DR ed EVO sono i due marchi italiani emergenti di cui si parla sempre più spesso, che iniziano a popolare le nostre strade e che al recente Milano Monza Motor Show hanno sorpreso il pubblico con una nutrita carrellata di novità e gli inediti brand Sportequipe e ICKX.

Parliamo delle auto di DR Automobiles Groupe, un'azienda nata nel 2006 che dalla sede molisana di Macchia d'Isernia (IS) ha scalato le classifiche di vendita del nostro Paese per competere con alcuni dei più grandi gruppi automobilistici mondiali.

Nei primi cinque mesi del 2022 il gruppo DR, con i marchi DR ed EVO, è davanti nelle vendite italiane a nomi importanti come Volvo, Jaguar Land Rover, Mazda e Honda. Il tutto con una gamma modelli composta interamente da SUV con motore bi-fuel a GPL, a benzina o elettrico, costruiti in Molise con componenti cinesi e in parte riprogettati per il mercato italiano.

Dopo il successo iniziale, una flessione e poi i record di oggi

Dal 2006 a oggi il gruppo DR ha avuto una fase di "boom" iniziale culminato con le oltre 5.000 immatricolazioni del 2010, seguita da un periodo di flessione che ha toccato il suo minimo con le 424 immatricolazioni del 2017.

Gamma DR
Gamma DR
Gamma EVO
Gamma EVO

La ripresa è iniziata nel 2018 e già con i primi cinque mesi del 2022 i marchi DR ed EVO si preparano a raddoppiare i risultati del 2021, con 7.601 immatricolazioni che rappresentano una crescita del +164,00% e una quota di mercato italiana dell'1,36%.

Anno Immatricolazioni
2006 6
2007 595
2008 2.087
2009 2.600
2010 5.033
2011 2.966
2012 742
2013 501
2014 574
2015 537
2016 510
2017 424
2018 1.506
2019 3.795
2020 3.507
2021 8.363
2022 7.601 (gennaio-maggio)

Per capire un po' meglio questo fenomeno di mercato che in poco più di 15 anni ha permesso a DR e alle sue auto cinesi "Made in Italy" di diventare un credibile protagonista del mondo dell'auto, vogliamo fare una carrellata dei modelli proposti ieri e oggi dal gruppo creato da Massimo Di Risio.

Tutti i modelli di ieri e di oggi di DR Automobiles Groupe

Modelli non più in produzione

Modelli in produzione

DR 5

(2006-)
Dal 2016 venduta come DR EVO5 e dal 2020 come EVO5
12.326 immatricolazioni

DR 5
DR 5

Tutto parte dal Motor Show di Bologna del dicembre 2006, quando Di Risio si presenta al mondo dell'auto con due stand, entrambi sotto l'ombrello del nuovo gruppo chiamato all'epoca DR Motor Company. Nel primo e più grande dei due stand debutta il marchio DR proprio con un SUV, quella DR 5 che è la cinese Chery Tiggo rivista e adattata al mercato italiano. La produzione inizia però un'anno dopo, a novembre 2007.

DR EVO5
DR EVO5
EVO5
EVO5

La DR 5 riscuote un buon successo di vendite, inizialmente con le due ruote motrici e dal 2009 anche con la trazione integrale, dotata di motore a benzina, GPL, metano e diesel. Con 12.326 esemplari venduti fino a maggio 2022, dopo essere diventato DR Evo5 nel 2016 e poi EVO5 nel 2020, la DR 5 resta il modello più venduto del marchio italiano.

Katay Gonow Victory e Troy

(2006-2011)
472 immatricolazioni

Katay Gonow Victory
Katay Gonow Victory
Katay Gonow Troy
Katay Gonow Troy

L'altro spazio espositivo di DR Motor Company è dedicato a Katay, il marchio che porta in Italia il SUV cinese Gonow Victory (472 esemplari venduti fino al 2011) e il pick-up Gonow Troy (sempre fino al 2011).

Questi due veicoli di origini orientali, proprio come la DR 5, diventano subito famosi per essere venduti presso la catena di supermercati del gruppo Finiper.

