Una collaborazione ad alta velocità e… ad alta quota. McLaren e Lockheed Martin Skunk Works hanno siglato una partnership per disegnare le supercar del futuro e per aprire una nuova pagina della Casa di Woking.

Ancora non è chiaro come l’accordo si concretizzerà, se su un concept unico al mondo o su uno o più modelli di serie. Ma è certo che le prossime McLaren saranno letteralmente simili a un jet.

I jet che ispireranno le McLaren del domani

Per chi non conoscesse la Lockheed, si parla di uno dei produttori di aerei più importanti al mondo. L’azienda statunitense ha dato vita ad alcuni dei jet più importanti della storia, come l’F-22 Raptor, l’F-35 Lightning II e l’F-117 Stealth Fighter.

Le creazioni più famose, però, sono l’aereo da ricognizione U-2 e, soprattutto, l’SR-71 Blackbird, che detiene tuttora il record di mezzo a motore più veloce della storia con una velocità di Mach 3.3.

L'accordo tra McLaren e Lockheed Martin

L'accordo tra McLaren e Lockheed Martin

E se neanche questi nomi vi dicono qualcosa, allora guardate la foto. Vicino alla McLaren Artura c’è il Darkstar, un jet ipersonico in forma di concet utilizzando nelle scene d’apertura del film Top Gun: Maverick.

Una velocissima tradizione

L’obiettivo della collaborazione è utilizzare i software avanzati della Lockheed per future applicazioni sulle auto. Inoltre, anche se non viene specificato, è chiaro che le due realtà si influenzeranno a vicenda in termini di design. In particolare, le McLaren del domani potrebbero avere forme ancora più aggressive sia dentro che fuori, con una strumentazione ispirata in buona parte ai jet della Lockheed.

Non che le McLaren non sia già dei veri e propri “jet”. Oltre alla già citata Artura, la gamma del costruttore inglese comprende la GTe la 720S, due delle supercar più veloci e rapide del pianeta. Senza dimenticare che nel passato del brand c’è stata una certa F1, la quale ha detenuto per diversi anni il record di velocità massima di un’auto di serie con 386,7 km/h.

Fotogallery: L'accordo tra McLaren e Lockheed Martin

Foto di: McLaren