Lusso che va oltre il lusso. Esclusività che chiama esclusività. Le Case automobilistiche premium si stanno focalizzando su una clientela ricca e glamour per intercettare la crescita esponenziale dei milionari (High-net-worth individuals), che è il rovescio economico delle crisi planetarie e dalla de-globalizzazione, con un conseguente aumento dell'abisso sociale tra paperoni e poveri in canna.

C'è  però chi da oltre un secolo fa del lusso e dell’esclusività la propria ragione sociale. Si chiama Bentley, un’icona dell’auto che è capace di ribaltare costantemente il concetto di non plus ultra. Perché le auto della Casa di Crewe vanno invece ‘oltre’, con quel combinato disposto di artigianalità maniacale e industrializzazione che ha come scopo quello di tendere alla perfezione.

Speed Edition 12 - Flying Spur - 2

Flying Spur Speed Edition 12

Quaterna italiana

Dalla produzione di serie alla personalizzazione Mulliner che copre ogni desiderata (chiamatela tailor made o be spoke, se vi piace l’inglese), alle one-off e fino alle halo car, le auto ‘alone’ capolavori di marketing, una Bentley è fatta per creare valore e appagare tutti i sensi il più a lungo possibile.

La Bentley Continental GT Azure a Roma

La Bentley Continental GT Azure a Roma

Non sarà eterna, ma nella Città Eterna ha deciso aprire uno showroom (il quarto in Italia dopo Milano, Padova e Firenze), vista l’importanza del mercato italiano. La struttura di Bentley Roma fa parte del gruppo IWR (l’ex Italwagen) e si trova in via della Magliana, alle spalle del palazzo della Civiltà Italiana (il cosiddetto ‘Colosseo quadrato’ dell’Eur) e accanto all’autostrada che porta all’aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino.

Bentley Roma

Tre Bentley tricolore nel nuovo showroom di Roma

 

Semestre di prestigio

L’Italia d’altra parte è un mercato sempre più promettente, inserito in un contesto europeo record (2.809 Bentley consegnate lo scorso anno, +11%) e in un sistema globale ha visto 15.172 auto vendute nel 2022 e oltre 7 mila nella prima metà di quest’anno, con un mix di prodotto dominato dalla Bentayga (44% delle immatricolazioni, mentre Continental GT/C è al 32% e Flying Spur al 24%) e, soprattutto con un ritorno monstre sulle vendite del 23,2%, probabilmente secondo solo alla Ferrari.

Speed Edition 12 - Flying Spur - 6

Flying Spur Speed Edition 12

Sono numeri ricchi che non si giustificano con la voglia di apparire di giovani e non giovani ricchi, ma che sottintendono una strategia al passo con i tempi, perché la nuova clientela affluent, quella cioè che ha fiumi di denaro, è attenta alla transizione e alla sostenibilità.

Addio al W12

E allora via, dopo 20 anni, al mitico W12 da 6.0 litri che non sarà più ordinabile in Europa a partire da metà novembre 2024. E spazio dall’anno prossimo solo alle auto elettrificate, con il lancio di modelli esclusivamente a batteria (cinque) a partire dal 2025.

Speed Edition 12 - W12 Engine - 2

Il motore W12 6.0L

 

L'addio al W12 viene celebrato dalla Flying Spur Speed Edition 12 nella nuova verniciatura Opalite e caratterizzata da una serie di dettagli esclusivi: il badget Edition 12, la targa numerata del propulsore W12, il ricamo Edition 12, le cuciture a contrasto dei sedili graduate per tonalità, la finitura del cruscotto in grand black lato passeggero con la sequenza di accensione del motore incisa, accanto al badge Edition 12 intarsiato.

Speed Edition 12 - Flying Spur - 12

Flying Spur Speed Edition 12

Altre caratteristiche esterne includono la brillante specifica Blackline, cerchi in lega Speed da 22 pollici verniciati di nero e coprimozzo autolivellanti.

Prezzi a tanti zeri. Ma c'è chi può e chi non può. Io, coma quasi totalità di voi, non "può". Ma vedere dal vivo e sognare una Bentley in fin dei conti non costa nulla.

 

Fotogallery: Foto - Bentley Roma