La prima edizione dell'Audi e-Rally 20quattro ore dei Laghi si è ormai conclusa e la Casa dei Quattro Anelli ha dato ancora una volta prova di quanto stia puntando su un futuro 100% elettrico. Una strategia che non si basa solo sulla ricerca e la progettazione di componenti all’avanguardia in grado di migliorare e ottimizzare le prestazioni e i consumi dei modelli a zero emissioni, ma anche sullo sviluppo di un’infrastruttura di ricarica sempre più omogenea ed efficiente.

Per garantire il corretto svolgimento del primo rally italiano 100% elettrico e consentire ai sei equipaggi di ricaricare in pochissimo tempo le batterie delle proprie vetture tra una prova e l’altra (circa 10-20 minuti per riportarle all’80% in base all'autonomia rimasta), Audi ha utilizzato un’interessante soluzione che si comporta proprio come un “grande caricabatterie portatile”.

Ricarica fino a 350 kW

Il numero limitato di colonnine presenti a Cortina D’Ampezzo, tra le quali spiccano le 7 installate da Audi nell'ambito della collaborazione con la cittadina che dura ormai da due anni, non era sufficiente per garantire ricariche veloci e un punto di ritrovo comune per la fine di ciascuna tappa.

Audi e-Rally 20quattro ore dei Laghi

Proprio per questo motivo Audi, per ricaricare le Q4 e-tron e le RS e-tron GT , si è affidata a un dispositivo portatile composto da 4.500 celle agli ioni di litio ricondizionate provenienti dai moduli dei pacchi batteria della prima generazione del SUV e-tron, la prima vettura 100% elettrica della Casa di Ingolstadt.

Audi e-Rally 20quattro ore dei Laghi

Il “caricabatterie portatile”, già utilizzato in occasione della Coppa del mondo di Sci a Cortina, ha una capacità complessiva di 1.000 kWh, una potenza totale di ricarica di 1.200 kW e dispone di 20 punti di ricarica: 8 HPC a corrente continua con potenza fino a 350 kW e 12 a corrente alternata con potenza fino a 22 kW. Ricaricato a sua volta con corrente continua a 40 kW dalla rete dell’hotel, il caricabatterie può in realtà gestire una potenza massima in ingresso di 150 kW, la stessa della e-tron, senza nessun problema di surriscaldamento.

Un servizio di ricarica premium

Il sistema di ricarica portatile che abbiamo visto in azione durante la prima edizione del e-Rally 20quattro ore è alla base della nuova infrastruttura di ricarica pensata e sviluppata da Audi. Si chiama Audi Charging Hub e consiste in vere e proprie lounge di ricarica ultrafast nelle quali il cliente non soltanto ricarica la propria vettura elettrica con potenze fino a 320 kW, ma vive anche un’esperienza premium con servizi di mobilità aggiuntivi come test drive dedicati, noleggio di scooter elettrici, approfondimenti con personale qualificato della Casa e interscambio di batterie per e-bike.

Audi Charging Hub

La prima installazione Audi Charging Hub è stata inaugurata presso il centro fieristico di Norimberga il 23 dicembre scorso. Alimentata con energia rinnovabile attraverso una connessione a 200 kW che integra la linea già esistente, la stazione di ricarica premium di Audi è provvista di celle agli ioni di litio ricondizionate provenienti dalla Q4 e-tron con il compito di stoccare continuamente energia fino ad un massimo di 2,45 MWh per poi restituirla alle vetture collegate tramite colonnine HPC con potenza fino a 320 kW.

Fotogallery: Foto - Audi e-Rally 20quattro ore dei Laghi