Al raduno annuale di Moab, Jeep presenta quattro versioni esclusive di Wrangler e Gladiator, tra cui la prima elettrica Magneto

Pasqua si sta avvicinando e questo significa che siamo prossimi a vedere i prototipi realizzati da Jeep per il raduno annuale dell’Easter Jeep Safari. Un’occasione unica per scoprire e testare su strada dei concept che, probabilmente, non vedremo mai prodotti in serie. Per l’Easter Safari 2021 (in programma dal 27 marzo al 4 aprile, nel rispetto delle norme anti Covid), Jeep propone quattro modelli che affronteranno i percorsi di Moab, in Utah.

Si passa dalla Magneto Concept, una Wrangler 100% elettrica, fino alla Jeepster Beach, ovvero una Wrangler del 1968 ridisegnato in chiave moderna. In mezzo, un imponente prototipo della Gladiator e una sgargiante Wrangler in colorazione Orange Peelz.

Jeep Wrangler Magneto

Fotogallery: Jeep Magneto EV Concept

La Magneto è la più interessante di tutti, dato che da mesi si parla di una Wrangler totalmente elettrica dopo la versione ibrida plug-in 4xe. La Wrangler Magneto è un fuoristrada duro e puro con ruote da 35” All-Terrain e una capacità di guado di 76 cm. A muovere la Jeep ci pensa un’unità elettrica da 289 CV e 370 Nm di coppia capace di raggiungere i 6000 giri al minuto. A differenza di tutte le elettriche, però, qui troviamo un cambio manuale a 6 rapporti, mentre lo scatto 0-100 km/h è di circa 6,8 secondi.

Il motore elettrico della Magneto è alimentato da quattro batterie agli ioni di litio con capacità complessiva di 70 kWh.

Jeepster Beach

Jeep Easter Safari 2021 prototipi

La Beach Concept è Jeepster Commando C-101 del 1968 completamente restaurata e ricostruita utilizzando alcuni elementi di una moderna Wrangler Rubicon. Il prototipo richiama le Jeep di una volta con enormi pneumatici da 35”, la griglia anteriore a 7 feritoie, fari circolari e un parabrezza molto spigoloso. Nell’abitacolo troviamo i rivestimenti in pelle rossa e un roll-bar posteriore cromato che sostituisce i sedili posteriori.

Se visivamente sembra di essere tornati agli anni ’60, sotto al cofano si trova un moderno 2.0 turbo preso in prestito dall'attuale Wrangler. Il propulsore a 4 cilindri sprigiona 345 CV e 500 Nm di coppia.

Jeep Gladiator Red Bare

Jeep Easter Safari 2021 prototipi

L’immenso pick-up Gladiator sfoggia tutta la sua personalità nel concept Red Bare. La Jeep con cassone si mostra in una brillante colorazione Fire Cracker Red e finiture nere ed oro. L’allestimento è il Rubicon, ma ci sono diversi elementi ripresi dal Mojave come lo stile del cofano, delle portiere e il soft-top. L’abitacolo è invece rivestito in pelle Katzkin Black con cuciture ed inserti rossi.

La Gladiator Red Bare è mosso da un 3.0 V6 turbodiesel da 263 CV e 599 Nm di coppia. La carrozzeria è rialzata di 5 cm e si appoggia su pneumatici da 37”. Non mancano un argano anteriore e una preparazione specifica per il fuoristrada con rapporto di trasmissione di 91:1.

Jeep Wrangler Orange Peelz

Jeep Easter Safari 2021 prototipi

A proposito di mezzi capaci di catturare l’occhio, non passa inosservato nemmeno la Jeep Wrangler Orange Peelz. Gli esterni presentano la colorazione arancione con dettagli neri a contrasto ed enormi passaruota “vintage”. Sono stati rimossi i vetri laterali e posteriori ed è stato installato un Hard Top (rinominato “Freedom Top”) completamente rimovibile. L’abitacolo ha ricevuto diversi accessori Mopar come la pedaliera in alluminio e i tappetini in gomma.

A dare brio alla Wrangler Orange Peelz ci pensa un 3.6 V6 Pentastar da 289 CV e 353 Nm di coppia, abbinato ad un cambio automatico ad 8 rapporti. Il powertrain è stato leggermente modificato con un nuovo impianto di scarico e un sistema di raffreddamento migliorato. Troviamo inoltre un lift kit da 5 cm e sospensioni Fox abbinate agli pneumatici da 37”.

Fotogallery: Jeep Easter Safari, i Concept 2021