La baby Jeep potrebbe utilizzare la nuova piattaforma STLA Small e avere trazione integrale e autonomia superiore ai 450 km

Il 2025 sarà una data chiave per il futuro di Jeep. Secondo il CEO del marchio americano Christian Meunier, entro questa data ci sarà un modello elettrico in ogni segmento. Un altro suggerimento sui piani della Casa arriva da Mark Allen, il direttore del design, che ha parlato di un’espansione della gamma di Jeep. Queste due condizioni sembrano aprire le porte ad un nuovo modello compatto a batteria.

La più piccola delle Jeep

Secondo quanto riportato da Auto Express, la linea di modelli di Jeep potrebbe presto comprendere un SUV di piccole dimensioni. Nella ricostruzione operata dalla testata inglese si parla di una Jeep con linee tradizionali caratterizzata da un design squadrato, dalla griglia con sette feritoie e da passaruota massicci.

La nuova misteriosa Jeep potrebbe basarsi sulla prossima generazione della piattaforma CMP di Stellantis, la quale debutterà nel 2022. L’architettura permetterà di installare powertrain elettrici ancora più performanti sui modelli compatti come Peugeot 208 e 2008 e Opel Corsa, ma difficilmente consentirà la presenza di un sistema di trazione integrale meccanico.

Trazione integrale elettrica

Per mantenere ben salda l’identità 4x4 di Jeep, c’è comunque un’alternativa. La nuova piattaforma STLA Small annunciata nel corso dell’EV Day potrebbe accomodare una soluzione a quattro ruote motrici con due motori elettrici, uno su ogni asse. Su questa architettura si potranno montare pacchi batterie da almeno 37 kWh con un’autonomia stimata superiore ai 450 km.

L’arrivo di questa piattaforma è previsto per il 2026, ma Stellantis potrebbe accelerare i tempi per proporre il prima possibile una gamma sempre più “green”. Per il momento, comunque, sono tutte solo ipotesi. Non è escluso che la baby Jeep venga proposta in versione ibrida plug-in con una piccola unità a batteria in grado di supportare il motore termico.

Fotogallery: Jeep Renegade 4xe