Si chiama Recharge T5 Plug-in Hybrid e conta su 262 CV totali ottenuti dal 1.5 3 cilindri e un piccolo elettrico

Prima è stato il turno dell’elettrica pura, ora ecco arrivare la Volvo XC40 anche in versione ibrida plug-in. Il suo nome completo è Volvo XC40 Recharge (temine che indica tutte le Volvo con batterie ricaricabili alla spina) T5 Plug-in Hybrid e arriverà in Italia per la fine dell’estate, con listino fissato a 47.770 euro per la versione base, per arrivare ai 50.920 della top di gamma R-Design, ai quali togliere 2.500 euro di ecobonus in caso di rottamazione di una vecchia auto.

Un modello che, nelle intenzioni della Casa, potrà dare la spinta decisiva alle vendite di versioni PHEV, che raggiungeranno il 15% del totale sul mercato Italiano.

Solo anteriore

Basata sulla stessa piattaforma CMA delle versioni solo endotermiche (e dell’elettrica) la Volvo XC40 ibrida plug-in è mossa dal 1.5 turbo benzina 3 cilindri da 180 CV unito a un piccolo elettrico da 82 CV. La potenza totale arriva così a 262 CV, con 425 Nm di coppia, scaricati a terra unicamente dall’asse anteriore tramite (per quanto riguarda l’endotermico) un cambio automatico a 7 rapporti.

Fotogallery: Volvo XC40 Recharge T5 Plug-in Hybrid

I dati ufficiali parlano di una velocità massima di 180 km/h, limitata elettronicamente per non “stressare” troppo le batterie e 0-100 in 7,3”. Come sulle altre ibride plug-in presenti a listino ci sono differenti modalità di guida, per privilegiare ora le prestazioni, ora i consumi,

Volvo XC40 Recharge T5 Plug-in Hybrid

Sempre i dati dichiarati dalla Casa dicono che, secondo il ciclo WLTP, il consumo medio pari a 2/2,4 litri ogni 100 km con 45-55 g/km di CO2 emessa. Il tutto per un’autonomia in modalità solo elettrica di 45 km grazie a un pacco batterie da 10,7 kW nominali e 8,5 utilizzabili, ricaricabili (a seconda della linea elettrica utilizzata) da un massimo di 8 a un minimo di 3 ore.

La tecnologia ponte

La XC40 ibrida plug-in rappresenta, come già spiegato da Volvo in occasione della presentazione della XC40 elettrica, un ponte ideale tra le auto tradizionali e una mobilità a emissioni zero, dando un’autonomia elevata, la possibilità di non bruciare benzina e il poter contare su un motore endotermico per non dover dipendere unicamente dalle colonnine di ricarica.

Volvo XC40 Recharge T5 Plug-in Hybrid