DR 1

(2009-2014)
5.481 immatricolazioni

DR 1
DR 1

Dal 2009 la gamma si arricchisce della piccola DR 1, city car a 5 porte dal prezzo economico e dotazioni ridotte che deriva dalla Riich M1 venduta in Cina da Chery. Le vendite della DR 1, arrivate fino al 2014, anche con alimentazione bi-fuel a GPL e metano, totalizzano 5.481 unità.

DR 2

(2010-2014)
662 immatricolazioni

DR 2
DR 2

Meno fortunata è la carriera della DR 2, come la DR 1 arrivata in un periodo difficile per il gruppo molisano, alle prese con le trattative per l'acquisto dello stabilimento ex Fiat di Termini Imerese. Arrivata nel 2010 e uscita di produzione nel 2014, la DR 2 è un'utilitaria a 5 porte (derivazione Chery A1) con motori a benzina, GPL e metano che totalizza solamente 662 unità vendute in Italia.

DR 3

(2010)
13 immatricolazioni

DR 3

Quasi un miraggio è invece la prima DR 3, solo omonima del SUV coupé attualmente a listino. La hatchabck compatta del 2010 registra infatti solo 13 immatricolazioni, rendendola a tutti gli effetti una sorta di esperimento basato sulla Chery Fulwin 2.

DR City Cross

(2013-2018)
367 immatricolazioni

DR City Cross
DR City Cross

Del 2013 è invece l'esordio di un altro modello poco venduto, la DR City Cross che ha le forme di un crossover compatto e rialzato con impostazione da familiare. La vettura di origine è la Riich X1 della Cinese Chery, ma neppure la versione furgone DR City Van le permette, nonostante i motori a benzina, GPL e metano, di superare le 367 immatricolazioni fino al 2018.

DR Zero

(2015-2019)
1.933 immatricolazioni

DR Zero WR
DR Zero WR

La DR Zero del 2015 è in pratica la sostituta della DR 1, riproponendo il concetto di city car a 5 porte, ma questa volta sulla base della Chery QQ di seconda generazione. Il motore 1.0 a benzina o bi-fuel a GPL viene proposto anche sull'allestimento DR Zero WR del 2017 e porta così il modello fino a fine carriera nel 2019. In Italia ne sono state vendute 1.933.

DR 4

(2018-)
Dal 2020 venduta come EVO4
3.531 immatricolazioni

DR 4
DR 4
EVO4
EVO4

Il 2018 è un po' l'anno della svolta per DR Automobiles Groupe che, grazie anche all'accordo con la cinese JAC Motors, porta al debutto la DR 4, SUV compatto che fino a maggio 2022 viene venduto in 3.531 esemplari. La DR 4, venduta dal 2020 col marchio EVO e il nome di EVO4, è la versione italiana della JAC Refine S3.

DR 3

(2018-)
Dal 2022 venduta come DR 3.0
3.554 immatricolazioni

DR 3
DR 3

Sempre nel 2018 iniziano le vendite di un altro modello fondamentale per il successo del Costruttore molisano, la DR 3 che aggiunge alla gamma un SUV dallo stile coupé ancora più compatto rispetto alla DR 4, con una lunghezza di 4,17 metri. Questa italianizzazione della Chery Tiggo 3x ha motore 1.5 a benzina, GPL o metano (fino al 2019) e ad oggi è stata venduta in 3.554 unità nel nostro Paese. Per breve tempo è stata proposta pure in versione elettrica DR 3 EV.

DR3 EV
DR 3 EV

Nel 2022 la DR 3.0 prende il posto della DR 3, sempre col motore 1.5 benzina o GPL e originata dalla Chery Tiggo 3x Plus restyling.

DR 3.0
DR 3.0

DR 6

(2018-2021)
Dal 2020 venduta come EVO6
2.072 immatricolazioni

DR 6
DR 6
EVO6
EVO6

Rimaniamo ancora al 2018, anno "magico" per DR che avvia anche le vendite di DR 6, SUV di segmento C con motore 1.5 (benzina, GPL o metano) che nel 2020 diventa EVO6 e finisce la sua carriera a fine 2021. Di questo SUV, gemello della cinese Chery Tiggo 5, ne sono state vendute 2.072 unità (di cui 126 le EVO6).

