Che le ibride non siano tutte uguali ormai lo si sa. Ora, però, si aggiunge un'ulteriore variante brevettata da Nissan che debutta sulla Qashqai e poi sulla X-Trail. La tecnologia in questione si chiama E-Power e, come negli altri casi, vede l'abbinamento di un motore a benzina con un propulsore elettrico.

Solo che, sulla Qashqai E-Power, è solo quest'ultimo a dare trazione alle ruote, mentre l'endotermico funziona da generatore di energia elettrica. Qual è il risultato? Ve lo dico in questo Perché Comprarla.

Clicca per leggere
Dimensioni | Interni | Guida | Consumi | Prezzi

Pregi e difetti

Ci piace Non ci piace
Fluidità e reattività di guida No botola centrale
Comfort di viaggio Bracciolo non regolabile
Abitacolo spazioso e rifinito Grafica dell'infotainment
Tecnologia di bordo e ADAS  

Verdetto

8.3 / 10

Con l'attuale generazione di Qashqai, Nissan ha fatto centro offrendo un SUV dalle dimensioni compatte ma dai contenuti "da grande". La qualità dei materiali e degli assemblaggi, dei contenuti tecnologici e della vita a bordo è di alto livello e la colloca direttamente tra le migliori della categoria. La variante E-Power, in aggiunta, offre un powertrain ben sfruttabile in ogni situazione, piacevole da guidare sia che si tratti di una marcia fluida che di una più reattiva.

Nissan Qashqai E-Power

Un bracciolo regolabile in altezza e profondità avrebbe aumentato la comodità per il guidatore, mentre la presenza di una botola al centro del divano la sfruttabilità. Poco accattivante il sistema d'infotainment, che comunque è molto completo.

Dimensioni, bagagliaio e spazio

La Nissan Qashqai E-Power è un SUV di dimensioni medie, con una lunghezza che supera di poco i 4,4 metri.

Nissan Qashqai E-Power

Il pacco batteria è posizionato sotto al divano posteriore e dunque non si perde praticamente nulla in quanto a capacità di carico - molto buona - rispetto alle altre motorizzazioni. Lo spazio si gestisce bene grazie a un doppio fondo e a delle paratie; anche la cappelliera si può mettere sotto, e ancora ci sono anelli, ganci superiori e una presa 12V. Lo schienale si abbatte in configurazione 60:40 e il piano è praticamente piatto.

Nissan Qashqai E-Power

Dietro si entra facilmente con le portiere che si spalancano a 90° e, una volta a bordo, si sta comodi: nessun problema di spazio. Al centro si tocca con la testa ma il tunnel non è tanto altro. Sulla console, poi, ci sono le bocchette dell’aria e anche due prese di ricarica diverse tra loro.

Le misure

 

Fuori

 

Lunghezza

4,42 metri

Larghezza

1,83 metri

Altezza

1,62 metri

Passo

2,66 metri

Dentro

 

Bagagliaio

504 - 1.582 litri

Plancia e comandi

Per scelta dei materiali di rivestimento, quest’auto non ha niente a che invidiare a molte premium che magari si fanno pare parecchio di più! Le parti centrali e superiori di plancia e pannelli porta sono morbide ma anche i fianchetti del tunnel centrale, così non si sbattono le ginocchia.

Nissan Qashqai E-Power

Venendo alla praticità, c’è il doppio portabicchieri e la piastra di ricarica ad induzione sotto al climatizzatore, con vicina anche una 12V. Sotto al bracciolo, che integra due vani, due USB retroilluminate e pure gli incavi per far passare i cavi. Poi cassetto anteriore e tasche laterali sono abbastanza capienti.

Nissan Qashqai E-Power
Foto - Nissan Qashqai: l'ibrida che fa l'elettrica

Il sistema d'infotainment ha grafiche che sembrano già un po’ datate, in primis quella del navigatore, e la risoluzione non è ottimale, però le logiche di utilizzo sono chiare, c’è tutto quel che dev’esserci (anche Alexa o la ricerca tramite Google) e poi resta sempre aggiornato tramite Internet.

