Il piccolo SUV che sfida T-Roc e 500X è costruito in Repubblica Ceca su una linea di assemblaggio che ha presse specifiche

Skoda Kamiq è pronto ad arrivare in Italia. Il SUV derivato dalla Scala, che sfida T-Roc e 500X, da oggi è in produzione nello stabilimento di Mladá Boleslav, in Repubblica Ceca, dove vengono già assemblate Fabia, Octavia e Scala.

La produzione si attesta sulle 400 unità al giorno e il nuovo modello, basato sulla piattaforma MQB del Gruppo, sarà in concessionaria in autunno ad un prezzo da comunicare.

'

Una produzione che punta alla velocità

Per la produzione di Kamiq Skoda ha investito circa 100 milioni di euro. L’intera linea di assemblaggio della piattaforma MQB27 è stata adattata in maniera specifica, anche attraverso la realizzazione di presse uniche nel loro genere.

Nei reparti di verniciatura, carrozzeria e assemblaggio sono stati modificati svariati passaggi, per esempio per rendere più veloce il montaggio dei particolari gruppi ottici di Kamiq in tecnologia LED.

Pronta al debutto

Michael Oeljeklaus, Membro del Board Skoda per Produzione e Logistica, ha commentato così l'avvio della produzione: "Il lancio di un nuovo modello è sempre un’occasione speciale, alla quale ci stiamo preparando da mesi. Sono sicuro che il nuovo Kamiq saprà sorprendere i nostri clienti per le sue doti eccellenti e le tante soluzioni pratiche, in tipico stile Skoda".

Lungo 4,241 mm, Kamiq è in linea con le Fiat 500X e Volkswagen T-Roc. Anche il baule è di riferimento, perché contiene 400 litri con il divano in posizione e 1.395 litri con gli schienali abbassati (il divano non scorre). Sarà proposto esclusivamente a trazione anteriore per venire incontro alle richieste del target urbano e sarà equipaggiato con motori dalla cilindrata ridotta.

Fotogallery: Skoda Kamiq, le prime foto ufficiali