La versione più sportiva del SUV medio è meno potente della Macan Turbo ma gode di tarature specifiche che lo esaltano

A volte la potenza non è tutto, ci vogliono anche altre caratteristiche per rendere davvero sportiva un’auto. E così non bisogna pensare che la palma di “più sportiva della gamma” della Porsche Macan spetti ai 440 CV della Turbo, il titolo va infatti alla nuova Macan GTS che nonostante abbia 60 CV in meno gode di modifiche specifiche alla meccanica, per esaltare ancora di più le gran doti del V6 di 2,9 litri da 380 CV e 520 Nm di coppia.

Fotogallery: Porsche Macan GTS 2020

Com’è fuori

“Quando troverò un colore più scuro del nero, lo indosserò. Ma fino a quel momento, io mi vestirò di nero”. Così parlò Coco Chanel e la Porsche Macan GTS prende alla lettera le parole della stilista francese, vestendo di nero molti dei propri particolari come spoiler posteriore, i vetri che coprono le luci led, i finestrini e inserti nei paraurti.

Un trattamento scuro che incattivisce il SUV di Zuffenhausen e si accompagna a nuovi cerchi in lega da 20” (disponibili anche quelli da 21”), e un assetto ribassato di 15 mm rispetto alla Macan normale, ai quali si possono limare altri 10 mm se si scelgono le sospensioni pneumatiche.

Com’è dentro

Alcantara, pelle, alluminio, legno o carbonio: a voi la scelta per personalizzare l’abitacolo della Macan GTS, che nell’impostazione riprende quello delle sorelle meno sportive. Strumentazione a 3 elementi circolari, obiettivamente ormai un po’ datata, affiancata dal grosso monitor touch per l’infotainment e fin troppi pulsanti sul tunnel centrale.

2020 Porsche Macan GTS

La particolarità è quella di poter scegliere tra 3 differenti tipi di sedili, con immancabile logo “GTS” sistemato sul poggiatesta, a ricordarci che la Macan che stiamo guidando non è come tutte le altre. Come le altre è (purtroppo) lo spazio posteriore, sacrificato in altezza specialmente se si opta per il tetto panoramico in cristallo.

Piacere di guida

E torniamo all’inizio, alla questione di cavalli e coppia che da soli non bastano a definire una sportiva. Qui siamo rispettivamente a quota 380 CV e 520 Nm di coppia, buoni per passare da 0 a 100 km/h in 4,7” e toccare i 261 km/h. Ma lasciare che siano solo i numeri a descrivere ciò che davvero è la Macan GTS sarebbe riduttivo, perché la “S” di “Sport” della sigla viene rispettata in pieno.

L’altezza da terra ridotta, il motore pronto (il turbo lag è annullato grazie anche ai 2 turbo sistemati al centro della “V”) e capace di tirare fino a 6.700 giri, il cambio PDK che con i suoi passaggi di marcia impercettibili fa quasi sembrare infinito il tiro del V6… sulla Macan GTS ci si sente direttori di un’orchestra che non sbaglia una nota.

2020 Porsche Macan GTS

L’assetto estremamente piatto, secco solo se si viaggia in Sport Plus, lo sterzo campione di precisione e reattività, la trazione integrale che mostra tutta la sua intelligenza quando si tratta di tirarci fuori dalle curve, divertendoci e lasciandoci incollati al terreno. Trovare un punto debole nella SUV tedesco è davvero difficile: va forte e non è scomodo, nel rispetto del termine “Gran Turismo” che lo accompagna.

Comfort

Le auto gran turismo sono quelle capaci di andare forte, ma anche di offrire tanto (e tanto) comfort ai propri occupanti. E così fa la Macan GTS, con un assetto fermo ma non brusco, sedili anteriori sportivi ma non scomodi o soffocanti e la serie di optional tipica di Porsche. Se poi si opta per le sospensioni pneumatiche la sensazione di morbidezza è ancora più amplificata.

Curiosità

Questa GTS sarà l’ultima Macan con motori endotermici: dal 2022 infatti il SUV medio di Porsche seguirà l’esempio della Tycan, abbracciando in toto una filosofia di mobilità 100% elettrica. Ancora non conoscono specifiche sulla futura versione a emissioni zero della Macan, ma sappiamo che l’opera di elettrificazione di Zuffenhausen riguarderò ogni modello a listino, compresa l’iconica 911.

Quanto costa

Inutile girarci intorno: tanto. Per la precisione 80.916 euro. Di serie ci sono cerchi in lega da 20”, interni in pelle e Alcantara, sedili sportivi GTS a regolazione elettrica, cambio PDK a 7 rapporti, PASM (Porsche Active Suspension Management), luci full LED e impianto audio a 10 altoparlanti da 150 W. La lista degli optional è quasi infinita e comprende impianto frenante carboceramico, cerchi in lega da 21”, cruise control adattivo, Porsche Torque Vectoring Plus e Park Assist.