Il ricavato sarà donato a favore dell’organizzazione no-profit Save the Children

Quale americano non sarebbe felice di portarsi a casa l’ultima sportiva di Maranello e per di più per una buona causa? Dal 22 al 29 ottobre tutto ciò sarà possibile. Uno dei primi esemplari destinati all'esportazione in Nord America della Ferrari Roma, verrà battuto all'asta, in collaborazione con il marchio italiano, sulla piattaforma online della RM Sotheby’s.

Lo scopo dell’iniziativa è quello di aiutare i bambini che vivono nelle aree più disagiate e pericolose del mondo. La casa d’aste non riceverà alcun provento da questo affare. Dal primo all'ultimo dollaro andranno tutti a favore di Save the Children.

La nuova Gran Turismo ispirata dagli anni Cinquanta, che rievoca le Ferrari eleganti di un tempo come la 250 GT Berlinetta Lusso, sarà consegnata a chi se l’aggiudicherà, tramite il concessionario ufficiale Ferrari nordamericano di sua scelta. 

Uno ed unico lotto a disposizione

Sarà una vettura color Bianco Italia con interni in pelle bordeaux a divenire oggetto del desiderio dei partecipanti all'asta. Dettagli esterni in fibra di carbonio tra i quali lo spoiler anteriore e il diffusore posteriore, ma anche sospensioni Magnaride e cerchi in lega diamantati da 20 pollici.

Fotogallery: Ferrari Roma

Internamente spazio ai rivestimenti delle portiere in fibra di carbonio e quello del cielo in pelle. In più a bordo sono presenti i poggiapiedi del conducente e del passeggero in alluminio, il display del passeggero, lo schienale del sedile posteriore reclinabile, sistema hi-fi ad alta potenza e Apple CarPlay.

Chi può fare un’offerta

L’asta è aperta ai soli offerenti nordamericani, poiché l'auto, assemblata secondo le specifiche statunitensi, deve essere immatricolata in Nord America.

La possibilità di accaparrarsela è estesa anche ai cittadini stranieri in grado di dimostrare di essere residenti negli Stati Uniti, in Messico o in Canada e che ovviamente dovranno immatricolare l'auto in uno di questi luoghi.

L’iniziativa è supportata da diversi personaggi del mondo dello spettacolo tra cui Adam Levine dei Maroon 5, che tra l’altro è anche un collezionista Ferrari.