La Renault Clio è da sempre una delle utilitarie più apprezzate d'Europa. Un'auto quasi "istituzione" tra i giovani, che negli anni, fin dal suo primo esordio avvenuto nel 1990, ha collezionato ottimi risultati di vendita in tutto il Continente.

Con il tempo si è evoluta in ben cinque generazioni e oggi, a distanza di quattro anni dalla prima presentazione, l'attuale Clio V si aggiorna per la prima volta con un corposo restyling di metà carriera (per gli appassionati Phase 2), che introduce miglioramenti dal punto di vista dei materiali e della tecnologia, insieme a un nuovo allestimento sportivo e a un design degli esterni rivisto per inaugurare il nuovo family feeling della casa.

I prezzi e le disponibilità per l'Italia non sono ancora stati comunicati, ma vediamola nel dettaglio.

Nuova Renault Clio: gli esterni

La Renault Clio V cambia completamente volto in occasione di questo primo restyling di metà carriera, introducendo ufficialmente in gamma il nuovo family feeling dei modelli dei prossimi anni della Losanga.

Il frontale è, infatti, la parte che è stata più rivoluzionata dai designer, che, impegnati a dare una nuova forma ai fari e alle luci diurne, hanno scelto di introdurre sull'utilitaria le linee anticipate dalla Renault Scenic Vision al Salone di Parigi 2022.

I fari a LED della versione originale quindi, dotati della tradizionale luce diurna a C e con tre punti luminosi interni (due per gli anabbaglianti e uno per gli abbaglianti), lasciano il posto a dei nuovi gruppi ottici interamente a LED, di maggior potenza luminosa (a cinque elementi) e abbinati a delle luci diurne verticali "allungate" in basso fino alla fine del paraurti.

Renault Clio Facelift (2023)

Renault Clio restyling, il frontale

Al centro della calandra, ora brunita e con una trama in stile "matrix", trova poi posto la tradizionale Losanga francese nella sua ultima evoluzione, quella a sfondo nero che è stata svelata nel corso della presentazione della Renault 5 elettrica. Infine gli specchietti, che in occasione di questo aggiornamento diventano neri per tutte le versioni, di serie.

Ruotando l'auto di 180 gradi, l'altra parte della nuova Renault Clio che è stata evoluta dai designer ispirandosi ad alcuni concept presentati recentemente è il posteriore. Qui debuttano, infatti, i nuovi fanali full LED con calotte trasparenti dal tipico accento sportivo, insieme a un nuovo estrattore dell'aria (di design) per le versioni più sportive - di cui parleremo in seguito.

Renault Clio Facelift (2023)

Renault Clio restyling, il 3/4 posteriore

Nuova Renault Clio: gli interni

Gli aggiornamenti in occasione del restyling di metà carriera della Renault Clio riguardano anche gli interni. A quattro anni dal debutto, l'utilitaria francese accoglie in abitacolo un nuovo cruscotto digitale disponibile in due dimensioni, da 7 pollici o da 10 pollici, a seconda di quale sistema di infotainment Easy Link si scelga in fase d'ordine (tra l'altro ora dotato di ricarica wireless e compatibilità senza fili per Android Auto e Apple CarPlay).

Optando per quello più grande, sempre con display da 10 pollici, è possibile anche visualizzare la mappa del navigatore direttamente sul virtual cockpit, per un'esperienza di utilizzo a 360 gradi, gli stessi del nuovo sistema di telecamere disponibile come optional.

Renault Clio Facelift (2023)

Renault Clio restyling, il cruscotto

Ma le migliorie tecnologiche non sono le uniche che i progettisti francesi hanno introdotto negli interni della Renault Clio. Tutti nuovi, infatti, anche i rivestimenti per sedili, cruscotto e pannelli porta, ora composti per il 60% da materiali riciclati. Il nuovo tessuto delle sedute, in particolare, si chiama Tencel ed è stato sviluppato e prodotto dall'azienda austriaca Lenzing.

A livello di utilità quotidiana, infine, non cambiano tutti quei dettagli che negli ultimi anni hanno reso l'utilitaria francese una delle più apprezzate del segmento. Per esempio il pannello clima con pulsanti e rotori fisici, una vera garanzia del modello, oppure il selettore del cambio automatico con leva fisica, o, ancora, il volante rivestito in pelle con pulsanti sulle razze.

