Nel mercato odierno i SUV e i Crossover sono i padroni indiscussi, con la loro guida alta e il look all'avventura che piace tanto. Qualche centimetro più "in basso", però, c'è un segmento che fino a qualche decennio fa era a sua volta il leader delle vendite: quello delle familiari, ovvero le Station Wagon.

E anche se non possono competere direttamente coi SUV, quelle che in inglese si chiamano anche "estate" sanno ancora dire la loro quando si cerca realmente un connubio che unisca comfort e sfruttabilità, garantendo con la seduta bassa e un piacere di guida superiore.

In questo test drive, dopo aver apprezzato la variante berlina, abbiamo messo alla prova la Mercedes Classe C Station Wagon, che dovrebbe godere degli stessi pregi della tre volumi ma, in più, risolvendo il difetto dello spazio ridotto per chi siede dietro. Ve lo racconto nel video qui sopra.

Clicca per leggere:

Esterni | Interni | Guida | Curiosità | Prezzi

Esterni

Stilisticamente parlando, la nuova Mercedes Classe C prende grande ispirazione dall'ammiraglia di questo marchio tedesco, vale a dire la Mercedes Classe S. E dunque la semplicità regna sovrana, tanto che le uniche nervature realmente visibili (ma comunque sempre morbide) sono le due sul cofano motore e le altre due che corrono lungo la fiancata. Questo dimostra che non serve estremizzare il design con linee "inutili", per ottenere un risultato al contempo elegante e aggressivo.

Mercedes Classe C Station Wagon, la prova su strada

Nel caso specifico della Mercedes Classe C Station Wagon, a cambiare è la sezione posteriore col tettuccio che prosegue "dritto" anziché scendere per dare vita alla coda. Il posteriore quindi è più massiccio, ma non pesante da vedere - anzi, dà l'impressione di essere comunque ben proporzionato tanto quanto la berlina. Mantiene i fari posteriori "sdoppiati", ma a differenza della berlina non si tratta di una prima volta per la Wagon.

Mercedes Classe C Station Wagon, la prova su strada

Interni

All'interno la tecnologia ha preso il sopravvento, e anche qui la Classe C prende come musa l'ammiraglia Classe S. Per intenderci, se sulla Mercedes Classe E lo schermo per infotainment e strumentazione è unito (come per la Mercedes Classe A), qui invece ci sono due schermi distinti dalle dimensioni molto generose: la strumentazione arriva a 12,3 pollici, mentre l'infotelematica si raggiunge i 11,9 pollici - per altro, con integrato il sistema MBUX di seconda generazione.

Mercedes Classe C Station Wagon, la prova su strada

Per il resto rimane tutto identico alla berlina, come i sedili profilati, l'uso del legno e della pelle con cuciture a contrasto. A cambiare è lo spazio di bordo posteriore che, grazie al tetto allungato anziché discendente, permette anche ai più alti di avere abbastanza spazio per la testa, anche in centro - in questo caso, a dare un po' di fastidio sono solo le guide dei sedili per chi porta più dal 45 in su di scarpe. Nessun problema per le gambe, per i piedi o per la testa invece per chi siede sui sedili laterali.

Per quanto riguarda il bagagliaio, ci sono 490 litri di capacità a disposizione che, abbattendo i sedili posteriori in configurazione 40:20:40, possono crescere fino a 1.510 litri. In entrambi i casi significa avere circa 30 litri in più rispetto alla generazione precedente.

Mercedes Classe C Station Wagon, la prova su strada

Guida

Protagonista della prova è stata la diesel C220d mild hybrid, con modulo a 48V che in pratica sostituisce il classico alternatore con un motore-generatore elettrico. La sua funzione è fare da Start&Stop evoluto e dare quel tocco di supporto al motore termico - oltre a godere di tutti i vantaggi fiscali dell'elettrificazione.

Mercedes Classe C Station Wagon, la prova su strada

A mio parere, il 2.0 diesel da 200 CV di questa prova è il propulsore più "giusto" per questo modello: la spinta non manca quando si tratta di fare un sorpasso o semplicemente di togliersi qualche soddisfazione, grazie anche al cambio automatico 9G-Tronic a nove rapporti che sfrutta bene i regimi ottimali mantenendo parchi i consumi. Per capirci, in autostrada a 130 km/h sono riuscito a toccare i 25 km con un litro, ma in un utilizzo normale non è difficile restare sui 16 - 17 km con un litro.

Il comfort di marcia è uno dei punti focali di una station wagon, e la Classe C si difende molto bene: la seduta di guida è molto comoda, i sedili sono avvolgenti e morbidi il giusto, il volante è comodo da impugnare e ha un carico adeguato - più leggero in modalità Comfort e più pesante quando si sceglie la modalità Sport. Anche le sospensioni fanno la loro parte, perché riescono a ridurre il rollio quando si chiede qualcosa in più nella dinamica ma assorbono bene le asperità.

Mercedes Classe C Station Wagon, la prova su strada

Curiosità

Quando parlo di "linea semplice" intendo letteralmente: fra i designer Mercedes c'è una specie di motto che si ripetono mentalmente mentre stanno progettando un modello. 

Per loro è fondamentale focalizzare l'attenzione sul "semplificare":

"Quando il progetto ti piace esteticamente, semplifica e togli una linea dalla macchina. Se continua a piacerti, togli un'altra linea e così via, finché non rimane la bellezza più pura." 

Prezzi

Il capitolo "prezzi" è il più delicato per quest'auto, perché già la sorella berlina ha fatto molto parlare di sé a riguardo. Per la Station Wagon si parte da 50.760 euro per la Business e si arriva fino ai 62.600 euro della Premium Pro, in un totale di 6 allestimenti.

Va detto, però, che molte dotazioni d'alto livello sono spesso di serie, alcuni optional - quali le ruote posteriori sterzanti e i Digital Lights - sono delle prime assolute per la C, finora esclusive della Classe S. E per altro, si tratta della Classe C forse vicina più che mai alla S: insomma, stavolta definirla "Mini Classe S" ha più senso del solito.

Fotogallery: Mercedes Classe C Station Wagon, la prova su strada

Mercedes Classe C 220d Station Wagon

Lunghezza 4,75 metri
Larghezza 1,82 metri
Altezza 1,45 metri
Peso 1.700 - 1.850 kg
Capacità di carico 490 - 1.510 litri
Motore 2.0 Turbodiesel - 4 cilindri - mild hybrid
Trasmissione Automatico 9 rapporti (9G-Tronic)
Trazione Posteriore
Potenza 200 CV (+20 CV ibrido)
Coppia Massima 440 Nm
Velocità Massima 242 km/h
Consumi 5,1 - 5,8 litri/100 km (WLTP)
Emissioni 134 - 151 g/km CO2 (WLTP)