Restyling in vista per la Volkswagen T-Cross. Il più piccolo tra i crossover della Casa di Wolfsburg riceverà un aggiornamento nei prossimi mesi che non snaturerà, comunque, la formula del modello.

Ci si aspetta, infatti, qualche leggero ritocco all’estetica e agli interni, così come per la dotazione di determinati allestimenti. Ecco, quindi, come potrebbe essere.

Modifiche di dettaglio

Il nostro esclusivo render della T-Cross si basa sulle foto spia dei prototipi degli scorsi mesi e sui vari rumors riportati dai media tedeschi. Come hanno lasciato intuire gli scatti spia e come rappresentato nel render, la Volkswagen non si “cambierà d’abito”.

Volkswagen T-Cross restyling (2023), il render di Motor1.com

Volkswagen T-Cross restyling (2023), il render di Motor1.com

In sostanza, la carrozzeria dovrebbe rimanere immutata nelle dimensioni (4,11 metri di lunghezza, 1,76 m di larghezza e 1,58 m d’altezza), mentre potremmo trovare qualche nuovo dettaglio esterno.

Per esempio, la T-Cross dovrebbe adottare una nuova mascherina, simile nello stile a quella della T-Roc restyling. In previsione potrebbero esserci anche un nuovo design dei fari LED anteriori e posteriori e nuovi modelli di cerchi in lega. A bordo, invece, si parla di un possibile upgrade al sistema d’infotainment, con la presenza di uno schermo più rispetto a quello da 9,2” montato sul modello attuale.

Volkswagen T-Cross restyling (2023), il render di Motor1.com

Volkswagen T-Cross restyling (2023), il render di Motor1.com in un dettaglio del frontale

Volkswagen T-Cross restyling (2023), il render di Motor1.com

Volkswagen T-Cross restyling (2023), il render di Motor1.com

Nessuna novità tra i motori

Riguardo alle motorizzazioni, non si attendono grandi rivoluzioni. La gamma resterà pressoché immutata e interamente a benzina, col 1.0 TSI da 95 e 110 CV e il 1.5 TSI da 150 CV (quest’ultimo abbinabile non solo al cambio manuale a 6 rapporti, ma anche al doppia frizione DSG a 7 marce).

È possibile, comunque, che quest’ultimo propulsore sia l’evo2, una versione aggiornata (con potenza e prestazioni identiche alla precedente unità) già compatibile con lo standard Euro 7.

Improbabile, invece, l’adozione di motori mild hybrid, peraltro non disponibili nemmeno su Taigo e T-Roc, due crossover posizionati più in alto della T-Cross nella gamma Volkswagen. Il prezzo subirà un leggero aumento, con un listino che potrebbe partire da circa 25-26.000 euro.

Fotogallery: Volkswagen T-Cross restyling (2023), il render di Motor1.com