Avete presente il bombardiere stealth B2? Per capirci, quello scuro e con il design particolarmente squadrato? Ecco, lo conosciamo un po' tutti per la sua proverbiale capacità di evitare i radar nemici e, dunque, di passare inosservato.

Ecco, la Volkswagen Touareg secondo me è un B2 con quattro ruote. Cioè un mezzo sofisticato e tecnologico che però, forte di un blasone meno blasonato di altri - perdonate il gioco di parole - non si fa notare e non attira gli sguardi come invece farebbe un SUV di pari categoria ma con un marchio considerato premium.

Eppure la genetica della Volkswagen Touareg è di alto lignaggio, considerando che condivide architettura e motorizzazioni con altri SUV top di gamma del Gruppo, come ad esempio la Bentley Bentayga e la Lamborghini Urus.

L'aggiornamento di fine 2023 affina la Touareg sotto vari aspetti e dunque eccoci puntuale col nostro #PerchéComprarla.

Clicca per leggere
Dimensioni | Interni | Guida | Consumi | Prezzi

Pregi e difetti

Verdetto

8.5 / 10
Ci piace Non ci piace
Comfort di marcia Nessun diesel elettrificato
Spazio a bordo Tasti a sfioramento
Qualità di materiali e assemblaggi Alcune logiche d'infotainment
Tecnologia avanzata  
Capacità di passare inosservata  

Se è vero che l’eleganza è tale quando non ostentata, la Volkswagen Touareg allora è tra le regine dell’etichetta. Possente, accogliente, instancabile, al SUV di Wolfsburg è difficile chiedere qualcosa in più. Ed è per questo che è in grado di soddisfare qualsiasi appetito. A parte quello di coloro che si nutrono di apparenze.

Volkswagen Touareg restyling (2023)

Volkswagen Touareg

Dimensioni, bagagliaio e spazio

Sfiorando i 4 metri e 90, la Volkswagen Touareg ha dimensioni generose ma non eccessive se paragonata a qualche concorrente diretta. Lo spazio dentro, comunque, è sfruttato alla grande. L’apertura del portellone è bella ampia e per abbassare la soglia d’accesso ci sono dei tasti a portata di mano per azionare le sospensioni pneumatiche (optional).

Volkswagen Touareg restyling (2023)

Volkswagen Touareg

Anelli, due ganci alti, presa 12V: non manca nulla. Anzi, una cosa sì: il doppiofondo, sulla plug-in della nostra prova, che infatti fa rinunciare a un po’ di litri e non riesce a ospitare la cappelliera, che ha il movimento automatico. Per avere più spazio si può far avanzare il divano e ovviamente abbattere lo schienale in configurazione 40:20:40.

Volkswagen Touareg restyling (2023)

Volkswagen Touareg

Dietro c’è tantissimo spazio e c’è anche tanta luce che entra dall'esterno. Pure al centro si sta bene: la seduta è piatta e il tunnel, per quanto largo, schiacciato. I pannelli porta sono morbidi nelle parti alta e centrale e nei vani ci sono i rivestimenti in moquette. Le bocchette dell’aria sono anche sui montanti mentre dalla console, al centro, puoi regolare due temperature diverse. Più in basso c’è un cassettino con prese 12V, USB-C e persino 230V.

Le misure

 

Fuori

 

Lunghezza

4,88 metri

Larghezza

1,98 metri

Altezza

1,72 metri

Passo

2,89 metri

Dentro

 

Bagagliaio

810 - 1.800 / 665 - 1.655 litri

Plancia e comandi

Se già Volkswagen è conosciuta per gli abitacoli ben assemblati e razionali, questa Touareg, che è la portabandiera, le batte tutte. I materiali sono morbidi nella parte alta e centrale della plancia, più duri invece in basso. Stesso discorso per i pannelli porta, che hanno i vani rivestiti in moquette.

Volkswagen Touareg restyling (2023)

Volkswagen Touareg

Stessa cura per i due cassetti portaoggetti, con quello destro che si chiude a chiave, per il vano con ricarica ad induzione, non ventilata, e con presa 12V e USB-C, e ancora per il pozzetto sotto al bracciolo centrale, non regolabile, che ospita altre due USB-C. Peccato quest'ultimo non sia molto capiente.

