La prima auto 100% Cupra ha forme da SUV, ma un’indole da hot hatch e un coinvolgimento che non ti aspetti

Lo avevano promesso nel 2018, in occasione della prima prova della Ateca da 300 CV: Cupra lancerà un proprio modello dedicato, che non avrà una controparte marchiata Seat. 2 anni la promessa viene mantenuta.

Si chiama Cupra Formentor (nome che, come molte Seat, riprende il proprio nome dalla toponomastica iberica), ha forme da SUV coupé e – per presentarsi al mondo – 310 CV e 400 Nm di coppia. Ma, soprattutto, un piacere di guida difficile da trovare su modelli con assetto rialzato.

Esterni

Inutile ripetere concetti e analisi già ampiamente espressi: i SUV piacciono a molti. E se indugiano in forme da coupé, ancora meglio. E così fa la Cupra Formentor, con uno stile decisamente personale che riprende in toto quello della concept vista al Salone di Ginevra 2019.

Cupra Formentor
Cupra Formentor

Cofano lungo con frontale in linea con lo stile Seat, aggiornato però sotto l’aspetto dell’aggressività, con generose prese d’aria e appendici aerodinamiche dedicate.

È al posteriore però che la Formentor dice la sua quanto personalità, col tetto che scende dolce vero la coda e i passaruota sovrastati da una linea netta che la rende spallata e muscolosa, e dalla quale quasi prendono vita le luci, unite da una sottile linea luminosa.

Interni

Se l’esterno è estremamente personale, l’interno riprende invece alcuni concetti già visti sulla nuova Leon, specialmente sulla plancia, sulla quale è appoggiato il monitor centrale touch per il sistema di infotainment, con diagonali da 10 o 12” e una velocità più che buona. Peccato solo che i comandi a sfioramento per la temperatura e il volume non diano feedback aptici, costringendo quindi a distrarsi più del dovuto.

Cupra Formentor

Davanti al guidatore c’è un secondo monitor per la strumentazione digitale, sempre chiara e con differenti grafiche, sempre ben leggibile in ogni condizione di luce e ricco di informazioni, richiamabili attraverso i tasti sul volante, il cui disegno riprende quello del posteriore dell’auto.

Dietro, a dispetto delle forme da coupé, stanno comodi anche i passeggeri più alti, con tanto spazio per gambe e testa (anche in presenza del tetto panoramico in cristallo) e nonostante il tunnel centrale decisamente ingombrante chi siede al centro non viaggia scomodo, per merito del disegno regolare di seduta e schienale. Ad amplificare il senso di comfort ci pensano poi le bocchette del climatizzatore con regolazione della temperatura e la possibilità di avere 2 prese USB di tipo C.

Cupra Formentor
Cupra Formentor

Infine il bagagliaio, con 450 litri di volume e un disegno regolare, con ganci e leve per abbattere gli schienali. Una capacità a prova di famiglia.

Guida

L’abito non fa il monaco, lo sappiamo bene, e a dare la sostanza al SUV coupé di Cupra ci pensa una vecchia e gradita conoscenza come il 2.0 TSI del Gruppo Volkswagen, nella versione da 310 CV e 400 Nm di coppia, unito alla trazione integrale e al cambio automatico DSG a 7 rapporti.

E non bisogna fermarsi alle prime impressioni, storcendo il naso davanti a all’assetto rialzato (ma non esagerato) della Formentor. Perché indole e comportamento sono da vera hot hatch e salendoci ad occhi chiusi difficilmente si potrebbe pensare di essere a bordo di CUV.

Cupra Formentor

Curva dopo curva l’assetto non entra mai in crisi, rimane fermo come un’auto del genere merita e la trazione integrale fa il suo, trasferendo la coppia là dove è meglio, permettendo anche al posteriore di “aprire” e dare ancora più gusto ad una guida coinvolgente e aggressiva, specialmente se si opta per la modalità di guida “Cupra”.

In questo caso ogni elemento lavora al massimo del proprio potenziale, per uno 0-100 dichiarato in 4,9”. Ma è ciò che viene trasmetto che conta, col motore che “suona” rauco (e chissà come suona con lo scarico Akrapovic offerto come optional) e che tira fino ai 6.600 giri. Quota non banale per un turbo. La spinta è corposa ma non furibonda, partendo dai 2.000 giri (quando entrano i 400 Nm di coppia), coi cambi di marcia impercettibili e veloci.

Cupra Formentor

Peccato solo che il DSG non sempre sia lesto nel rispondere ai nostri input, specialmente in scalata, quasi volendosi intestardire nel tenere la marcia scelta. Anche lo sterzo si modifica, con un carico maggiore ma mai esagerato, rimanendo sufficientemente leggero e sempre molto comunicativo e preciso. Forse tra i migliori della categoria.

Curiosità

Nato come acronimo di Cup Racing, con l’indipendenza del 2018 che ha fatto nascere una nuova Casa auto all’interno del Gruppo Volkswagen, Cupra ha assunto un nuovo significato, richiamando il termine inglese “copper”, ovvero rame. E, guarda caso, proprio il rame è il colore ufficiale di Cupra.

Prezzi

Il listino della Cupra Formentor da 310 CV parte da 46.250 euro, con una dotazione di serie davvero completa. Ma il 2.0 TSI rappresenta la punta di diamante di una gamma destinata ad allargarsi con altre unità, partendo dal 1.5 TSI da 150 CV, a partire da 31.250 euro, e poi col 2.0 da 245 CV, il 2.0 TDI da 150 CV e le ibride plug-in da 204 e 245 CV.

Fotogallery: Cupra Formentor, la prova

Cupra Formentor

Lunghezza 4,45
Altezza 1,51
Larghezza 1,84
Capacità di carico 450 litri
Motore 2.0 TSI 4 cilindri
Potenza 310 CV
Coppia Massima 400 Nm
Velocità Massima 250 km/h
Accelerazione 0-100 km/h 4,9"
Trasmissione DSG 7 rapporti
Trazione Integrale