Il più venduto tra i modelli “Q” si presenta con prestazioni ed efficienza al top grazie alla nuova propulsione ibrida

Normative sempre più stringenti in termini di consumi ed emissioni stanno dirigendo le Case automobilistiche verso scelte improntate, come non mai, sullo sviluppo di alimentazioni alternative. E se la prima volta non si scorda mai, la seconda in questo caso è ancora più efficace e interessante.

Audi ripresenta così, a 3 anni dal lancio di Q7 e-tron, un nuovo schema propulsivo ibrido plug-in, stavolta sul SUV medio Q5, che, sia nella variante “55” sia nella più tranquilla “50”, viene equipaggiato con un 2.0 litri turbo benzina a iniezione diretta da 252 CV e 370 Nm accoppiato ad un motore elettrico.

Audi Q5 55 TFSI e quattro - La prova su strada

Integrato direttamente all’interno del cambio a doppia frizione S tronic a 7 rapporti è in grado di erogare 143 CV e 350 Nm. La potenza complessiva è di 367 CV nel top di gamma “55” mentre scende a 299 CV nella versione entry-level “50” per effetto di una riduzione del boost del motore elettrico.

Com’è fuori

Guardandola da fuori, la Q5 55 TFSI e quattro è uguale alle sorelle ad alimentazione tradizionale sia nelle dimensioni che nelle forme. L’unico particolare che ci dà la possibilità di riconoscerla, oltre alla classica scritta sul portellone posteriore, è l’aggiunta di uno sportellino al di sopra del passaruota posteriore sinistro che cela la presa di ricarica della batteria da 14,1 kWh.

Audi Q5 55 TFSI e quattro - La prova su strada

Posizionata sotto al vano bagagli, che ha una capacità minima di 465 litri, può essere ricaricata fino ad una potenza massima di 7,4 kW con un tempo stimato di 2,5 ore. La versione S line plus da noi provata, rispetto alla versione Business, si concede qualche dettaglio più grintoso a livello estetico, come i paraurti, i sottoporta, i paraurti e l’estrattore sportivi oltre ai cerchi in lega da 19”.

Com’è dentro

Anche l’impostazione dell’abitacolo riprende fedelmente i modelli tradizionali di Q5 senza particolari novità. Gli interni sono spaziosi e rifiniti con materiali di alta qualità, il divano posteriore è frazionato in tre parti (40/20/40) e può essere spostato anche longitudinalmente per garantire più volume di carico o una miglior abitabilità interna.

Audi Q5 55 TFSI e quattro - La prova su strada

Dietro al volante multifunzione si può avere, come optional, l’Audi Virtual Cockpit con schermo da 12.3", completamente programmabile nella visualizzazione, con cui è possibile tenere sotto controllo diverse informazioni: dal sistema multimediale alla navigazione passando per le specifiche sull’alimentazione ibrida compresi il livello di carica della batteria, il power meter che sostituisce il contagiri e le informazioni sulla carica elettrica rimanente.

Nella consolle centrale invece troviamo il display a colori del sistema di navigazione plus opzionale MMI touch.

Piacere di guida

La guida a bordo della Q5 55 TFSI e quattro è emozionante. Una macchina pratica e funzionale che non ha bisogno di compromessi e garantisce prestazioni sportive con consumi ed emissioni ridotte. L’abbiamo provata in diverse situazioni e la vettura ha sempre risposto “presente”: con la modalità EV inserita viene sfruttata solamente l’unità elettrica che, con una carica completa, è in grado di far percorrere fino a 45 chilometri nella modalità a zero emissioni ad una velocità massima di 135 km/h.

In autostrada e nei tratti di montagna pieni di curve dai diversi raggi, impostiamo la modalità “hybrid”, che gestisce in totale autonomia l’utilizzo dei due propulsori nel modo più efficiente possibile. Pigiando a fondo l’acceleratore la macchina schizza via velocemente grazie alla coppia istantanea del motore elettrico, fermando il cronometro dello 0-100 km/h in appena 5,3 secondi.

Lo scatto viene meno quando, purtroppo, ci si trova, come è capitato a noi, con la batteria scarica tra i tornanti. In questo caso il 2 litri turbo benzina da 252 CV inizia a faticare e il peso aggiuntivo di 135 kg del pacco batterie si fa sentire.

Audi Q5 55 TFSI e quattro - La prova su strada

Il cambio S tronic a doppia frizione a 7 rapporti è preciso e veloce anche se la sensazione quando lo si guida con le palette al volante non è la stessa che si ha su una vettura ad alimentazione tradizionale.

La mole del SUV medio di Audi incide solo in parte sulla dinamica della macchina anche grazie alla trazione integrale quattro con tecnologia ultra in grado di ripartire la coppia sulle 4 ruote, dando sempre la prevalenza all’assale anteriore.

Audi Q5 55 TFSI e quattro - La prova su strada

Certo, non parliamo di una sportiva vera e propria date le dimensioni e il peso ma grazie ad uno schema propulsivo così performante e ad alcuni sistemi come la trazione integrale quattro, la Q5 55 TFSI e quattro offre una sensazione di sicurezza e sportività in tutte le situazioni.

Particolare il funzionamento dell'impianto frenante elettroidraulico: in grado, in base alla forza “g” sviluppata in decelerazione, di “decidere” se ricorrere alla modalità di frenata rigenerativa o ai freni veri e propri. Nelle frenate più lievi, fino ai 0,2 g, si possono recuperare fino a 80 kW di potenza.

Comfort

La Q5 55 TFSI e quattro si dimostra una vettura “premium” a tutti gli effetti. La Casa tedesca offre in tutti i suoi modelli una qualità di comfort altissima e, anche in questo caso, garantisce un ottimo livello di insonorizzazione durante la marcia nonostante il motore termico sotto il cofano.

A questo si aggiungono i sedili che, grazie ad un rivestimento in pelle morbida, cullano i passeggeri in ogni situazione e un assetto che, anche senza le sospensioni pneumatiche attive (optional a 2.345 euro) riesce ad attutire qualsiasi tipo di vibrazione e colpo, assecondando nel miglior modo tutte le asperità del fondo stradale.

Curiosità

La Q5 è dotata di un particolare sistema già utilizzato nella sorella maggiore completamente elettrica e-tron. Si tratta del cosiddetto e-tron Charging Service che permette di ricaricare la propria vettura in circa 110.000 colonnine sparse in 19 paesi europei, dopo aver stipulato un solo contratto a pagamento.

Audi Q5 55 TFSI e quattro - La prova su strada

Dopo essersi registrato sull’App MyAudi, infatti, il cliente riceverà una card valida indipendentemente dal fornitore di energia. I costi delle ricariche verranno infine fatturate mensilmente tramite l’account dell’utente.

Quanto costa

Come già detto in precedenza, la Q5 ibrida plug-in viene offerta in due varianti. La più potente 55 TFSI e quattro S tronic è disponibile negli allestimenti Business e S line plus ad un prezzo di partenza di 64.800 euro mentre la entry-level 50 TFSI e quattro S tronic viene proposta nelle versioni Base, Business, Business Design e S line plus con prezzi a partire da 57.500 euro, a cui possono essere tolti fino a 2.500 euro grazie all’Ecobonus.

Si amplia in questo modo la gamma delle vetture elettrificate della Casa di Ingolstadt che è pronta a schierare, nel futuro prossimo, altri cinque modelli in variante ibrida plug-in: A3, A6, A7, A8 e Q7.

Fotogallery: Audi Q5 55 TFSI e quattro