Volkswagen Touareg restyling (2023)

Volkswagen Touareg

Anche sul tunnel, che offre tasti grandi e facili da individuare in marcia, i fianchetti sono imbottiti, e sul lato passeggero c’è anche una rete elastica. I comandi touch integrati nel grande display da 15" si comandano facilmente.

Come va e quanto consuma

Non c’è dubbio che le dimensioni del Touareg siano generose, l'abbiamo detto, però la posizione di guida è quella tipica di Volkswagen, perciò vedi bene tutt’attorno, anche dietro con gli enormi specchi. La triangolazione volante, pedaliera e seduta, poi, è ben regolabile e dunque il tutto è particolarmente intuitivo, e si sta in alto. Se poi è dotata delle 4 ruote sterzanti, allora, per essere l’auto che è, la Touareg è persino agile.

Volkswagen Touareg restyling (2023)

Volkswagen Touareg

Favoloso il lavoro delle sospensioni pneumatiche, che ovviamente cambiano di taratura a seconda della mappa di guida impostata. Ottimo l'assorbimento e anche il contenimento delle inerzie alle alte velocità non è male, si possono persino avere anche le barre stabilizzatrici attive. Lo sterzo è come dev’essere su un’auto di questo tipo: omogeneo, prevedibile ma non particolarmente pronto o nervoso.

A proposito di prontezza, il powertrain ibrido plug-in di questa prova è davvero vigoroso. Un 3.0 V6 a benzina è abbinato a un motore elettrico per un totale di 381 CV combinati e 600 Nm, per uno 0-100 km/h in 6,3 secondi e 250 km/h di velocità massima. Se la batteria lo consente, si può andare solo in elettrico per diverse decine di chilometri, se invece è scarica comunque si può contare sulle partenze e le manovre in elettrico.

Volkswagen Touareg restyling (2023)

Volkswagen Touareg

Il dialogo tra i due motori è fluido grazie all’automatico a 8 rapporti e la trazione è integrale permanente. Con un colpetto sul pedale dell’acceleratore poi la Touareg ti invita a rilasciare il pedale, a seconda della strada e delle condizioni di traffico, così da veleggiare e risparmiare benzina.

Molto buono il feeling in autostrada, tra fruscii ben contenuti e un senso di stabilità di altissimo livello, con l’assetto che sa anche abbassarsi se necessario. E, al contrario, giocando col rotore delle varie modalità di guida, oltre a quelle specifiche per i fondi a bassa aderenza, c’è anche quella per l’Off-road, che alza la luce da terra e sfrutta il differenziale centrale autobloccante per ottimizzare la motricità.

Volkswagen Touareg restyling (2023)

Volkswagen Touareg

Per quanto riguarda i consumi, a batteria carica, in modalità elettrica, si possono percorrere circa 40-50 km, mentre, a batteria scarica, si fanno poco più di 7,5 km/l km in città, oltre 12,5 km/l in extraurbano e 10 km/l in autostrada.

Versione provata

 

Motore

V6 3.0 benzina + motre elettrico

Potenza

381 CV

Coppia

600 Nm

Cambio

Automatico a 8 marce

Trazione

Integrale

Prezzi e concorrenti

Il listino parte da 83.500 euro per il 3.0 V6 turbodiesel da 231 CV in allestimento Elegance. La R-Line viene poco 86.600 euro ma se si vogliono 286 CV si arriva a 90.800 euro. La 3.0 V6 benzina plug-in Elegance che vedete costa 86.800 euro e la più sportiva R, che arriva a 462 CV, viene 105.000 euro. 

Volkswagen Touareg restyling (2023)

Volkswagen Touareg

La Jeep Grand Cherokee gioca la stessa partita della Touareg, così come la Land Rover Discovery, tutte pensate anche per alte performance in fuoristrada. La XC90 è molto elegante e anche lei riesce passare abbastanza bene sotto i radar, e poi nel 2024 debuttano la nuova Hyundai Santa Fe e la Mazda CX-80.

Fotogallery: Volkswagen Touareg restyling (2023)