La berlina si aggiorna nel look e nella meccanica. Il V8 4.0 sale a 600 CV (+40) e l'impianto frenante è quello della Lamborghini Urus

La nuova Audi RS 7 Sportback è la seconda delle sei sportive firmate dal reparto RS dei Quattro Anelli che debutteranno entro la fine dell'anno. La berlina arriva alla sua seconda generazione e condivide motore, meccanica ed equipaggiamenti con la sorella familiare RS 6 Avant che già vi abbiamo fatto vedere in un video dedicato (cliccate qui per andare al video). Solo poche settimane fa l'avevamo immaginata in questo rendering: ci eravamo andati vicini, vero?

'

Fuori è ancora più arrabbiata

Se la precedente generazione vi sembrava già abbastanza cattiva... questa nuova lo è ancora di più. Le foto non riescono bene a trasmettere le proporzioni di un nuovo frontale, ispirato alla R8, e di fiancate super muscolose che fanno crescere la larghezza complessiva di questa RS 7 Sportback di ben 4 cm.

2020 Audi RS7 Sportback at the 2019 Frankfurt Motor Show

L'esemplare nelle foto è equipaggiato con il pacchetto carbonio e Black, che prevedono finiture in materiale composito e in nero lucido, logo compreso, e che esaltano la presenza su strada della berlina, merito anche degli enormi cerchi da 22". Cattivissimo lo sguardo, con i fari matrix LED che, nella parte inferiore, montano anche il modulo per la tecnologia laser. Cambia anche il posteriore, dove adesso i due terminali di scarico ovali sono incorniciati da una finitura a contrasto che segue il profilo dell'estrattore.

Audi RS7

Dentro un tripudio di tecnologia

Dentro ci sono meno novità rispetto al passato, tutte concentrate su infotainment e gestione delle modalità di guida. L'abitacolo è super curato e di ottima qualità, al top per quanto riguarda assemblaggi e accostamento di materiali, con sedili, volante e superfici che non fanno dimenticare di essere su una RS grazie ai tanti loghi sparsi per l'abitacolo.

Audi RS7

Sul volante adesso c'è il nuovo pulsante RS Mode, una scorciatoia che permette di andare a selezionare le modalità di guida personalizzate RS1 e RS2. Queste permettono di gestire indipendentemente tutti i parametri della macchina tra cui sterzo, sospensioni, motore, suono e velocità di cambiata.

600 CV e oltre 300 km/h

Esattamente come la RS 6 Avant, anche lei sfrutta l'esperienza Lamborghini. L'enorme impianto frenante è lo stesso della Urus, con pinze e cerchi carboceramici da 440 mm davanti e 420 dietro, i più grandi attualmente sul mercato (di serie ce ne sono di più piccoli da 420 mm davanti e 370 dietro). Arrivano inoltre i più moderni sistemi dinamici del gruppo VW come le quattro ruote sterzanti, le sospensioni adattive sportive optional e il sistema automatico di smorzamento del rollio.

Audi RS 7 Sportback (2019)

Anche il motore è lo stesso per geometria e cubatura, un V8 biturbo TFSI da 4.0 litri, ma con un po' meno cavalli rispetto al SUV: sotto al cofano della RS 7 Sportback infatti scalpitano 600 CV e 800 Nm di coppia disponibile tra i 2.050 e i 4.500 giri che, abbinati alla trazione integrale permanente quattro e a un cambio automatico tiptronic a 8 rapporti, permettono un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi e una velocità massima che, nei pacchetti più estremi, può toccare i 305 km/h.

A supporto il sistema mild-hybrid a 48 V

Ad aiutare il motore nelle fasi di spinta e per ridurre i consumi arriva a supporto la tecnologia mild hybrid con sistema a 48 V che già abbiamo visto su altri modelli del marchio in grado di recuperare fino a 8 kW di potenza sfruttando le decelerazioni e immagazzinandoli in una batteria agli ioni di litio specifica.

Audi RS 7 Sportback (2019)

Questo permette di veleggiare a motore spento al rilascio dell’acceleratore per un massimo di 40 secondi tra i 55 e i 160 km/h, consentendo sulla carta un risparmio medio di 0,8 litri di carburante ogni 100 km (circa 7 km in più ogni 100 percorsi). Quattro cilindri inoltre si "spengono" quando non è richiesta potenza.

Fotogallery: Audi RS 7 Sportback (2019)