Avete mai sentito parlare della Lada X-Ray? E la Largus vi dice qualcosa? Oppure la Kalinka? Modelli sconosciuti alla stragrande maggioranza degli automobilisti europei, ma celebri in Russia. A unirli c'è il marchio Lada e la fabbrica di Togliatti, di proprietà di AvtoVaz. Quella AvtoVaz il cui 67,69% delle azioni è passato di mano da Renault all'Istituto centrale di ricerca e sviluppo su automobili e motori russo.

Un cambio di proprietà conseguenza dell'abbandono di tutte le attività sul suolo russo da parte della Losanga - che ha (o meglio, aveva) nella Russia il proprio secondo mercato mondial - e della volontà del governo di nazionalizzare tutte le attività lasciate da proprietà occidentali. Ora che il cambio di proprietà è stato messo nero su bianco, come cambierà la produzione del Gruppo francese e quali modelli perderà?

Qui Togliatti

La produzione di AvtoVaz ha nella fabbrica di Togliatti il proprio cuore, uno stabilimento nato negli anni '60 sotto l'egida Fiat e passato sotto il controllo dell'Alleanza Renault-Nissan nel 2008. Un colosso dell'industria con capacità produttiva di 650.000 auto e 400.000 motori, dal quale nel 2020 (ultimi dati disponibili) sono state assemblate 318.826 unità. Modelli destinati al mercato interno, affiancati da 381.838 trasmissioni, 441.506 motori e 880.956 chassis.

Ma quali sono i modelli che l'Alleanza perde con l'addio a Togliatti?

Lada Granta (117.677 unità prodotte)

Lada Granta

Si tratta di una piccola di segmento B, prodotta in differenti varianti di carrozzeria e la seconda auto più venduta in Russia nel 2021 con 111.430 unità. Un modello di grande successo esportato anche in alcuni mercati dell'est Europa.

Lada Largus (54.195 unità prodotte)

Lada Largus

Praticamente la Dacia Logan MCV rimarchiata, un monovolume basata sulla piattaforma della Renault Clio di terza generazione e capace di vendere 39.541 unità in Russia nel 2021, classificandosi al decimo posto.

Lada 4x4 (34.559 unità prodotte)

Lada 4x4

LA Lada, conosciutissima anche da noi col nome Lada Niva e sesta auto più venduta in Russia nel 2021 con 51.242 unità. Un modello iconico, da sempre simile a se stesso e più volte rinnovato, senza però stravolgerne i tratti salienti arrivando a dare vita alle concept presentate nel corso degli anni.

Lada X-Ray (20.741 unità prodotte)

Lada X-Ray

Lunga poco più di 4 metri è una piccola con assetto leggermente rialzato, come piace a gran parte degli automobilisti del Globo, tanto da farle guadagnare il 18° posto nella classifica delle auto più vendute in Russia nel 2021 con 22.107 unità.

Lada Kalinka (17.563 unità prodotte)

Lada Kalinka

Secondo i report la commercializzazione di questa piccola, disponibile con differenti carrozzerie, è terminata nel 2018 ma la sua produzione presso la fabbrica di Togliatti continua senza sosta.

Renault Logan (35.007 unità prodotte)

Renault Logan

La "nostra" Dacia Logan col simbolo della Losanga e modello da 29.783 immatricolazioni in Russia nel 2021.

Renault Sandero (27.578 unità prodotte)

Renault Sandero

Rebranding della precedente generazione di Dacia Sandero, nel 2021 è stata la diciassettesima auto più venduta in Russia con 22..386 unità.

Datsun mi-Do (1.208 unità prodotte)

Datsun mi-do

Si tratta del restyling della Lada Kalina, una piccola di segmento B con motore 1.0 aspirato da 85 CV.

Datsun On-Do (10.298 unità prodotte)

Datsun On-Do

Versione più moderna e con marchio differente della Lada Granta, lunga 4,33 metri e con carrozzeria 3 volumi.

Qui Mosca

Ben più giovane rispetto a quello di Togliatti, l'impianto di Mosca era 100% di Renault e ora è passato nelle mani dell'amministrazione della capitale russa, che prenderà così il controllo di uno stabilimento dal quale - nel 2020 - sono uscite 75.835 unità, così suddivise:

Renault Kaptur (18.955 unità prodotte)

Renault Kaptur

Quando il marketing di mette lo zampino: di fatto è la Renault Captur di prima generazione, con la "K" al posto della "C" per risultare più accattivante agli occhi della clientela russa. Nel 2021 si è piazzata al 23mo posto tra le auto più vendute in Russia con 18.889 immatricolazioni.

Renault Duster (34.180 unità prodotte)

Renault Duster 1

Anche in questo caso si tratta di un semplice cambio di brand, mentre per il resto l'auto è in tutto e per tutto simile alla Dacia Duster di prima generazione, capace di vendere 41.471 unità nel corso del 2021 in Russia, conquistando la nona posizione.

Nuova Renault Duster (141 unità prodotte)

Renault Duster 2

Il 2020, anno cui si riferiscono i numeri riportati, è stato quello che ha sancito l'inizio della produzione della nuova generazione di Duster, rinnovata nell'estetica e nelle motorizzazioni.

Renault Arkana (12.320 unità prodotte)

Renault Arkana

Stesso nome e stesso stile della versione per il resto d'Europa per il SUV coupé della Losanga, 24ma auto più venduta in Russia nel 2021 (18.246 unità).

Nissan Terrano (10.239 unità prodotte)

Nissan Terrano

Unico modello marchiato Nissan prodotto dall'Alleanza in Russia. Se vi pare di trovare somiglianze con la Dacia Duster non siete in errore: di fatto è il SUV rumeno con differente brand.

Quanto "pesa" la Russia

Discorso vendite a parte, nei bilanci del Gruppo Renault AvtoVaz nel 2021 ha pesato 247 milioni di euro come margine operativo, in un aumento di 106 milioni di euro rispetto all'anno precedente, merito di listini rivisti al rialzo capaci di bilanciare il cambio negativo e l’aumento del prezzo delle materie prime. 

AvtoVaz aveva poi un ruolo strategico nella Renaulution presentata a inizio 2021 da Luca De Meo, pronta a condividere meccanica e tecnologia con le Dacia del futuro, così da "spalmare" gli investimenti. Stando però a quanto dichiarato però "Il Gruppo Renault conferma le sue prospettive finanziarie secondo quanto annunciato il 23 marzo 2022". Nessun contraccolpo finanziario dunque.

Bisogna considerare anche che i termini della cessione del pacchetto azionario di AvtoVaz comprende un’opzione di riacquisto da parte del Gruppo Renault, da esercitarsi nei prossimi 6 anni.

Fotogallery: Le auto prodotte da Renault in Russia