Dopo 7 anni di onorato servizio nei garage dei collezionisti più ricchi del Globo la Bugatti Chiron si appresta ad andare in pensione, portando con se il record (non ufficiale) di auto più veloce del mondo e il monumentale motore W16 ereditato dalla Veyron, il modello della rinascita della Casa francese.

Nel frattempo la sua erede è quasi pronta per il debutto. È fissato per la primavera del 2024 mentre la vendite inizieranno nel 2026. E sarà una rivoluzione. A dirlo è stato Achim Anscheidt, ormai ex responsabile del design Bugatti - la notizia delle sue dimissioni è di ieri - nel corso di un'intervista rilasciata ad Autocar.

"L'auto è finita. Abbiamo consegnato tutti i progetti per i prototipi un paio di mesi fa e quelli per la produzione saranno consegnati tra un paio di mesi".

Hypercar della rivoluzione

Dello stile - del quale si sa ancora poco - parleremo dopo. Perché quando si parla di Bugatti il focus non può che essere sul motore. Che non sarà più il W16 ma un inedito powertrain ibrido basato un nuovo motore V8 affiancato da una o più unità elettriche sviluppate da Rimac, proprietaria del costruttore francese.

Il teaser della nuova Bugatti

Un downsizing importante ed epocale che naturalmente non comprometterà le prestazioni. Anzi, le esalterà. Anche perché il brand croato è specialista in sistemi a batteria - la Nevera è l'auto elettrica più veloce del Globo - e il suo know-how sarà fondamentale per permettere all'erede della Chiron (il nome non è ancora stato rivelato) di mantenere prestazioni di riferimento. Magari riportando il quel di Molsheim il record ufficiale di auto più veloce del mondo.

Bugatti Chiron Super Sport

Bugatti Chiron Super Sport

A ospitare il sistema ci penserà una piattaforma completamente nuova, studiata per calibrare al meglio la distribuzione dei pesi, ben differente rispetto a quella della Chiron per via della presenza del pacco batterie.

Le forme

Parlando di design Anscheidt, che lascia la carica di capo del design dopo 19 anni, ha così descritto la nuova Bugatti "È qualcosa di più di un esercizio di stile, soprattutto per quanto riguarda gli interni. Volevo assicurarmi che l'esperienza di 19 anni in Bugatti confluisse nello sviluppo dell'auto".

Bugatti

L'evoluzione dello stile Bugatti

Un modello che dovrà far evolvere il brand facendolo entrare in una nuova era, pur mantenendo i tratti distintivi come la griglia a ferro di cavallo e la "linea Bugatti", ovvero la particolare linea di cintura presente su ogni Bugatti sin dalla Tipo 57 del 1934.

Per quanto riguarda le dimensioni la futura hypercar francese sarà più snella rispetto alla Mistral, grazie alla presenza del motore V8, ben meno ingombrante del W16.

Bugatti Mistral

Bugatti Mistral

Autocar ha avuto modo di parlare anche con Frank Heyl, nuovo responsabile del design Bugatti, il quale ha dato qualche informazione in più sulla nuova auto "Sarà sorprendente, per quanto riguarda le proporzioni, la tecnologica, l'innovazione e tutto ciò che è inaspettato. Sarà una vera e propria sorpresa per tutti, ed è una vera gioia lavorarci".

Bugatti Chiron Profilée

Gli interni della Bugatti Chiron

Si è parlato anche brevemente dell'abitacolo che, secondo quanto dichiarato da Aldo Maria Sica (interior designer della Casa) non sarà rivoluzionato ma rimarrà vicino allo stile di Veyron e Chiron. C'è da aspettarsi però l'introduzione di un sistema di infotainment di ultima generazione, connesso e con assistente vocale evoluto.

La prova della Bugatti Chiron