Si dice che il troppo stroppi, ma siamo sicuri che chiunque abbia pronunciato per primo questa frase stesse pensando alle eccezioni. E che tra queste rientrino le auto sportive. Già perché qualche giorno fa abbiamo scoperto che nell'infornata di novità firmate BMW M previste per il 2022 ci sarà spazio per un nuovo modello. Come non bastassero la M3 Touring, la M2 e la M4 CSL, giusto per fare qualche esempio.

Il nome ufficiale ancora non lo sappiamo, ma grazie al profilo Instagram di Franciscus van Meel, ceo del reparto Motorsport di BMW, possiamo dare un primo - coloratissimo - sguardo all'auto. La prossima BMW sportiva infatti è coperta da una camuffatura molto particolare, dove al posto dei classici ghirigori neri sono presenti scritte e foto di modelli della famiglia M. E poi c'è un particolare che ci permette di azzardare il nome dell'auto: BMW 3.0 CSL Hommage.

Galeotto fu l'alettone

Si tratta del piccolo alettone appollaiato sul tetto, esattamente come sulla concept presentata nel 2015 al Concorso d'Eleganza Villa d'Este. Elemento aerodinamico accompagnato da un secondo alettone sistemato sul bagagliaio a caratterizzare le forme da coupé, riprese in pieno dalla BMW M4. Rispetto alla 2 porte la 3.0 CSL Hommage dovrebbe differenziarsi per altri particolari come la forma dei proiettori, il disegno dei paraurti e quello dell'estrattore, dal quale sbuca una doppia coppia di scarichi.

9FE223EE-4A15-46C1-B910-6F946AE504E1

Meccanicamente la BMW 3.0 CLS Hommage riprenderà il 3.0 di M3 ed M4, probabilmente portato a circa 600 CV e abbinato al cambio manuale. Questo particolare non è stato confermato in maniera ufficiale, ma ci ha pensato la scritta "6MT" sul portellone, accompagnata da un "FTW" che sta per "For The Winner". Un'altra scritta ci informa invece del fatto che la nuova coupé firmata "M" sarà "Insanely Epic".

BMW 3.0 CSL Hommage Concept
BMW 3.0 CSL Hommage Concept

BMW 3.0 CSL, quella originale

Facendo un veloce ripasso la BMW 3.0 CSL originale era basata sulla E9, rispetto alla quale era alleggerita di più di 100 kg, con 200 CV erogati dal classico motore di 3 litri. Di fatto si trattava della versione stradale - prodotta in poco più di 1.000 esemplari - della vettura dedicata al campionato ETCC.

Oltre alla meccanica anche l'aerodinamica venne modificata, con pinne laterali, vistoso alettone posteriore e spoiler sul tetto, donandole un aspetto decisamente cattivo che le valse il soprannome di Batmobile.

Fotogallery: Foto - I teaser della BMW M 3.0 CSL Hommage