A distanza di un anno dalla presentazione sotto forma di concept, la divisione Heritage di FCA presenta ad Auto e Moto d'Epoca 2022 la versione definitiva della Abarth Classiche 1000 SP. Il nome è tutto nuovo, anche quello della divisione della Casa, che preannuncia così ulteriori sviluppi per il futuro.

Base Alfa Romeo

La base meccanica di questa nuova due posti dello scorpione è quella della Alfa Romeo 4C, prodotta da sempre nello stabilimento Maserati di Viale Ciro Menotti a Modena. Dotata quindi del 1.750 TBi elaborato fino a 240 CV, dovrebbe garantire le stesse prestazioni della sportiva del Biscione, con uno stile esterno ispirato liberamente alla 1000 SP degli anni '60.

A cambiare principalmente rispetto all'auto originale sono il frontale e il posteriore. Davanti trovano posto dei nuovi fari a sviluppo verticale realizzati in due elementi, con anabbagliante e abbagliante bi-LED e freccia posta poco più in alto.

Dietro, invece, al centro del paraurti trova posto il logo Abarth, affiancato da due prese d'aria di generose dimensioni per raffreddare il motore in posizione centrale, vicino alle quali trovano spazio due fanali tondi sempre a LED. Lo scarico è trapezoidale centrale, con un diffusore per l'aria realizzato ad hoc.

La Casa ha annunciato che ne saranno prodotti soltanto 5 esemplari, a un prezzo base di 260.000 euro. Quel che è certo è che in futuro questa nuova Abarth potrebbe diventare un pezzo davvero molto raro per i collezionisti di tutto il mondo e raggiungere quotazioni veramente elevate.

 

Abarth Classiche

Auto e Moto d'Epoca 2022, come anticipato, è anche l'occasione per il brand Abarth di lanciare la sua nuova divisione Classiche. Da qui nei prossimi anni dovrebbero nascere ulteriori nuovi restomod su base 500 e non solo, ispirati ai modelli che hanno fatto la storia dello scorpione italiano.

 

Fotogallery: Auto e Moto d'Epoca 2022