L’erede della Lamborghini Aventador è davvero vicinissima. Dopo aver anticipato alcuni elementi della sua creatura, come il motore, il telaio e le modalità di guida, la Casa del Toro toglierà ogni velo alla sua supercar il 29 marzo.

Ecco perché il video spia potrebbe essere l’ultimo avvistamento del modello, almeno in una veste completamente camuffata.

I suoi segreti svelati in anteprima

La nuova Lamborghini con nome in codice LB744 punterà tutto sempre su uno stile aggressivo e affilato, evolvendo le linee dell’Aventador in modo ancora più aerodinamico e futuristico. Al look personale e immediatamente riconoscibile, la LB744 assocerà una costruzione tecnica di prim’ordine, a partire dalla telaistica.

Come già svelato dal brand, la monoscocca “monofuselage” in fibra di carbonio è uno dei segreti della supercar. Il nuovo telaio è più leggero del 10% rispetto a quello dell’Aventador, mentre la rigidezza torsionale è aumentata del 25% per migliorare ulteriormente stabilità e reattività durante la guida più intensa.

Il powertrain della "nuova" Aventador

Sappiamo tante cose anche sul nuovo “cuore” della Lamborghini. Ad alimentare l’erede dell’Aventador è un 6.5 V12 aspirato da 825 CV abbinato a tre motori elettrici per un totale di 1.015 CV, scaricati a terra sulle quattro ruote motrici grazie a un nuovo cambio automatico a doppia frizione a 8 rapporti.

Lamborghini V12 2023 Strumentazione Sport

La configurazione "Sport" del quadro strumenti

Foto - Nuova Lamborghini V12 - motore, ibrido, batteria, cambio, trazione integrale

Nuova Lamborghini V12, il motore 

La supercar di Sant’Agata Bolognese ha a disposizione anche quattro modalità di guida (Città, Strada, Sport e Corsa) per gestire tutta la potenza a disposizione in vari contesti. Nella configurazione “Città” l’erogazione è limitata a 180 CV per muoversi solo in elettrico, mentre le sospensioni, il cambio e il controllo di trazione sono tarati per offrire il massimo comfort.

Nuova Lamborghini V12, il render di Motor1.com

Nuova Lamborghini V12, il render di Motor1.com

In “Strada” si sale a 886 CV, col V12 che viene supportato dai tre motori elettrici in caso di richiesta improvvisa di potenza, come un sorpasso o in ripresa. In “Sport” l’asticella si alza a 907 CV, con una configurazione complessivamente più reattiva e rigida, oltre a un’aerodinamica impostata più aggressiva per migliorare la rapidità nei cambi di direzione.

Infine, c’è la “Corsa” che sblocca tutto il potenziale della Lamborghini da 1.015 CV. Come si può immaginare, questa modalità è consigliata per l’utilizzo esclusivo in pista, dove l’erede dell’Aventador promette di divertire senza compromessi.

Fotogallery: Foto - Il motore della nuova Lamborghini V12