E' una prima mondiale ed è progettato per ampliare la zona di deformazione laterale prima di una collisione

Generalmente si è portati a pensare che gli incidenti frontali siano quelli più gravi, ma non bisogna dimenticare che le collisioni con impatto laterale sono comunque molto pericolose e che provocano circa un terzo di tutti i decessi che ogni anno avvengono sulle strade.

Per questo ZF ha sviluppato un nuovo prototipo di sistema di sicurezza pre-crash: un airbag laterale esterno che entra in azione alcuni millisecondi prima di una collisione. In questo modo fornisce una zona di deformazione laterale aggiuntiva, che può aiutare a salvare le vite e a ridurre la gravità delle lesioni dei passeggeri fino al 40%.

Come funziona

Crash test airbag laterale esterno ZF

A livello tecnico, ZF ha collegato in rete gli airbag alla sensoristica del veicolo, dopodiché ha sviluppato degli algoritmi in grado di determinare se un impatto è imminente e decidere se azionare o meno l’airbag.

La parte più complessa nello sviluppo di questo sistema è stata evitare i cosiddetti “falsi positivi”, ovvero avere un riconoscimento affidabile di una collisione inevitabile e dunque l’attivazione dell’airbag laterale esterno prima della collisione stessa. Così, il sistema ha circa 150 millisecondi (il tempo di un battito di palpebre) per decidere di attivare l’airbag e gonfiarlo.

I sensori del veicolo devono prima identificare un impatto potenziale in modo rapido e accurato. Questo avviene grazie alle telecamere, ai radar e ai lidar connessi, che osservano e scansionano tutto lo scenario esterno. Poi gli algoritmi nel software del sistema decidono se la collisione è inevitabile o meno e se l’attivazione dell’airbag è possibile e utile.

Dove e come agisce

Se tutte queste decisioni sono affermative, il sistema aziona l’airbag, che ha una capacità tra 280 e 400 litri, cioè da cinque a otto volte il volume di un airbag conducente a seconda del veicolo. La forma, invece, si estende verso l’alto da sotto la portiera, per formare una zona di deformazione aggiuntiva nell’area della portiera tra i montanti A e C.

Questo perché se in una collisione laterale l’abitacolo si deforma in modo grave, i passeggeri sul lato dell’impatto sono particolarmente a rischio di lesioni gravi nella zona del petto. L'airbag pre-crash ZF può ridurre l’intrusione del veicolo impattante fino al 30%, anche grazie all'azione dell’arrotolatore a controllo attivo ACR8 che può avvisare i passeggeri o aiutare a mantenerli in una posizione sicura nelle cruciali frazioni di secondo che precedono un incidente.