La Mazda3 si è aggiornata quest'anno con uno schermo dell'infotainment più grande, nuove porte USB-C e sistemi di sicurezza e ausili alla guida migliorati, confermando sostanzialmente la sua gamma di motori mild hybrid a benzina.

Per questo ho deciso di provare i consumi reali della Mazda3 2.0 e-Skyactiv G da 150 CV, la mild hybrid cinque porte a trazione anteriore e con cambio manuale a 6 rapporti. Il risultato è una media di 5,35 l/100 km (18,69 km/l) nel percorso standard di 360 km da Roma a Forlì, con una spesa di 34,55 euro per la benzina del viaggio.

Nei consumi c'è chi fa meglio

Con i suoi 5,35 l/100 km la Mazda3 Model Year 2023 da 150 CV non riesce a primeggiare nella classifica consumi reali, categoria auto a benzina, essendo superata da altre berline cinque porte come Ford Focus Active 1.0 EcoBoost 125 CV Aut. (5,25 l/100 km - 19,0 km/l), la stessa Mazda3 2.0L 186 CV M Hybrid e-Skyactiv X (4,60 l/100 km - 21,7 km/l) e le regine della categoria Mercedes A 200 Automatic (4,00 l/100 km - 25,0 km/l) e Hyundai i30 1.0 T-GDI 120 CV 48V (3,90 l/100 km - 25,6 km/l).

Mazda3 2023

Mazda3, la vista di 3/4 anteriore

A consumare più di questa Mazda3 sono state invece le più grandi Alfa Romeo Giulia Super 2.0 Turbo 200 CV AT8 Q2 (5,60 l/100 km - 17,8 km/l) e Mercedes E 350 Coupé Mild hybrid (6,00 l/100 km - 16,6 km/l).

Ho apprezzato il cambio e il piacere di guida

L'auto che ho provato è una Mazda3 2.0L e-SKYACTIV G 150 CV Homura con cambio manuale, uno degli allestimenti più ricchi e completi per la cinque porte nipponica che ha già di serie cerchi in lega da 18" in nero lucido, fari a LED, telecamera posteriore, climatizzatore automatico bi-zona e rivestimento sedili in tessuto. L'unica opzione a pagamento presente sulla vettura è la vernice metallizzata Machine Grey che porta il prezzo di listino a 30.700 euro.

Mazda3 2023

Mazda3, gli interni

Ciò che ho apprezzato di più su questa Mazda3 MY23 è sicuramente l'ottimo assetto, il cambio manuale rapido e preciso e la posizione di guida impeccabile che garantiscono un controllo sicuro dell'auto anche nei percorsi con più curve. Bene anche la qualità dei materiali e dettagli interni, oltre che degli Adas. Non proprio soddisfacente mi è sembrata invece la facilità di accesso ai sedili anteriori e lo spazio per le gambe dei passeggeri posteriori, oltre alla visibilità limitata dal piccolo lunotto.

700 km di autonomia

I livelli di consumo non troppo elevati, ma neppure da prima della classe, li ho registrati anche nelle altre situazioni di guida, con medie abbastanza costanti che non raggiungono livelli preoccupanti neppure in autostrada.

Mazda3 2023

Mazda3 2023, la vista posteriore

Il serbatoio da 51 litri di benzina garantisce alla Mazda3 autonomie teoriche mediamente vicine ai 700 km, con punte fino oltre i 1.000 km nei percorsi ideali da economy run a velocità costante.

I consumi nelle varie situazioni di guida

  • Misto urbano-extraurbano: 6,8 l/100 km (14,7 km/l)
    749 km di autonomia teorica
  • Autostrada: 7,5 l/100 km (13,3 km/l)
    678 km di autonomia teorica
  • Economy run: 4,6 l/100 km (21,7 km/l)
    1.106 km di autonomia teorica

Cosa dice la scheda tecnica

Modello Alimentazione Potenza Omologazione Massa a vuoto Emissioni CO2
(WLTP)
Mazda3 2.0L e-SKYACTIV G 150 CV manuale Homura Ibrido
(Benzina)
110 kW Euro 6d-ISC-FCM
(Risp Reg UE 2018/1832 AP)
1.336 kg 128 g/km

Dati

Vettura: Mazda3 2.0L e-SKYACTIV G 150 CV manuale Homura
Listino base: 29.750 euro
Data prova: 23/11/2023
Meteo (partenza/arrivo): Sereno, 21°/Sereno, 7°
Prezzo carburante: 1,794 euro/l (Benzina)
Km del test: 810
Km totali all'inizio del test: 4.961
Velocità media nel tratto Roma-Forlì: 76 km/h
Pneumatici: Toyo Observe S944 - 215/45 R18 93V XL M+S (Etichetta UE: B, B, 71 dB)

Consumi

Media "reale": 5,35 l/100 km (18,69 km/l)
Computer di bordo: 5,3 l/100 km
Alla pompa: 5,4 l/100 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo

Conti in tasca

Spesa "reale": 34,55 euro
Spesa mensile: 76,78 euro (800 km al mese)
Quanto fa con 20 euro: 208 km
Quanto fa con un pieno: 953 km

La prova Roma-Forlì ha anche la sua classifica aggiornata dei consumi. Datele un'occhiata e troverete molte sorprese.