A novembre 2023 il mercato europeo dell’auto europeo (UE+UK+EFTA) ha segnato una buona crescita, facendo registrare un +6,0% rispetto allo stesso mese del 2022. Con 1.075.756 immatricolazioni l'Europa dell'auto tocca i sedici mesi consecutivi di crescita.

Tra i mercati principali i risultati migliori arrivano dall'Italia al +16,2% e dalla Francia che chiude il mese con un +14%, mentre la Germania è in calo registrando un pesante -5,7% su novembre 2022. In territorio positivo sono anche i mercati di Regno Unito (+9,5%) e Spagna (+7,0%).

Nei primi undici mesi dell'anno tutti i mercati del Vecchio Continente, tranne l’Ungheria e la Norvegia, sono in territorio positivo. Anche in questo caso, i più grandi guidano la crescita: sul cumulato, la Germania è a +11,4%, la Francia a +16,2%, la Spagna a + 17,3% e l’Italia a +20,0%, con il Regno Unito a +18,6%.

L’elettrico supera il diesel

A novembre 2023 le auto elettriche conquistano il 17,0% di quota di mercato (erano al 17,1% a novembre 2022) e superano ancora una volta le auto diesel che si fermano al 10,6%. L’elettrico batte il diesel anche sul cumulato, affermandosi come terza alimentazione dopo la benzina e l’ibrido. 

Tesla Model 3 in ricarica

Tornando al mix del mese di novembre, le vetture a benzina registrano un leggero calo, passando dal 33,7% del 2022 al 33,2% del mese appena chiuso, mentre le ibride, che continuano nel loro percorso di espansione, hanno ridotto il divario arrivando al 27,8% (erano al 23,2% nello stesso mese del 2022).

Le quote di mercato per alimentazione a novembre 2023

  • Benzina: 33,2%
  • Ibrido (MHEV+HEV): 27,8%
  • Elettrico (BEV): 17,0%
  • Diesel: 10,6%
  • Ibrido Plug-in (PHEV): 8,4%
  • Altre (Gpl, metano, etanolo. idrogeno): 2,7%

Chi sale e chi scende

A novembre il marchio che fa registrare la crescita più consistente è Cupra, con un +38,1%, seguita da vicino da Skoda al +35,6% e da Land Rover col +36,5%, mentre con numeri più bassi spicca il +51,7% di Jaguar. Bene anche Seat (+24,3%), Alfa Romeo (+23,8%), Suzuki (+27,0) e Mazda (+21,2%).

In calo sono invece DS (-36,8%), Fiat (-13,0%), Peugeot (-8,0%), Toyota (-8,3%), MINI (-3,7%), Citroen (-3,1%) e Volkswagen (-1,0%).

Cupra Formentor VZ5 BAT, la prova su strada di Motor1.com

Cupra Formentor

Guardando i dati da inizio anno (gennaio-novembre), Tesla si dimostra il marchio più in forma con il suo +84,2%. Dietro a Elon Musk spiccano per crescita Alfa Romeo (+61,3%), Lexus (+58,3%), Cupra (+43,7%), Suzuki (+43,6%) e smart (+33,9%). Male vanno invece Mitsubishi (-22,1%), Honda (-111,9%), Fiat (-2,1%) e Citroen (-0,7%). 

La pagella di novembre 2023

Salgono Scendono
  • Jaguar (+51,7%)
  • Cupra (+38,1%)
  • Land Rover (+36,5%)
  • Skoda (+35,6%)
  • Suzuki (+27,0%)
  • Seat (+24,3%)
  • Alfa Romeo (+23,8%)
  • Jeep (+23,1%)
  • Alpine (+21,3%)
  • Mazda (+21,2%)
  • Mitsubishi (+20,4%)
  • DS (-36,8%)
  • Porsche (-13,5%)
  • Fiat (-13,0%)
  • Toyota (-8,3%)
  • Peugeot (-8,0%)
  • MINI (-3,7%)
  • Citroen (-3,1%)
  • Volkswagen (-1,0%)

La classifica per gruppi

Diversa la situazione se si guarda la quota di mercato per gruppi a novembre, con Volkswagen che si conferma in testa anche a novembre con il 25,8% seguito da Stellantis (14,9%), Renault Group (9,5%), Hyundai-Kia (8,3%) e da BMW Group con l'8,0% del mercato.

L’ordine dei gruppi principali non cambia nemmeno se si guarda ai dati da inizio anno. Il gruppo Volkswagen guida ancora con il 25,9% seguito da Stellantis (16,9%), Renault Group (9,6%), Hyundai-Kia (8,7%) e, a pari merito al 6,9% del mercato, BMW e Toyota.