DR 5.0

(2020-)
4.354 immatricolazioni

DR 5.0
DR 5.0

Arriviamo quindi alla storia recente di DR che nel 2020 ha iniziato a vendere la DR 5.0, altro SUV compatto di segmento C derivato questa volta dalla Chery Tiggo 5x. A oggi ne sono state venduti 4.354 esemplari. Gli attuali listini DR spaziano tra i 16.400 e i 30.000 euro.

DR F35

(2020-)
2.382 immatricolazioni

DR F35
DR F35

Nello spirito di continuo rinnovamento della gamma, tipico del gruppo DR e derivato anche da un frenetico ricambio e aggiunta di modelli da parte dei partner cinesi, ecco che nel 2020 spunta nei listini anche la DR F35, sorta di SUV ammiraglia del marchio che ha come base la Chery Tiggo 7. A maggio 2022 sono 2.382 le DR F35 vendute.

DR 4.0

(2021-)
961 immatricolazioni

DR 4.0
DR 4.0

Nel 2021 è il turno della DR 4.0, variante italica della Chery Tiggo 4, ennesimo SUV compatto (4,31 metri di lunghezza) con motore 1.5 benzina o benzina/GPL. Sono 961 le DR 4.0 vendute sino a oggi.

DR 6.0

(2022-)
415 immatricolazioni

DR 6.0
DR 6.0

Le ultimissime novità sono la DR 6.0 del 2022, SUV originato dalla Chery Tiggo 7 di seconda generazione che in pochi mesi ha già registrato 415 immatricolazioni, oltre a DR 3.0 e DR 7.0 attese per settembre.

DR 7.0

(2022-)

DR 7.0
DR 7.0

La DR 7.0 è la nuova top di gamma (derivazione Chery Tiggo 8) che si propone con 7 posti, una lunghezza di 4,72 metri e motore 1.5 turbo con cambio DCT a 6 marce.

EVO Electric

(2020-)
169 immatricolazioni

EVO3 Electric
EVO3 Electric

Oltre al marchio DR, come detto, il gruppo di Macchia d'Isernia propone i suoi modelli marchiati EVO, brand "entry-level" e ancora più economico (15/20.000 euro) che debutta sul mercato nel 2020 con la EVO Electric.

Si tratta di un SUV compatto a zero emissioni sviluppato sulla base del cinese JAC iEV7S che dal 2021 cambia nome e diventa EVO3 Electric e arriva a 169 unità vendute fino al mese scorso.

EVO3

(2021-)
1.810 immatricolazioni

EVO3
EVO3

La versione con motore a benzina e GPL nel 2021 cambia nome e viene chiamata semplicemente EVO3 (JAC Refine S2) e ancora a listino tocca le 1.810 unità.

EVO Cross 4

Nuovissimo è poi il pick-up EVO Cross 4 realizzato sul base della cinese JAC Shuailing T8.

EVO Cross 4
EVO Cross 4

Sportequipe 1, 5, 6, 7, K

(2022-)

SPORTEQUIPE 1 FRONT
Sportequipe 1
Sportequipe 5 front
Sportequipe 5
Sportequipe 6
Sportequipe 6

A rilanciare la giovane storia di DR Automobiles Groupe arrivano al Milano Monza Motor Show 2022 i due nuovi marchi Sportequipe e ICKX.

Sportequipe 7
Sportequipe 7
Sportequipe K
Sportequipe K

Con Sportequipe si presenta sul mercato un marchio improntato alla sportività con prezzi nella fascia 30/40.000 euro che propone la piccola elettrica Sportequipe 1, il SUV compatto Sportequipe 5 e i SUV ancora più grandi Sportequipe 6 e Sportequipe 7, oltre al pick-up Sportequipe K.

ICKX K2

(2022-)

Il nuovo fuoristrada ICKX K2
ICKX K2

Il neonato marchio ICKX propone al lancio il fuoristrada ICKX K2 con motore 2.0 turbodiesel e prezzo oltre i 50.000 euro, ma tutte le informazioni su Sportequipe e ICKX le trovate qui.

[Fonte dati immatricolazioni: Unrae]

Fotogallery: Foto - DR Automobiles Groupe, la storia, i modelli