Nella classifica si va dall'utilitaria rialzata che consuma meno alla più sportiva, passando dalla meno costosa

Il 2013, probabilmente, sarà ricordato in ambito automobilistico come l’anno dei SUV da città, ovvero i crossover più piccoli, derivati dalle utilitarie di segmento B. Il fenomeno di successo e crescita sul mercato italiano si è manifestato già nel 2012, quando sono stati venduti 110.000 SUV su un totale di 1,4 milioni di immatricolazioni, per una quota di mercato superiore al 7%. I primi mesi del 2013 confermano questo trend di crescita (soprattutto per le versioni a due ruote motrici), alimentato dall’introduzione di nuovi modelli. Negli ultimi tempi abbiamo guidato tre di queste novità: la Chevrolet Trax (ecco la video-prova su strada), la Renault Captur (ecco la prova su strada) e la Peugeot 2008 (ecco la video-prova su strada). Dopo aver messo a confronto proprio i due crossover urbani francesi, proviamo ora a capire quali sono i migliori SUV da città, individuando dai dati diffusi nel listino prezzi quello che consuma meno, il più potente, il meno caro, il più sportivo, il più e il meno spazioso, il più grande, il più piccolo, il più fuoristradistico e il più completo. Aspettando inoltre dalle donne la conferma delle previsioni di vendita, che le vedono come le principali "sostenitrici" dei piccoli SUV.

DA CHI CONSUMA MENO A CHI VA PIÙ FORTE

Per dire quale SUV urbano consuma meno abbiamo preso come riferimento i dati dichiarati dai costruttori nel listino, scoprendo che le due cugine del gruppo General Motors, Chevrolet Trax e Opel Mokka, sono omologate con un consumo medio di 4,5 l/100 km nel ciclo combinato (22,2 km/l), di poco superiore alla consumo della MINI Countryman One D (4,4 l/100 km - 22,7 km/l). Tocca invece alla MINI Countryman John Cooper Works ALL4 il titolo di SUV più performante con i suoi 218 CV, il tempo di 7,0 secondi nello 0-100 km/h e i 225 km/h di velocità massima, dati non molto lontani da quanto espresso dalla Nissan Juke Nismo, che abbianmo provato su strada e in pista.

IL MENO CARO, IL PIÙ GRANDE E IL PIÙ PICCOLO

Il SUV meno costoso all’acquisto d’altro canto è la Dacia Duster, offerta a partire da 11.900 euro con un motore 1.6 a benzina e da 14.650 euro con il turbodiesel 1.5 dCi. A seguire troviamo la best seller della categoria, la Nissan Juke, con prezzi rispettivamente a partire da 16.100 e 18.600 euro. Entrambi dispongono anche dell’alimentazione a GPL, al pari della giapponese Mitsubishi ASX. Questi due crossover conquistano anche il titolo di SUV urbano più e meno spazioso, considerando la capacità del bagagliaio. La Duster dichiara un volume di 474/1.636 litri, contro i 251/830 della Juke.

MANEGGEVOLI E ADATTI AL FUORISTRADA

Analizzando le dimensioni esterne si scopre inoltre che le “utilitarie rialzate” meno ingombranti sono la Toyota Urban Cruiser con 393 cm di lunghezza e la Fiat Sedici (411 cm), mentre la più lunga è la Dacia Duster con 431 cm. Queste due ultime sono anche le più adatte per un utilizzo in fuoristrada, per divertirsi in off-road: sia per l’altezza da terra e gli angoli d’attacco, sia per le protezioni del sottoscocca e della carrozzeria. Alla Skoda Yeti, infine, va riconosciuta la gamma più ampia, che combinando allestimenti, cambi e trasmissioni offre 13 versioni a benzina e 21 diesel. E a completare un quadro in cui le scelte dei clienti si baseranno su considerazioni come quelle che abbiamo fatto e sui prezzi di listino, si inseriranno in futuro anche la Ford EcoSport, la Suzuki SX4 S-Cross e il duo italo-americano formato dalla Fiat 500X e dalla gemella marchiata Jeep: una coppia "trendy", che se la vedrà con la modaiola MINI Countryman.

Fotogallery: SUV da città, ecco quali sono i migliori crossover urbani