteriore

Prodotto nello stabilimento Honda dell'Ohio e assemblato nel Regno Unito, il motore, omologato Euro 6, fa scattare la Civic Type R da 0 a 100 km/h in appena 5,7 secondi. Oltre al differenziale a slittamento limitato e al cambio manuale a 6 rapporti, la Type R di quinta generazione è equipaggiata con dischi freno anteriori e posteriori rispettivamente da 351 e 305 mm.

La più veloce di tutte

La quinta Civic Type R del 2017, che sarà presto sostituita da quella prevista per l’inizio del 2023 e già battezzata dal record sul circuito di Suzuka per auto a trazione anteriore, stupisce tutti: più grande delle precedenti, lascia tuttora entusiasti per le performance dinamiche facendo perdonare le dimensioni.

Honda Civic Type R Quinta generazione vista posteriore

Equipaggiata con lo stesso 2 litri Turbo ma portato a 316 CV, la Type R FK8 prodotta fino al 2021 porta con sé interessanti soluzioni aerodinamiche che le permettono di aumentare la downforce.

Nell’aprile del 2017, infatti, questo modello fa registrare un tempo di 7:43:80 sul circuito dell’Inferno Verde del Nurburgring, migliorando di 7 secondi il tempo della versione precedente e diventando la vettura a trazione anteriore più veloce anche nei 22 km della Nordschleife.

Fotogallery: Foto - Honda Civic Type R (1997-2021)