Turbo e Turbo S, cambio a due marce, 2,8 secondi da 0 a 100, ricarica rapida e fino a 450 km di autonomia

La prima auto elettrica di Porsche si chiama Taycan, debutta al Salone di Francoforte ed è anche la prima rivale diretta della Tesla Model S che ha il merito di aver creato il segmento delle berline sportive a batteria.

Fedele alla sua tradizione la Casa tedesca ha deciso di puntare tutto su stile, tecnologia e prestazioni e non a caso ha scelto per le prime versioni della sua quattro porte a zero emissioni gli storici nomi di Turbo e Turbo S, anche se qui di turbocompressori veri e propri non ce ne sono.

'

Le prime (e più potenti) sono le Taycan Turbo

A distinguere Tycan Turbo e Taycan Turbo S c’è in primo luogo la potenza che parte da 680 CV e arriva a ben 761 CV, praticamente un record fra le elettriche di serie. Anche l’autonomia le distingue, essendo nel primo caso di 450 km e nel secondo di 412 km. I prezzi italiani della Taycan vanno da 156.817 euro (Turbo) a 190.977 euro (Turbo S) e l’auto è già ordinabile anche nel nostro Paese.

Nel corso del 2019 saranno proposte anche versioni meno potenti, probabilmente denominate Taycan e Taycan S, mentre per fine 2020 è annunciata la Taycan Cross Turismo con stile da wagon/crossover.

'

Larga, bassa e filante con un Cx di 0,22

Ma vediamola da vicino questa inedita Porsche Taycan che ha uno stile geneticamente derivato da quello del marchio e declinato secondo il nuovo corso elettrico di Porsche. La Taycan si presenta come una berlina a quattro porte (il bagagliaio di coda non ha il portellone con lunotto apribile) larga e piatta, lunga 4,96 metri e larga 1,96 metri, ma con un’altezza di appena 1,38 metri che significa un po’ più alta della 911 e poco più bassa della Panamera.

Porsche Taycan

Tipici del brand sono i parafanghi accentuati e la forma sottile del montante posteriore che si raccorda alla coda arrotondata, un po’ in stile 911. Del tutto nuova è la scritta Porsche con effetto vetro integrata nella barra luminosa in coda, mentre l’aerodinamica è ottimizzata per raggiungere un valore record di Cx di 0,22 (0,25 la Turbo S).

Comandi vocali "Hey Porsche" e niente pelle

Dentro la Porsche Taycan sono subito evidenti gli schermi digitali integrati in plancia e il cruscotto rialzato, ricurvo e separato, sempre digitale, che dona alla strumentazione un aspetto più “pulito” e futuribile. Al centro della plancia c’è lo schermo da 10,9” del sistema di infotainment che a richiesta si unisce al secondo schermo opzionale per il passeggero sotto un’unica superficie nera. Il numero di pulsanti fisici è stato ridotto al minimo per favorire l’uso di controlli a sfioramento o comandi vocali che rispondono alla frase “Hey Porsche”. I rivestimenti interni sono tutti “leather-free”, ovvero senza pelle animale; al suo posto ci sono materiali riciclati e sostenibili.

Porsche Taycan

A livello di abitabilità si segnala la presenza di specifiche rientranze per i piedi ricavate nella parte posteriore del pianale e della batteria sottostante, utile per garantire più spazio e comfort per chi siede dietro sulla Taycan. Questo permette anche di contenere l’altezza della vettura, elemento imprescindibile per una sportiva come la Porsche Taycan. Il vano di carico posteriore contiene 366 litri di bagagli e a questo si aggiunge un secondo bagagliaio anteriore da 81 litri di capacità.

0-100 in 2,8 secondi col Launch Control

Arriviamo finalmente alle prestazioni della prima elettrica Porsche. La Taycan Turbo S, grazie ai 761 CV di overboost della modalità Launch Control e ai 1.050 Nm di coppia è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in 2,8 secondi. Dal canto suo la Taycan Turbo propone invece 680 CV e 850 Nm per scattare da 0 a 100 in 3,2 secondi.

Porsche Taycan

Entrambe le versioni hanno una velocità massima di 260 km/h e nell’utilizzo senza Launch Control sviluppano 625 CV. Il peso a vuoto della Porsche Taycan è simile per le due versioni: 2.305 kg per la Turbo e 2.295 kg per la Turbo S. I consumi sono pari rispettivamente a 26,0 kWh/100 km e 26,9 kWh/100 km, dato che associato alla batteria da 93,4 kWh permette di avere autonomie elettriche di 450 e 412 km.

Ricarica ultra veloce a 800 volt e 270 kW

La Porsche Taycan è anche la prima auto elettrica di serie dotata di un impianto di bordo a 800 volt, anziché a 400 volt, sistema che permette di caricare la batteria in tempi più rapidi.

Porsche Taycan

In poco più di cinque minuti la ricarica ad alta potenza in corrente continua garantisce una percorrenza di 100 km e per il “pieno” dal 5 all’80% servono 22,5 minuti con una potenza massima di 270 kW. Per la ricarica in corrente alternata, dalla wallbox di casa o da una colonnina pubblica, c’è il caricatore di bordo da 11 kW.

Due motori, due marce e sospensioni pneumatiche

I motori elettrici della Taycan sono due, uno sull’asse anteriore e uno al posteriore, compatti e abbinati ad una trasmissione a due velocità installato per la prima volta al retrotreno. La prima marcia serve a dare un’accelerazione maggiore nelle partenze da fermo e la seconda è più lunga per assicurare l’efficienza nei lunghi viaggi. Il nuovo telaio integrato Porsche 4D-Chassis Control sfrutta i vantaggi delle sospensioni pneumatiche adattive, della trazione integrale, della regolazione elettromeccanica con stabilizzatore del rollio PDDC Sport e del torque vectoring PTV Plus.

Porsche Taycan

Il recupero di energia in decelerazione e frenata arriva a 265 kW, un valore superiore alle concorrenti. La modalità di guida della Taycan può essere scelta fra “Range”, “Normal”, “Sport” e “Sport Plus”, con in più la possibilità di configurazione personalizzata “Individual”. I freni hanno pinze a dieci pistoncini davanti e quattro dietro, con dischi (carboceramici sulla Turbo S) da 415-365 mm o 420-410 mm. Gli pneumatici sono da 20" sulla Turbo e da 21" sulla Turbo S, con quelli posteriori che arrivano alla misura 305/30 R 21.

Fotogallery: Porsche Taycan