Sono aperte le ordinazioni per la versione speciale Edition One. Arriverà sul mercato in autunno ma ancora non si conoscono i prezzi

L'attesa è finita: dopo averla vista camuffata in diverse foto spia eccola finalmente al debutto. Si è alzato il sipario sull'Audi Q5 restyling, con Ingolstadt che ha deciso di mettere mano al suo SUV "medio" di punta per non perdere terreno nei confronti di una concorrenza che, in questo segmento, è sempre più agguerrita.

La Q5 cresce nelle dimensioni toccando i 4 metri e 68 di lunghezza (+1,9 cm) e si aggiorna nel look e nei contenuti affiancando, sotto il cofano, motorizzazioni tradizionali benzina e diesel a varianti ibride, sia mild che plug-in. Arriverà sul mercato nell'autunno di quest'anno con prezzi a partire - in Germania - da 48.700 euro.

Da fuori è una piccola Q8

L'Audi Q5 restyling è a tutti gli effetti una Q8 in miniatura perché riprende tutte quelle caratterizzazioni stilistiche che, negli ultimi tempi, hanno fatto fare un bel salto in termini di design a tutta la gamma SUV di Ingolstadt. La griglia single frame ottagonale è ora più larga così come le prese d'aria laterali che sono posizionate più in alto e ospitano tanti piccoli elementi di forma trapezoidale e i fari hanno una nuova firma luminosa a LED.

Fotogallery: Audi Q5 restyling (2020)

Di lato sembra più slanciata per via della maggiore altezza da terra e dei nuovi cerchi (da 17 a 21") mentre al posteriore sono cambiati il paraurti e i gruppi ottici che possono contare ora sulla tecnologia OLED digitale (ne parliamo nello specifico qui sotto). All'arrivo sul mercato non mancherà a listino una versione più sportiva S Line che, come sull'attuale Q5, adotta paraurti e minigonne più marcate e finiture di colore nero anziché argento. Con il restyling arrivano anche due colori nuovi per la carrozzeria che vanno ad aggiungersi ai dieci attuali.

Gli interni sono pressoché identici a quelli attuali: lo schermo dell'infotainment è ora più grande e sparisce il rotore al centro della consolle da cui si poteva controllare il sistema a favore di un portaoggetti più spazioso. Rimane ampia la scelta di materiali e rivestimenti, diversi a seconda che si scelga un allestimento standard o l'S Line più sportivo.

Come funziona la tecnologia OLED

L'OLED è un tipo di diodo organico - utilizzato per schermi e televisori - che permette di realizzare display (fari, in questo caso) con la capacità di emettere luce propria da una superficie omogenea. Ogni gruppo ottico posteriore della Q5 restyling è diviso in tre parti, a loro volta divise in sei parti per un totale di diciotto componenti distinte che possono illuminarsi indipendentemente dalle altre. Ciò ha consentito ai progettisti Audi di creare diversi design e firme luminose differenti ma provenienti da un singolo hardware.

Audi Q5 restyling (2020)

In poche parole, l'illuminazione del faro si può personalizzare. Selezionando diverse modalità di guida cambia il design della firma luminosa, con il gruppo ottico che è dotato anche di sensori di prossimità per lanciale messaggi a chi segue in caso si dovesse avvicinare troppo - e pericolosamente - all'auto (ne avevamo già parlato in un video sul futuro dei fari). Per quanto riguarda gli anteriori, l'equipaggiamento base della Q5 restyling prevede "semplici" fari a LED, con i matrix disponibili come optional.

L'infotainment integra ora Amazon Alexa

Come anticipato, l'infotainment di nuova generazione con processore MIB 3 (dieci volte più potente rispetto al vecchio MIB 2) è la principale novità. Dietro al volante c'è sempre il Virtual Cockpit da 12,3" in abbinamento allo schermo centrale da 10,1, esattamente come altre Audi che abbiamo provato recentemente.

Audi Q5 restyling (2020)

Il sistema si collega ora alla rete e può essere integrato con Amazon Alexa (di recente abbiamo provato Amazon Echo Auto, cliccate sul link per scoprire come funziona), usufruendo dei servizi Car2X che mette in comunicazione l'auto con le altre e con le infrastrutture circostanti.

Un'importante novità è il servizio che consente ai clienti di sbloccare nuove funzioni anche post-acquisto pagando la differenza di prezzo tramite l'app o il portale online myAudi. Le funzioni vengono quindi attivate via etere e possono essere sbloccate per un mese, un anno o a tempo indeterminato.

Audi Q5 restyling (2020)
Audi Q5 restyling (2020)

All'inizio solo un turbodiesel da 204 CV

L'Audi Q5 restyling sarà disponibile nei primi mesi solo con il nuovo motore turbodiesel mild hybrid a quattro cilindri da 2.0 litri da 204 CV e 400 Nm di coppia (la Q5 40 TDI), più leggero rispetto al vecchio propulsore di pari potenza e alimentazione. Un generatore a cinghia (BSG) alimenta il sistema elettrico del veicolo a 12V incorpora una batteria agli ioni di litio con il sistema che, in generale, permette di spegnere il motore in fase di stop a partire dai 22 km/h risparmiando carburante. 

Accelera da 0 a 100 km/h in 7,6 secondi e raggiunge una velocità massima di 222 km/h grazie all'abbinamento con il cambio automatico S tronic a sette marce di serie e al sistema di trazione integrale quattro con tecnologia ultra: in condizioni standard la trazione è esclusivamente anteriore con due frizioni che, in caso di necessità, trasferiscono la coppia alle le ruote posteriori.

Audi Q5 restyling (2020)
Audi Q5 restyling (2020)

Più avanti arriveranno anche altre motorizzazioni: altri due TDI a quattro cilindri, un TDI V6 e due turbobenzina TFSI a quattro cilindri da 2.0 litri. Non mancheranno nemmeno due varianti ibride plug-in.

Sono aperte le ordinazioni per la Edition One

Per celebrare l'arrivo sul mercato del restyling della seconda generazione di Q5, Audi ha aperto le ordinazioni per la versione speciale "Edition One". Fuori è caratterizzata dal pacchetto S Line a cui si aggiunge il Pack Black che prevede tutte le finiture in nero al posto di quelle in argento satinato (modanature, barre sul tetto, specchietti, rivestimento portiere). Poi si distingue anche dalle pinze freno rosse, dalle ruote da 19" e, dentro, dai sedili sportivi. Per il colore della carrozzeria si può scegliere tra bianco, nero, verde e blu.