La Alpine A290 di serie è quasi pronta. Dopo aver svelato al pubblico il concept A290_β nel mese di maggio 2023 nel Regno Unito, la Casa francese, parte del Gruppo Renault e dedicata alle auto più sportive, si prepara a togliere i veli dal modello definitivo della sua prima sportiva a zero emissioni.

La data da segnare a calendario è quella del 13 giugno 2024, ovvero la stessa di avvio della 24 Ore di Le Mans, giunta quest'anno alla sua 92esima edizione. Ecco tutto quello che sappiamo.

Una compatta molto veloce

Come avevamo anticipato durante la presentazione della show car, il nome scelto dalla Casa per questa futura compatta dà, già di per sé, una chiara identità all’auto.

Analizzandolo, infatti, si scopre che “A” è la lettera-prefisso che definisce tutti i modelli del marchio, “2” si riferisce al segmento B e il “90” sta a significare che si tratta di un modello parte della futura gamma “lifestyle” del brand.

Alpine A290_β

Alpine A290_β

Alpine A290_β

Alpine A290_β, gli interni

Alpine A290_β

Alpine A290_β, gli interni

Se pensate che per il design, che si può immaginare attraverso le ultime foto spia realizzate dai nostri fotografi sul campo - che trovate qui sotto, gli addetti ai lavori si siano ampiamente ispirati a quello della Renault 5 appena presentata, non siete sulla strada sbagliata.

La A290, infatti, dovrebbe essere una versione molto più sportiva della controparte con il marchio della Losanga, dunque più larga, più bassa ma anche e soprattutto più potente.

Alpine A290, le nuove foto spia

Alpine A290, le ultime foto spia

Alpine A290, le nuove foto spia
Alpine A290, le nuove foto spia

Meccanica da immaginare

La Casa negli ultimi mesi non si è espressa riguardo il powertrain che dovrebbe avere l'auto di serie, tuttavia è praticamente certo che - tra le tante funzionalità - sarà equipaggiata con un moderno sistema di torque vectoring, in grado dunque di controllare separatamente la coppia trasmessa alle singole ruote anteriori.

Ma non solo. Allo stesso tempo, infatti, anche il retrotreno dovrebbe avere uno schema sospensivo più raffinato della controparte Renault, forse di tipo multilink e abbinato a una taratura specifica per gli ammortizzatori, per le molle e per le barre antirollio. Infine l’impianto frenante dovrebbe essere dell'italiana Brembo con pinze a quattro pistoncini, uguale a quello dell’A110.

Per saperne di più, dunque, non resta che attendere il 13 giugno, nonché la 92esima edizione della 24 ore di Le Mans.

Il video dell'anteprima mondiale della Alpine A290_β