A farle da base sarebbe la nuova 500 a batteria. Per lo stile basta ripartire da 48 anni fa

La Fiat 500 esiste nella gamma della casa torinese da più di ottant'anni e con poche interruzioni, ma solo nel 2007 è arrivata quella che ha saputo ripetere il successo del mitico "Cinquino" del 1957.

Lo stile arrotondato e volutamente nostalgico ha giocato un ruolo fondamentale nella fortunata carriera della 500 del 2007 ed è rimasto quasi invariato anche con la nuova 500 elettrica che vedremo in concessionaria in estate. Questa prima piattaforma elettrica di Fiat ci ha però portato a chiederci: perché non potrebbe rinascere anche la storica Fiat 126? Questa volta a zero emissioni!

Un augurio e un suggerimento

Ed è così che vi proponiamo il nostro rendering esclusivo della nuova Fiat 126 elettrica, una sorta di scommessa sull'arrivo di una variegata famiglia di auto italiane compatte e a batteria.

Fotogallery: Fiat 126 Elettrica

L'architettura elettrica della nuova 500 sembra infatti perfetta per far volare la fantasia di progettisti e designer verso modelli elettrici diversi, anche con un forte sapore retrò come questa ipotetica Fiat 126 EV. Il nostro è quindi un augurio e un suggerimento per una diversificazione dell'offerta Fiat che potrebbe piacere in Italia e nel resto del mondo.

Fiat 126, un successo in Italia, un trionfo in Polonia

A chi fosse troppo giovane per ricordarlo segnaliamo che la Fiat 126 è stata, a partire dal 1972, l'erede del mitico "Cinquino" del 1957. All'epoca il passaggio di consegne fra le due auto non è stato rapido e indolore perché gli italiani avevano imparato ad amare e volere la Fiat 500 per le loro esigenze basiche di mobilità e per il costo contenuto.

Fiat 126 (1972)

La Fiat 126 riesce però a prendere degnamente il testimone della storica "Nuova 500" utilizzando in pratica la stessa meccanica con motore bicilindrico posteriore raffreddato ad aria, proponendo in più una carrozzeria più grande, sicura e abitabile. Le linee sono decisamente squadrate e con una serie di restyling successivi riesce ad essere prodotta fino al 2000 in più di 4,7 milioni di pezzi, soprattutto in Polonia dove diventa un mito col nomignolo di Maluch ("Bambino" o "Piccolino" in italiano).

Operazione nostalgia elettrica: ci pensa anche Volkswagen

La nostra idea di immaginare una nuova Fiat 126 elettrica viene anche da quanto alcuni costruttori stanno mostrando di poter fare sulla base di piattaforme elettriche.

Volkswagen I.D. Buzz Concept at Pebble Beach

Un esempio su tutti è quello di Volkswagen che sul pianale modulare MEB costruisce già la ID.3, ma si prepara a lanciare modelli derivati dal design classicheggiante come la ID.Buzz in stile "Bulli" o la I.D.Buggy ispirata alle mode degli Anni ‘70.

Semplice e squadrata come una volta

Ma vediamola da vicino questa nostra Fiat 126 elettrica che è lunga 3,61 metri e ha una batteria da 42 kWh con cui percorrere fino a 320 km. Le forme di questa "Neo 126" tratteggiate dal nostro designer rispecchia quello del modello di origine, semplici, squadrate e senza orpelli inutili.

FIAT 126 Renders

Anche il montante posteriore riprende quello massiccio del 1972, mentre il frontale, già all'epoca privo di mascherina, torna come perfetto volto dell'elettrica cittadina col motore dietro che non ha bisogno di griglia anteriore.

Basta guardare alla e-up!

Riguardo ad un possibile posizionamento sul mercato della Fiat 126 elettrica possiamo fare un confronto con una concorrente diretta come la Volkswagen e-up!.

Volkswagen e-up! 2019

Questa ha una batteria da 32,3 kWh, autonomia di 260 km e un prezzo base di 23.350 euro. La tedesca può essere un buon punto di riferimento per capire in quale fascia di prezzo poter immaginare la nuova 126.

Da sviluppare con Citroen e Peugeot

Un elemento in più che ci porta a credere, o almeno a sperare, in un futuro produttivo per la Fiat 126 è quello che deriva dalla fusione di FCA e PSA. Le prossime Citroen C1 e Peugeot 108, elettriche anche loro, potrebbero nascere sulla stessa architettura della nuova 500, ma con forme ispirate alla 126 EV.

FIAT 126 Renders
Citroen C1
Peugeot 108 MY 2018

Insomma dall'attuale trio di modelli derivati dall'accordo PSA-Toyota potremmo nei prossimi anni arrivare ad un quartetto di elettriche: 126, C1 e 108, più la 500 che come stile fa storia a sé.