Con il kit estetico è anche più cattiva: i cerchi sono da 23" come quelli della Lamborghini Urus

All'inizio di agosto Audi ha presentato un'immagine teaser di futuri sei modelli RS in arrivo entro il 2019. Siamo a fine ottobre e ne sono usciti cinque: RS Q3, RS Q3 Sportback, RS 4 Avant, RS 6 Avant e RS 7 Sportback, con il sesto che siamo quasi sicuri possa essere la RS Q8.

Chi ama la coppia in basso del diesel con consumi relativamente contenuti rimarrà deluso perché non arriverà nulla di più potente della SQ7 TDI. Almeno, non arriverà da Audi, perché il preparatore tedesco ABT hanno messo le mani sulla Q8 più potente adesso sul mercato, la SQ8 TDI. Il V8 biturbo da 4.0 litri adesso è più cattivo che mai, riuscendo a sviluppare 520 CV e 970 Nm di coppia contro i 435 CV e 900 Nm della versione standard.

Fotogallery: Audi SQ8 ABT

Body kit e cerchi da 23"

Auditography ha avuto la possibilità di filmare (trovate il video qui sotto) la SQ8 ABT in Austria. Non passa di certo inosservata con il body kit carrozzeria che prevede paraurti specifici e minigonne, con enormi cerchi da 23" come ciliegina sulla torta (come quelli della Lamborghini Urus). Nel video si vede anche una prova di accelerazione, con il classico 0-100 km/h che viene coperto in soli 4,45 secondi, circa 0,3 secondi in meno rispetto al modello standard.

Tutta questa coppia potrebbe sembrare eccessiva, ma bisogna tener presente che la SQ8 TDI è una delle auto attualmente più pesanti sul mercato, con un peso di circa 2.440 kg considerando un guidatore di 75 kg e il serbatoio di gasolio riempito per il 90%. Il SUV quindi ha bisogno di tutta questa spinta per attaccare il prima possibile la zona bassa del contagiri ed essere all'altezza del marchio "S", con il compressore elettrico che fa del suo per facilitare il compito.

Fotogallery: Audi SQ8 ABT