Quattro edizioni speciali per celebrare le Lotus da competizione più vincenti di sempre. Sotto c'è la Sport 220 da 222 CV

Lotus ha annunciato quattro edizioni speciali in tiratura limitata dedicate al suo modello più venduto, la Elise. La linea di chiama Classic Heritage Edition e rende omaggio al passato del Marchio nel mondo delle competizioni, con livree dedicate che riprendono quelle delle mitiche auto da corsa della seconda metà del '900.

Da fuori si riconoscono subito, con i colori che sono quelli storici del marchio, primo tra tutti l'oro. In totale saranno prodotti 100 esemplari di Elise Classic Heritage Edition, già in vendita nelle concessionarie Lotus. Se ve lo state chiedendo non saranno prodotte 25 auto per ciascun colore, con i fortunati proprietari che possono scegliere tra le 4 livree a proprio piacimento.

Omaggio a quattro mostri sacri delle competizioni

Come abbiamo già detto, sono quattro le possibili combinazioni di colori, ognuna delle quali omaggia alcune delle più vincenti tra le Lotus da competizione. Eccole in base ai colori: che si riferisce ad Bianco e blu; rosso, argento e bianco; oro, rosso e bianco; nero e oro.

  • Nero, oro: riprende la livrea della mitica Lotus Type 72D con cui Emerson Fittipaldi ottenne cinque vittorie nel Campionato Mondiale di Formula 1 nella stagione 1972.
  • Rosso, bianco, oro: riprende la livrea della Lotus Type 49B con cui Graham Hill correva nel 1968.
  • Blu, bianco: riprende la livrea della Lotus Type 18 del 1960 che, sessant'anni fa, ha conquistato la prima pole position e la prima vittoria nella storia della Casa in Formula 1. Era il Gran Premio di Monaco e al volante c'era Sir Stirling Moss.
  • Argento, bianco, rosso: riprende la livrea della Lotus Type 81 del 1980 guidata da Nigel Mansell, Elio de Angelis e Mario Andretti.

Ricca (ma essenziale) dotazione di serie

La Lotus Elise è una delle icone della sportività associata - e derivante - al concetto di leggerezza, per cui non stupisce che la dotazione sia ridotta all'osso. Nonostante questo, di serie su tutte le Classic Heritage Edition abbiamo la radio digitale DAB con quattro altoparlanti, l'aria condizionata, il cruise control, i cerchi in lega ultraleggeri e i tappetini neri, con l'edizione limitata che, in aggiunta, prevede gli interni bicolore a seconda della tonalità esterna scelta.

Si tratta di una sportiva per cui non ci stupiamo che a listino, tra gli optional, ci siano accessori che rendono l'esperienza di guida ancora più coinvolgente ed estrema. Tra quelli più interessanti troviamo il tetto in fibra di vetro - per risparmiare qualche chilo -, una batteria agli ioni di litio più leggera e un impianto di scarico sportivo in titanio.

Fotogallery: Lotus Elise Classic Heritage Editions 2020

222 CV e prestazioni super

Di base, le Classic Heritage Edition sono delle Elise Sport 220, quindi spinte da un motore a quattro cilindri da 1.8 litri di derivazione Toyota sovralimentato da un compressore. La potenza è di 222 CV con la coppia massima che tocca i 250 Nm: numeri che, sulla carta, non stupiscono. Ma non lasciatevi ingannare, perché il peso a secco è di soli 914 kg per un rapporto peso-potenza da urlo. Le prestazioni lo confermano, con un'accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 4,6 secondi e una velocità massima di 233 km/h. La trazione è posteriore e il cambio un manuale a sei marce.

Lotus Elise Classic Heritage Edizioni
Lotus Elise Classic Heritage Edizioni

Quanto costa?

Oltre che per la livrea e gli interni, le Classic Heritage Edition si riconoscono dalla presenza di una placca commemorativa numerata sul cruscotto. In Italia i prezzi ancora non sono stati annunciati: in Inghilterra è in vendita a 46.250 sterline circa 6.350 sterline rispetto a una Elise Sport 220 di base che, da noi, parte da 55.220 euro.