Il sistema garantisce maggior potenza distribuita su tutto l'arco dei giri e una risposta istantanea. Ecco come funziona

Non è un segreto che Mercedes-AMG si stia muovendo a piccoli passi verso l'elettrificazione. L'obiettivo è quello di evolvere gli attuali sistemi mild hybrid e di arrivare a presentare in futuro sportive completamente elettriche e dalle prestazioni straordinarie seguendo la strada tracciata dalla visionaria SLS AMG Electric Drive lanciata nel 2013.

Ma qual è il segreto per raggiungere potenze elevatissime non andando in conflitto con le sempre più stringenti norme antinquinamento? L'asso nella manica degli ingegneri di Affalterbach è un nuovo turbocompressore elettrico, l'e-turbo, che promette di eliminare definitivamente il turbo lag, il ritardo nella risposta quando si preme l'acceleratore tipico dei motori turbocompressi.

L'e-turbo è più piccolo, ma più potente

La prossima serie di modelli AMG, identificati dalla sigla "73", monteranno un sistema ibrido plug-in da circa 800 CV mentre la hypercar AMG One, con il suo propulsore elettrificato derivato direttamente dalla F1, supererà la soglia delle quattro cifre di potenza.

Turbocompressore gas di scarico elettrico Mercedes-AMG

Progettato da AMG in collaborazione con Garrett Motion, l'e-turbo proviene direttamente dal mondo della Formula 1 e combina la rapida risposta di un piccolo turbocompressore alle elevate prestazioni di un modulo più grande.

Come funziona

Ma come si elimina il turbo lag? Gli ingegneri hanno installato un piccolo motore elettrico di circa 4 cm per lato sull'albero del turbocompressore, tra la girante di scarico e quella di aspirazione, che lavora facendo girare il rotore del compressore ancor prima che questo inizi a ricevere il flusso dei gas di scarico.

Così facendo, la risposta ritardata di un turbocompressore convenzionale viene praticamente eliminata poiché i gas di scarico entrano subito in pressione, con il motore che risulta molto più reattivo lungo tutto l'arco dei giri.

AMG ha dichiarato che l'e-turbo aiuta anche il motore a combustione a fornire una coppia maggiore a regimi più bassi, a tutto vantaggio delle prestazioni che, rispetto ad un propulsore turbo tradizionale, sono più elevate.

Fotogallery: Mercedes-AMG, il turbocompressore elettrico che elimina il turbo lag

Le nuove Black Series saranno le prime a montarlo?

Mercedes-AMG si è sbilanciata e non ha fatto sapere quale auto sarà la prima a beneficiare di questa tecnologia, ma indiscrezioni provenienti da Garrett suggeriscono che l'e-turbo possa debuttare su un'auto stradale già nel corso del 2021. Si tratta della AMG GT Coupé4 73? O magari della GT Black Series? Tempo al tempo.

Tobias Moers, attuale boss di AMG che, dal 1° agosto, diventerà CEO di Aston Martin, ha rivelato che la futura Black Series avrà "qualcosa di diverso" in termini di motore, aggiungendo che "non abbiamo mai fatto qualcosa di simile prima d'ora". Si tratterà dell'e-turbo o di qualcos'altro?