Cambia nel look e nelle dimensioni. Sotto il cofano, oltre ai noti 1.5 e 2.0, tre ibridi: leggero, “normale” e plug in

È tutta nuova e soprattutto ibrida. La nuova Ford Kuga si presenta così al Go Further 2019, incarnando appieno la nuova strategia di elettrificazione del marchio americano. E da questo punto di vista il SUV medio rivale di Volkswagen Tiguan e Nissan Qashqai, si è fatta in tre versioni elettrificate per rispondere un po' a tutte le esigenze di mobilità.

Una versatilità che non riguarda solo l'offerta di powertrain (benzina, diesel e ben tre ibridi), ma anche l'impostazione dell'auto, ora molto più crossover che SUV a livello di design - ispirato dalla Focus - e nella configurazione dell'abitacolo.

'

Più grande e leggera

Questa nuova generazione della Ford Kuga è basata sul pianale C2 della Focus, da cui riprende anche i tratti caratteristici del design esterno, sia all'anteriore che al posteriore, e degli interni. La piattaforma aumenta la rigidità del 10% riducendo il peso totale di 90 kg, con la Kuga che dovrebbe rivelarsi quindi più stabile e precisa nelle curve rispetto alla vecchia generazione.

La base costruttiva C2 ha permesso inoltre ai tecnici di aumentare le dimensioni della carrozzeria, con la Kuga che raggiunge i 4,61 metri di lunghezza (+8,9 cm) e gli 1,88 di larghezza (+4,4 cm). Cresce anche il passo di 2,0 cm a tutto vantaggio dello spazio e del comfort di bordo, soprattutto per gli occupanti posteriori che possono beneficiare anche del divanetto scorrevole.

Ford Kuga 2019

Tre tipi di ibrido

La terza generazione della Ford Kuga fa della versatilità il proprio asso nella manica. Per quanto riguarda l'offerta di motorizzazioni si parte con il benzina turbo 1.5 EcoBoost da 120 e 150 CV, per salire ai diesel 1.5 EcoBlue e 2.0 EcoBlue da 120 e 190 CV. I diesel inoltre possono essere ordinati anche con il cambio automatico a 8 marce, mentre la trazione integrale è disponibile solo con il 2.0 EcoBlue.

L'offerta più interessante riguarda però le tre nuove motorizzazioni elettrificate. Con il sistema ibrido leggero (chiamata Kuga Mild Hybrid), uno starter con funzione di motogeneratore affianca il 2.0 EcoBlue da 150 CV.

Ford Kuga 2019

Nei rallentamenti il motore aziona il motogeneratore e ricarica una piccola batteria collegata ad una rete elettrica di bordo a 48 volt, mentre nelle riprese il generatore funziona come un vero e proprio motore e assiste il 2.0. In questo modo diminuiscono i consumi: Ford dichiara una percorrenza media di 20 km/l, contro i 17,5 km/l della Kuga 2.0 EcoBlue da 190 CV.

Le Ford Kuga Hybrid e Kuga Plug-In Hybrid sono dotate invece di un motore a benzina 2.0, oltre che di batterie maggiorate per supportare un motore elettrico dalla potenza superiore: i dati sulla Hybrid sono pochi, ma la Plug-In Hybrid eroga 225 CV, ha batterie da 14,4 kWh (si ricaricano in meno di 5 ore dalla rete elettrica di casa) e percorre fino a 50 km spinta dal solo motore elettrico.

Fa il pieno di tecnologie

Anche l’interno fa un bel salto in avanti, perché arrivano tecnologie come la strumentazione digitale con schermo da 12,3”, il router per connettere ad internet fino a 10 dispositivi, la ricarica senza fili per gli smartphone e nuovi aiuti alla guida.

Ford Kuga 2019

Oltre alla frenata automatica d’emergenza e al regolatore di velocità adattivo con funzione stop&go, che arresta l’auto e la fa ripartire automaticamente nel traffico, debutta l’inedito sistema Lane Keeping con Blind Spot Assist, che ruota il volante per evitare un incidente con il veicolo che sopraggiunge nell’angolo cieco del guidatore.

Sono previsti anche l’head up display (è il primo SUV della Ford ad averlo in Europa), i fari a led con funzione anti-abbagliamento e l’avviso di marcia in contromano. Lo schermo touch nella plancia è da 8”.

Fotogallery: Nuova Ford Kuga