Negli ultimi tempi si è scritto molto (e molto ancora si scriverà) sul prossimo addio di Lamborghini al proprio V12 aspirato, destinato a percorrere la via dell'elettrificazione sia con uno schema a "supercondensatore" in stile Sian, sia con un powertrain ibrido plug-in.

La fine di un'era celebrata dalla Lamborghini Aventador Ultimae, ultima Lambo mossa dal V12 libero da ogni tipo di ausilio elettrico. O almeno, ultima Lambo stradale a montare unicamente il V12 aspirato. Se infatti i modelli targati hanno un destino segnato, quelli per la pista potrebbero portare avanti la tradizione nata con la Miura e arrivata fino ai giorni nostri.

Parola del capo

Si tratta non solo di voci che rimbalzano come biglie impazzite sul web, ma di una speranza aggrappata alle parole di Stephan Winkelmann, CEO di Lamborghini, in risposta alla domanda dei colleghi di Autocar. Quale domanda? Semplice, quella che da tempo risuona nella testa di tutto noi petrolhead "Ci sono piani per modelli non elettrificati mossi dal motore V12?"

La risposta non è definitiva, ma si limita a un

Vediamo cosa viene fuori. Ci sono tante cose sul nostro piatto, quindi dobbiamo essere concentrati

Lamborghini potrebbe quindi seguire quanto annunciato tempo fa da Aston Martin, pronta ad abbandonare in toto i motori puramente endotermici a partire dal 2030, riservandoli unicamente per i modelli dedicati alla pista. La Lamborghini Essenza SCV12 potrebbe quindi non scomparire dai radar, ma continuare a correre accompagnata sempre dall'urlo del V12 aspirato. Per tanto tempo ancora.

La Lamborghini Essenza SCV12 vista dal vivo

Cosa ci aspetta

Ma se tra i cordoli dei circuiti il V12 potrà correre libero, su strada le Lamborghini avranno vari gradi di elettrificazione per poi arrivare - nella seconda metà del decennio - a fare completamente a meno di motori endotermici per dare così vita alla prima Lamborghini elettrica.

Come detto si passerà dai supercapacitori derivati dalla Sian e dall'ibrido plug-in destinato all'erede diretta della Aventador, in arrivo nel 2023. Prima (2022) sarà il turno del restyling Lamborghini Urus che, come le sue "cugine" basate sulla piattaforma MLB Evo, potrebbe montare un sistema ibrido plug-in. Il 2024 arriverà invece l'erede della Huracan, sicuramente elettrificata, chissà se mossa ancora dal V10.

Fotogallery: Lamborghini Essenza SCV12