Nel 1893, poco prima di diventare un Paese produttore di automobili, l'Italia è diventata un mercato automobilistico. A rompere il ghiaccio è stata una Peugeot, immatricolata il 2 gennaio a Piovene Rocchette, in provincia di Vicenza, da un industriale del settore tessile dalle ascendenze nobiliari, il conte Gaetano Rossi di Schio.

Sono passati 130 anni da allora e oggi Peugeot, parte di Stellantis, conserva con il nostro Paese un legame forte e speciale: l'Italia è, infatti, il secondo mercato mondiale per la Casa del Leone, il più importante dopo quello casalingo. Per celebrare la ricorrenza è stato scelto il Museo Nazionale dell'Automobile di Torino, dove quella prima auto è tuttora conservata.

Una scoperta "recente"

Il precedente storico della Type 3 non è noto da sempre: soltanto nel 2000, in occasione di una ricerca negli archivi della Casa, il presidente del Club Storico Peugeot Italia, Fabrizio Taiana, ha scoperto che quell'auto, erroneamente attribuita a un cliente francese, era in realtà stata venduta in Italia e dunque aggiornava il titolo di prima vettura immatricolata nel nostro Paese anticipandolo dal 1894 al 1893 e spostandolo da Firenze alla provincia di Vicenza.

I 130 anni di Peugeot in Italia dalla Type 3 alla 408

La Peugeot Type 3, prima vettura immatricolata in Italia nel 1893

Ulteriori ricerche hanno identificato l'auto, ancora esistente e conservata dal 1954 in quello che ai tempi si chiamava Museo dell'Automobile Carlo Biscaretti di Ruffia, poi diventato Mauto con l'importante ammodernamento dei primi Anni 2000.

I 130 anni di Peugeot in Italia dalla Type 3 alla 408

La Type 3 è oggi al Museo Nazionale dell'Automobile di Torino

Dal passato al futuro

La Peugeot Type 3 è stata portatrice di innovazione in molti modi: la sua presenza non stata soltanto un evento di notevole interesse, ma ha stimolato l'industria nostrana che in quegli anni iniziava timidamente ad approcciare il tema automobile. Pare infatti che sia stata guidata, qualche anno dopo, anche dal Senatore Giovanni Agnelli, tra i fondatori della Fiat nel 1899.

Peugeot, i piani e le novità 2023

La Peugeot 408 ha linee non convenzionali ed è stata aggiornata nella tecnologia

Oggi per Peugeot l'innovazione è ancora uno dei principi ispiratori: la Casa lancia in questi giorni la sua ultima nata, la Peugeot 408, berlina crossover di forme non convenzionali e aggiornata nella tecnologia, con uno spot che è stato mostrato in occasione della conferenza stampa al Mauto poche ore prima di iniziare la sua diffusione su canali TV e social media.

Con l'occasione, il brand del Leone ha ribadito anche i suoi progetti a breve e medio termine: quest'anno si completerà infatti la prima fase dell'elettrificazione, che prevede la presenza di versioni ibride o elettriche su tutti i modelli in gamma e il debutto delle e-308 ed e-408, l'importante restyling della 508 (anche PSE) e l'anteprima della nuova generazione di 3008.

Peugeot, i piani e le novità 2023

Peugeot, i piani e le novità 2023

Peugeot, i piani e le novità 2023

Peugeot, le tappe dell'elettrificazione

Entro il 2025 tutte le vetture in gamma avranno almeno una variante 100% elettrica e di lì a cinque anni avverrà il totale passaggio ad una produzione esclusivamente elettrica, passo fondamentale verso l'obiettivo della neutralità delle emissioni di carbonio che Peugeot ha fissato per il 2038.

Peugeot Inception concept 2023

Peugeot Inception concept 2023

La visione del futuro è sintetizzata nella concept car Inception, il vero manifesto stilistico e tecnologico della marca, presentata all'inizio di gennaio al CES di Las Vegas più o meno nei giorni in cui cadevano i 130 anni esatti dell'arrivo in Italia della Type 3.

Peugeot 205 T16 1986 al Mauto di Torino

Peugeot 205 T16 1986 al Mauto di Torino

Peugeot 205 T16 1986 al Mauto di Torino
Peugeot 205 T16 1986 al Mauto di Torino

Peugeot 205, l'altra pietra miliare

La celebrazione arriva proprio nel momento in cui il museo ospita una mostra temporanea dedicata alle più famose e vincenti auto da rally dagli albori del Campionato Mondiale fino agli Anni '90 e ai trionfi delle Lancia Delta. Tra le auto esposte c'è un esemplare di 205 T16, con la livrea del Rally 1000 Laghi dell'86, in prestito dal museo di Sochaux.

Quest'auto, campione del mondo nel 1985 e nel 1986, si lega a un'altra ricorrenza particolare e molto sentita in Peugeot. Nel 2023 si celebrano infatti i 40 anni della 205, che è oggi considerata una delle più importanti pietre miliari nella storia del marchio, tuttora ricordata come una delle auto più famose e apprezzate di sempre. Anche in Italia, naturalmente.

Fotogallery: 130 anni di Peugeot in Italia dalla Typ 3 alla 408