Tutto quello che c'è da sapere per farsi guidare dal navigatore social di Google con CarPlay

Google Maps, TomTom, Sygic, Waze, sono tante le app di navigazione alternative alla nativa Mappe di Apple a disposizione di chi guida un’automobile con a bordo CarPlay.

Farsi guidare dallo storico navigatore social di Google tramite il software auto della concorrenza di Cupertino è possibile ormai da un paio d’anni. E non serve nemmeno chissà quale dimestichezza perché, di fatto, come vedremo fra poco, è alla portata di chiunque.

I requisiti

Basta un iPhone 5S o un modello più recente con a bordo iOS 12 o versioni successive, e un’automobile compatibile (qui la lista dei veicoli e dei sistemi aftermarket supportati) per poter usare Waze su Apple CarPlay.

Sono unicamente questi i requisiti necessari previsti attualmente, a cui bisogna aggiungere ovviamente un cavo USB per collegare il telefono al sistema di infotainment dell’auto o, in alternativa, una connessione wireless, laddove disponibile.

Usare Waze su CarPlay

Dopo aver scaricato Waze dall’App Store (link al download) sul proprio iPhone connesso al sistema dell’automobile, bisogna avviare l’applicazione dal menù delle app di Apple CarPlay toccando l’icona relativa.

In questo modo Waze sarà attivo sia sullo schermo dell’auto per assistere l'utente con mappa e indicazioni stradali, sia su quello del telefono a mo’ di estensione per visualizzare ulteriori informazioni e gestire le impostazioni.

Come funziona

Per farsi guidare da Waze tramite Apple CarPlay, prima di tutto bisogna cercare una destinazione, digitandola sullo schermo del telefono o sul display del sistema di infotainment dell'auto, oppure selezionandola fra i preferiti salvati toccando l'icona con la stellina.

In alternativa è possibile utilizzare anche i comandi vocali, attivabili toccando l’icona del microfono posizionata nella barra superiore della schermata. Per inciso, volendo servirsi della funzione di ricerca vocale in un’altra lingua, basta recarsi su “Voce e audio”, quindi su “Digitazione vocale” e toccare la lingua preferita.

Selezionata la meta, non resta che avviare la funzione di navigazione per ottenere le relative indicazioni stradali, arricchite delle classiche segnalazioni degli utenti di Waze (su traffico, incidenti e autovelox), avvisi che è possibile anche rendere tramite il pulsante arancione “Segnala”.