La nuova BMW M2 arriverà ad aprile 2023, ma sappiamo già molte cose sul suo conto. La sportiva bavarese potrà contare sullo stesso motore della M4 (depotenziato di una cinquantina di cavalli) e sulla trazione posteriore.

Un documento interno a BMW trapelato, però, lascia intendere che la Casa stia preparando anche una versione xDrive.

xDrive di famiglia

Il leak pubblicato da Bimmerpost cita per la prima volta una nuova M2 a trazione integrale. Il sistema impiegato dovrebbe essere molto simile a quello impiegato sulla M4 xDrive per “una trazione straordinaria” e “un’esperienza di guida ancora più coinvolgente”, stando alla descrizione del documento.

Nuova BMW M2, la prova del prototipo di Motor1.com

La trazione integrale potrà gestire fino a 1.300 Nm di coppia, molti di più rispetto a quelli previsti sulla nuova M2, almeno nella versione “stock”. La BMW uscirà dalla fabbrica con circa 450-460 CV e circa 500-600 Nm e ciò fa pensare che ci saranno grandi margini di miglioramento per future varianti speciali o per tuning estremi.

Al tempo stesso, sempre nel documento si parla di cinque modalità di guida e di una guida “prevedibile” in tutte le condizioni di aderenza.

La prima volta

Naturalmente, la sola presenza di questa nota interna non deve essere intesa come una conferma ufficiale di una M2 xDrive. Anche perché per BMW si tratterebbe di una prima volta assoluta tra tutte le M2.

Nuova BMW M2, la prova del prototipo di Motor1.com

La generazione precedente, infatti, è stato proposta nelle tre varianti di potenza da 370 CV, 410 CV (Competition) e 450 CV (CS), tutte con la trazione posteriore e la possibilità di scegliere tra un cambio manuale a 6 marce o un 7 rapporti a doppia frizione.

Anche il nuovo modello avrà due trasmissioni, ossia il manuale (sempre a 6 rapporti) e l’automatico a 8 marce. Ma all’orizzonte potrebbe esserci anche la trazione integrale.

Fotogallery: Foto - Nuova BMW M2, la prova del prototipo di Motor1.com