Spaziosa come poche altre, si guida bene ed è molto confortevole. Il quinto passeggero però sta stretto e la retrocamera non è di serie

Anche se i SUV sono in cima sulla lista desideri di tutti,  le station wagon non sono sparite. Certo, è vero che non sono più tante quante erano 10 o 15 anni fa, ma tra queste c'è qualche inossidabile certezza, come la Volkswagen Passat Variant.

Da sempre più apprezzata dalle nostre parti in versione familiare piuttosto che berlina, la Passat Variant è l'auto per eccellenza dei lavoratori che in auto macinano km su km, oppure di quelle famiglie numerose che hanno bisogno di tanto spazio. È stata rinnovata nel 2019 e la scopriamo nel nostro #PerchéComprarla.

Pregi e difetti

Ci piace Non ci piace
+ Versatilità a 360° - Quinto posto 
+ Intuitività di guida - Dotazione da integrare 
+ Tecnologia di bordo  
+ Gamma motori ampia  

Voto finale 8/10 ★★★★★★★★☆☆

Chi sceglie una Passat difficilmente torna indietro. Ed è facile capire perché: è un'auto completa, capace di soddisfare al 100% le esigenze di tutti, dai lavoratori alle famiglie, ma anche chi, in generale, nei suoi spostamenti vuole viaggiare comodamente con la consapevolezza di avere un mezzo che si adatta a ogni situazione.

È per questo che, per il quinto passeggero, che siede al centro dietro, ci saremmo aspettati una maggiore cura per quanto riguarda lo spazio a disposizione, mentre invece il tunnel voluminoso riduce le possibilità di affrontare viaggi lunghi in comodità. La dotazione di serie poi è da integrare, anche con dispositivi ormai diffusi come la retrocamera, che avremmo voluto di serie.

La pagella

 

Volkswagen Passat Variant 2.0 TDI Business DSG  

Bagagliaio e Spazio

8/10 ★★★★★★★★☆☆

Infotainment e Comandi

9/10 ★★★★★★★★★☆

Qualità percepita

8/10 ★★★★★★★★☆☆

Guidabilità e Comfort

8/10 ★★★★★★★★★☆

Consumi e Autonomia

9/10 ★★★★★★★★★☆

Sicurezza e ADAS

8/10 ★★★★★★★★☆☆

Dotazione di serie

7/10 ★★★★★★★☆☆☆

Rapporto Prezzo / Equipaggiamento

7/10 ★★★★★★★☆☆☆

Dimensioni, bagagliaio e spazio

Con 650 litri di capacità minima, è praticamente impossibile trovare chi fa meglio. Sulla versione ibrida plug-in, invece, il valore scende a 500, restando comunque di tutto rispetto. Oltre a essere accogliente grazie alla soglia piatta, lo spazio interno al vano bagagli è anche ben organizzato: la cappelliera alloggia sotto il pavimento e ci sono 4 ganci, 4 anelli, una presa 12V e le leve per abbattere i sedili del divano, e così il valore sale a 1.770 litri.

VW Passat Facelift (2019)

Come anticipato, il tunnel centrale di trasmissione obbliga il quinto passeggero a fare i conti con uno spazio risicato per i piedi e anche con una seduta piuttosto rigida. Insomma, si viaggia meglio in quattro, e allora i due passeggeri laterali possono beneficiare non solo di sufficienti centimetri per testa e ginocchia, ma anche di una console con clima dedicato (a richiesta), una presa USB e una 12V.

Le misure

 

Fuori

 

Lunghezza

4,77 metri

Larghezza

1,83 metri

Altezza

1,51 metri

Passo

2,78 metri

Dentro

 

Bagagliaio

650 - 1.770 litri

Plancia e comandi

L'unico dettaglio che tradisce gli anni che la Passat si porta sulle spalle (la generazione attuale è stata lanciata nel 2014) è il posizionamento, piuttosto ribassato rispetto a quanto va di moda ora, del display centrale da 8". Forse si distoglie troppo lo sguardo quando lo si consulta, ma è comunque facile da raggiungere con il dito indice.

Per il resto l'ambiente è "come te lo aspetti", nel senso che non ci sono vezzi stilistici o ricercatezze varie, ma tutto è ben assemblato e i comandi sono posizionati in maniera ergonomicamente corretta, cioè a portata di mano in ogni situazione.

VW Passat Facelift (2019)

Buono il comparto infotainment, con lo schermo da 8" che accoglie un software tanto completo quanto semplice nell'utilizzo. È dotato anche di sensori di prossimità (quando si avvicina la mano compaiono nuove funzioni) e di movimento, che invece sono inutili e funzionano male. Tra le varie funzioni integrate c'è anche il modulo wi-fi per poter attivare l'hotspot e la compatibilità, sempre di serie, con Android Auto e Apple CarPlay, senza fili.

VW Passat Facelift (2019)

Come va e quanto consuma

La Passat Variant in prova è il 2.0 TDI da 150 CV con cambio automatico DSG a 7 rapporti. È la meno potente della gamma, ma a parte l'allungo limitato e l'accelerazione non bruciante, non fa rimpiangere motorizzazioni più prestazionali, visto che con un filo di gas si può viaggiare senza problemi anche a pieno carico.

La tenuta di strada è molto buona, così come il feeling dello sterzo, specie alle andature turistiche. Quando il ritmo si alza, diventa un po' troppo leggero. Buona la maneggevolezza in generale, così come la visibilità in ogni direzione e l'insonorizzazione, che è curata. 

VW Passat Facelift (2019)

In generale si può dire che il comportamento dinamico della Passat Variant sia neutro, nel senso che è molto intuitivo e prevedibile, in ogni circostanza. Con i cerchi da 17" non serve optare per l'assetto a controllo elettronico perché le asperità vengono copiate senza problemi.

Molto ben tarato il comparto ADAS, cioè i sistemi di ausilio alla guida. Con un tasto sul volante si attiva il Travel Assist che è il sistema combinato tra cruise control adattivo e mantenitore attivo di corsia. Il cruise control è anche particolarmente intelligente perché reagisce non solo ai limiti di velocità ma anche alle curve, alle rotatorie, agli incroci adeguando la velocità in base al GPS.

Tra autostrada, città e extraurbano, abbiamo registrato una media di consumo di 5,5 litri per 100 km, cioè l'equivalente di 18 km con un litro di gasolio.

VW Passat Facelift (2019)

Prezzi e concorrenti

La gamma è piuttosto articolata, considerando non solo le varianti di carrozzeria ma anche gli allestimenti e le motorizzazioni che comprendono anche una versione ibrida plug-in. Con 35.500 euro ci si porta a casa la Variant in allestimento Business con il 1.5 benzina da 150 CV. Per avere l’automatico DSG si sale a circa 38.000 euro.

Il 2.0 turbodiesel ha una potenza che va dai 122 ai 200 CV, passando per i 150 di questa prova, e il prezzo oscilla da poco meno di 39.000 euro a circa 48.500 euro, considerando anche il cambio DSG e la trazione integrale 4Motion. Infine c’è la plug-in hybrid che, a listino, costa poco meno di 53.000 euro

Tra le rivali dirette della Passat Variant ci sono la Skoda Octavia Wagon e Superb Wagon, la Mazda6 Wagon e la Peugeot 508 SW. Il prezzo, però, si avvicina anche a quello di wagon pPremium come BMW Serie 3 Touring, Mercedes Classe C Station Wagon, Audi A4 Avant e Volvo V60.

Fotogallery: Volkswagen Passat restyling 2019