Foto - Nissan Qashqai: l'ibrida che fa l'elettrica

C’è la compatibilità con gli smartphone ma solo per quelli Apple senza filo. Sulle versioni d’ingresso, lo schermo è da 8 pollici e non da 12,3 come quello della prova, mentre supera sempre i 12 pollici il cruscotto digitale, chiaro e completo e molto facile da usare.

Come va e quanto consuma

In sintesi, ecco come funziona questo sistema: un motore elettrico da 190 CV e 330 Nm di coppia immediata fa girare le ruote anteriori e prende l’energia da un 1.5 tre cilindri a benzina, che può anche inviarla ad una batteria agli ioni di litio da 2 kWh per immagazzinarla. Così quando questa è carica, il motore termico si spegne.

Nissan Qashqai E-Power

Si fa benzina normalmente e non serve nessuna colonnina di ricarica. I vantaggi sono le prestazioni perché, come dicevo, l’erogazione è immediata, dunque lo 0-100 km/h si fa in 7,9” e la velocità di punta è di 170 km/h e quando si chiede il massimo l’energia arriva sia dalla batteria che dal benzina. Anche il comfort ringrazia, perché il motore termico lavora a regimi ottimali tramite le compressione variabile, minimizzando i consumi e la rumorosità.

Quando il 1.5 è acceso, in effetti, ha un suono particolare, tipico di un tre cilindri, ma tutto sommato è ben isolato. Ecco, questo powertrain mi dà una sensazione di guida fluida – del resto non c’è neanche un cambio, non ce n’è bisogno - ma reattiva allo stesso tempo. In una parola, è piacevole.

Nissan Qashqai E-Power

Non finisce qui perché l’esperienza di utilizzo è personalizzabile. Certo, ci sono le tre mappature Eco, Normal e Sport (che però penalizza l’efficienza) ma anche la possibilità di impostare la funzione B, cioè Brake, per aumentare la rigenerazione attraverso il freno motore elettrico, comodo in extraurbano e in discesa.

Oppure posso portare al massimo la rigenerazione con l’e-Pedal: lei ricarica quanto più possibile la batteria e io doso solo l’acceleratore perché, appena lo rilascio, lei rallenta con decisione. In città e nel traffico è ottimo e si tratta dunque di due funzioni diverse ed entrambe ben tarate.

Per il resto è una Qashqai come le altre, dunque lo sterzo è piacevole e omogeneo e la visibilità buona. Unica cosa è che tra specchio e display si crea un po’ una zona d’ombra.  
Ottima la risoluzione delle telecamere, giusto di notte le immagini sgranano, e in generale nessun problema nella gestione di ingombri e manovre.

Nissan Qashqai E-Power

A ritmo sostenuto si guida bene e con precisione: inerzie ben smorzate, assetto piatto. In questo caso ho avuto i cerchi da 20” e sulle buche o in città, però, è piuttosto rigida, si avvertono vibrazioni e scossoni. Dunque se l’utilizzo che farete è prettamente cittadino, meglio l’assetto da 19.

Venendo ai consumi, in città la Qashqai E-Power è sensibile a quanto i tira e molla del traffico ottimizzino la rigenerazione, facendo in media 20 km litro. In extraurbano si fanno 25km/l e in autostrada circa 15, dunque la media è superiore a 19 km/litro, cioè 5,2 litri per 100 km. 

Versione provata

 

Motore

Motore elettrico

Potenza

190 CV

Coppia

330 Nm

Cambio

Monomarcia

Trazione

Anteriore

Prezzi e concorrenti

Cinque allestimenti: si parte con l’Acenta da poco più di 37.000 euro. L’intermedio N-Connecta sta poco sopra di 39.000 euro e la Tekna+ che vedete nelle immagini è a quota 45.000.

Nissan Qashqai E-Power

Con questo schema propulsivo si può avere solo un altro SUV, la già citata X-Trail che è più grande e si può avere anche a sette posti. Altrimenti si va sugli ibridi più tradizionali, come i full hybrid Renault Austral, Toyota Corolla Cross oppure Hyundai Tucson, Kia Sportage e Ford Kuga, che si possono avere anche plug-in.

Fotogallery: Nissan Qashqai e-Power (2022), prova su strada