Le quattro edizioni Super Sport della storia si sono ritrovate per un servizio fotografico a base di (tanti) cavalli ed esclusività

Leggere “Bugatti” evoca già concetti come velocità, prestazioni e (tanta) potenza. La sigla Super Sport, però, è ancora più esclusiva. Ogni generazione di Bugatti ha avuto la sua versione ad altissime prestazioni e la Casa le ha riunite per una foto di gruppo davvero eccezionale.

L’inizio della leggenda

La prima Super Sport è stata lei: la Bugatti Type 55. Si tratta dell’unica Super Sport dell’era di Ettore Bugatti e venne presentata al Salone di Parigi del 1931. I 38 esemplari realizzati montavano un 2.3 sovralimentato a 8 cilindri in linea, nascosto da forme eleganti, capace di far superare all'auto i 180 km/h.

La storica riunione delle Bugatti Super Sport
Bugatti Type 55 Super Sport

Premendo il pulsante “Fast Forward” della macchina del tempo si arriva fino agli anni ’90 e alla EB 110 Super Sport, prodotta in 39 esemplari. Questa Bugatti ha rappresentato la prima auto di serie ad essere realizzata parzialmente in fibra di carbonio. Proprio grazie all’uso intensivo di materiali leggeri, la carrozzeria faceva segnare soli 125 kg sulla bilancia.

La storica riunione delle Bugatti Super Sport
Bugatti EB 110 Super Sport

Il V12 era supportato da quattro turbo per una potenza totale di 610 CV. Il tutto era abbinato alla trazione integrale e ad un cambio manuale a 6 rapporti con tanto di differenziale posteriore a slittamento limitato. Il risultato? Una velocità massima di 351 km/h e uno 0-100 km/h coperto in 3,26 secondi.

Gli anni 2000

Arriviamo quindi agli anni 2000. Sotto la nuova proprietà del Gruppo Volkswagen, ecco la Bugatti Veyron. Nella declinazione Super Sport, realizzata in 48 esemplari, l’8.0 W16 è capace di raggiungere i 1.217 CV e una coppia mostruosa di 1250 Nm.

La storica riunione delle Bugatti Super Sport
Bugatti Veyron Super Sport

L’aerodinamica sofisticata completa il pacchetto dell’hypercar, in grado di toccare la velocità record di 431 km/h nel 2010. Tutta la furia del 16 cilindri si scatena in pochissimi secondi: l’accelerazione 0-100 km/h è di 2,5 secondi e ne bastano 7,3 per toccare i 200 km/h da fermo.

La storica riunione delle Bugatti Super Sport
Bugatti Chiron Super Sport

L’ultima tappa nel viaggio delle Super Sport è la Chiron. Ribattezzata 300+ in riferimento alle miglia orarie che è in grado raggiungere (490 km/h), si tratta tuttora di una delle auto più veloci del pianeta.

Il motore è sempre un 8.0 W16 fortemente rivisto rispetto alla Veyron, tanto che raggiunge i 1600 CV e i 1600 Nm di coppia (+100 CV rispetto ad una Chiron “base”). 

Fotogallery: La storica riunione delle Bugatti Super Sport