Una Toyota Supra ancora più potente e veloce sta arrivando. Adotterà la sigla GRMN, ossia quella riservata ai modelli sportivi più esclusivi prodotti dalla Casa giapponese, e sarà davvero speciale.

Prevista entro il 2024, sarà una delle JDM più estreme presenti sul mercato, con un motore di origine BMW che potrebbe raggiungere i 500 CV. Ecco tutti i dettagli e un’anticipazione su come potrebbe essere.

Assetto da pista

Il nostro render si basa sulle foto e i video spia delle scorse settimane, in cui la Supra GRMN si è mostrata per la prima volta. Esattamente come i prototipi, anche la “nostra” Toyota si riconosce per un look ancora più aggressivo rispetto alla versione GR, con paraurti modificati per accogliere prese d’aria ancora più ampie, uno splitter voluminoso in carbonio e delle appendici laterali per stabilizzare la vettura alle alte velocità.

Toyota Supra GRMN, il render di Motor1.com

Toyota Supra GRMN, il render di Motor1.com

Sulla GRMN sono evidenti anche dei cerchi in lega specifici (montati su gomme Michelin Pilot Sport Cup 2, almeno sui prototipi), delle nuove minigonne in carbonio e una carreggiata complessivamente più larga di alcuni centimetri per dare un aspetto ancora più minaccioso. Infine, nel posteriore troviamo un grande alettone (forse a incidenza variabile) derivato dal mondo del motorsport.

Con ogni probabilità, la Supra più potente di tutte potrà contare su un abitacolo ad hoc, con sedili sportivi e una serie di grafiche dedicate per la strumentazione.

B58 o S58?

Per quanto riguarda la motorizzazione, Toyota non ha ancora rivelato dei dettagli specifici. Al momento, quindi, i rumors sono divisi tra chi pensa che la Casa nipponica continuerà ad adottare il 3 litri B58 e chi pensa che la Supra GRMN farà il grande salto adottando l’S58 di M2 e M4.

Toyota Supra GRMN 002

Toyota Supra GRMN, le foto spia al Nurburgring

Ricordiamo che attualmente, la Supra GR impiega il B58 da 340 CV, che è comunque più che sufficiente per divertirsi in pista, con uno scatto 0-100 km/h di 4,2 secondi e una velocità massima di 250 km/h. Per la GRMN, però, i tecnici giapponesi potrebbero aumentare notevolmente la potenza, col B58 (presente sulla BMW M240i da 374 CV) che potrebbe non bastare.

Ecco, quindi, come l’adozione dell’S58 potrebbe far schizzare verso l’alto i cavalli a disposizione, forse raggiungendo addirittura i 450-500 CV. Per averne la certezza, però, dovremo aspettare ancora qualche mese.

Fotogallery: Toyota Supra GRMN, il render di Motor1.com