Renault Clio Facelift (2023)

Renault Clio restyling, l'abitacolo

Renault Clio Facelift (2023)

Renault Clio restyling, i nuovi materiali

Nuova Renault Clio: i motori

Passando alle questioni tecniche, l'aggiornamento di metà carriera della Renault Clio non porta sostanziali novità sotto al cofano. La gamma si apre ancora in basso, come oggi, con lo 0.9 litri tre cilindri, in versione aspirata da 65 CV per neopatentati e turbo da 90 CV, entrambe alimentate esclusivamente a benzina.

Salendo, trova posto l'ormai pluri-collaudato TCe 100, cioè lo stesso 0.9 litri turbo ma da 100 CV e con doppia alimentazione benzina/gpl, lo stesso delle Dacia per esempio. Infine, in cima al listino si posiziona ancora la versione full hybrid della Renault Clio, cioè la E-Tech con motore 1.6 benzina da 94 CV, abbinato a una trasmissione automatica a quattro marce, a due motori elettrici e a un pacco batterie da 1,2 kWh, per un totale di 145 CV combinati.

A differenza di ciò che si era ipotizzato nelle ultime settimane, il restyling di metà carriera non introduce, quindi, sulla Renault Clio la tecnologia mild hybrid per i motori più piccoli a benzina, tuttavia a listino rimane la versione a gasolio, dotata di un 1.5 diesel in grado di erogare 100 CV di potenza - molto apprezzato per le flotte aziendali e per i noleggi in tutta Europa.

Renault Clio Facelift (2023)

Renault Clio restyling 2023

Nuova Renault Clio: la tecnologia

Come anticipato, il restyling di metà carriera introduce sulla Renault Clio tutta una serie di dispositivi tecnologici, anche di sicurezza, fino a oggi prerogativa dei modelli superiori della Losanga francese. Per esempio, a partire dalla versione 2023 il Cruise Control Adattivo con funzione Stop&Go e l'assistente al mantenimento di corsia diventano in grado di collaborare in autostrada, per dare vita al sistema Active Driver Assist, cioè una guida autonoma completa di Livello 2.

Ma non solo, i nuovi fari anteriori, che abbiamo menzionato in precedenza, sono ora dotati di un sistema di abbaglianti automatici più preciso e rapido nell'inserimento e, allo stesso tempo, oltre al nuovo virtual cockpit da 7 o 10 pollici, il sistema Easy Link è ora compatibile in modalità wireless con Apple CarPlay e Android Auto.

Renault Clio Facelift (2023)

Renault Clio restyling, il nuovo virtual cockpit

Renault Clio Facelift (2023)

Renault Clio restyling, la piastra di ricarica wireless

Nuova Renault Clio: l'allestimento Esprit Alpine

Infine, la nuova Renault Clio vede l'introduzione a listino di un nuovo allestimento dagli accenti sportivi - che probabilmente sarà apprezzato dai tanti giovani che bramano la Clio come prima auto fin dal conseguimento della patente (in Italia sono molti). Si chiama Esprit Alpine e, proprio come su Austral ed Espace, porta sull'utilitaria francese un equipaggiamento estetico specifico dal carattere sportivo.

Il paraurti anteriore, per prima cosa, riceve uno splitter inferiore dedicato, insieme a dei dettagli in grigio satinato. Lo stesso colore utilizzato per verniciare le razze dei grandi cerchi in lega, abbinati agli stemmi della versione posizionati sui passaruota davanti alle portiere.

All'interno, l'Esprit Alpine porta in dote un rivestimento dedicato per i sedili anteriori, con logo Alpine e rivestiti con un nuovo tessuto tecnico. Di serie, infine, i vetri scuri posteriori.

Renault Clio Facelift (2023)

Renault Clio restyling, l'allestimento Esprit Alpine

Renault Clio Facelift (2023)

Renault Clio restyling, l'allestimento Esprit Alpine

La nuova Renault Clio non è ancora ordinabile in Italia. Anche i prezzi e le disponibilità non sono ancora stati comunicati dalla casa. Aggiorneremo l'articolo al sopraggiungere di nuove informazioni, tuttavia è probabile che i "numeri" di tutti gli allestimenti non si distanzieranno molto dagli attuali.

Fotogallery: Renault Clio 2023