Il colosso corenao Hyundai Motor Co, quello che produce auto con marchio Hyundai e Kia, smentisce ufficialmente ogni trattativa o accordo imminente con Apple per lo sviluppo e la produzione di un'auto elettrica a guida autonoma.

La comunicazione, riportata dalla Reuters e rientrante nella policy di chiarimenti dovuti agli azionisti, arriva ad un mese esatto dall'annuncio fatto dallo stesso gruppo asiatico che parlava di "primi contatti" con Apple.

Dopo la corsa ai rialzi, il tonfo in borsa

Questo annuncio non è piaciuto ai mercati azionari che al momento fanno segnare cali importanti per i due marchi asiatici: alla borsa di New York il titolo Hyundai Motor è sceso del 6,21% rispetto a venerdì scorso, mentre per Kia che veniva indicato come marchio scelto per la partnership con Apple il calo è del 14,98%.

Il passo falso delle azioni Hyundai fanno però il paio con la crescita improvvisa che le stesse azioni avevano registrato proprio a inizio gennaio, quando c'era stato il primo annuncio di trattative avviate con l'azienda di Cupertino.

Probabili resistenze interne

Nel raffreddare i primi entusiasmi e un dare momentaneo addio all'accordo con Apple il gruppo sudcoreano ha detto:

"Stiamo ricevendo richieste di collaborazione per lo sviluppo congiunto di auto elettriche a guida autonoma da diverse aziende, ma per ora siamo alle fasi iniziali e nulla è stato ancora deciso".

La dichiarazione ufficiale, molto simile alla precedente, cancella ogni riferimento ad Apple, ma non svela neppure i nomi delle aziende con cui è già in trattativa. Secondo fonti interne citate dalla stessa Reuters, ci sarebbero state delle forti resistenze a livello di management che storicamente non è propenso a collaborazioni con altri. In pratica i vertici avrebbero detto:

"Noi non siamo un'azienda che fa auto per altri".

Ricordiamo che la capofila Hyundai Group è la seconda holding più importante in Corea del Sud, una conglomerata (o Chaebol nella tradizione locale) con un fatturato vicino ai 166 miliardi di euro.