La Renault Clio è cambiata, evoluta e maturata per il 2023, in occasione del primo restyling di metà carriera - per gli appassionati "storici" Phase 2 - della quinta generazione. Un aggiornamento che ne ha modificato profondamente il frontale e altri piccoli dettagli estetici.

A un giorno di distanza dalla presentazione ufficiale, proviamo, a freddo, a scavare più in profondità, per capire nel concreto come è stata migliorata mettendola direttamente a confronto, sulla carta, con la versione pre-restyling.

Già a metà carriera

Sembra ieri, ma sono già passati quattro anni dal lancio della Clio V, avvenuto al Salone di Ginevra del 2019. Un modello chiave per Renault che, in questo breve periodo, è stato molto apprezzato tra i giovani in tutta Europa, superando di slancio le 400.000 unità.

Renault Clio Facelift (2023)

Renault Clio restyling (2023)

Un numero, il quattro, che, per tradizione e per logiche economiche, segna spesso la metà del ciclo di vita di un modello - avevamo approfondito l'argomento in un articolo della rubrica Motor1 Numbers - una questione che comporta di conseguenza la necessità di un lifting di metà carriera, per restare al passo con i tempi sia tecnologicamente che esteticamente.

Renault Clio 2023: come cambia fuori

I più grandi cambiamenti per la Renault Clio sono stati concentrati nel frontale. I designer si sono occupati di evolvere l'anteriore dell'auto in chiave futura, utilizzando il modello per dare un piccolo anticipo del prossimo family feeling della casa.

Come avevamo anticipato nell'articolo di novità, è evidente che per creare il nuovo disegno del paraurti e dei fari si siano ispirati alla Renault Scenic Vision concept, un esercizio di stile presentato al Salone di Parigi del 2022.

I nuovi fari dal design più sottile e dotati di cinque punti luminosi (invece dei precedenti tre) sono stati affiancati da nuove luci diurne a sviluppo verticale - posizionate al posto dei precedenti faretti fendinebbia che avevano anche funzione di cornering.

Renault Clio restyling, il 3/4 anteriore

Renault Clio restyling, il 3/4 anteriore

Renault Clio pre-restyling, il 3/4 anteriore

Renault Clio pre-restyling, il 3/4 anteriore

Insieme all'impianto di illuminazione, il nuovo paraurti anteriore è stato completamente ridisegnato per creare spazio per l'inserimento di una calandra più grande, con design "matrix" e dotata di punti verniciati in una tinta simile all'alluminio satinato, completata dal nuovo logo della casa a sfondo nero.

Nelle foto sopra abbiamo provato ad affiancare l'ultima evoluzione della Clio V pre restyling, la E-Tech Engineered, con la nuova versione E-Tech, dotata di serie di un nuovo paraurti sportivo. Appare subito chiara la differenza tra le due versioni.

Cambiando lato, la vista di profilo è quella che, probabilmente, ha subito meno variazioni rispetto alla versione precedente. I designer hanno lasciato inalterate le proporzioni dell'utilitaria francese, così come i vari elementi visivi presenti, come la cornice in alluminio satinato dei finestrini, o il posizionamento dei loghi delle versioni più sportive sul passaruota anteriore.

Renault Clio restyling, il profilo
Renault Clio pre-restyling, il profilo

Per quanto riguarda il posteriore, infine, la Renault Clio V in occasione del restyling 2023 è stata dotata di un nuovo paraurti con due sfoghi d'aria (finti) ai lati, abbinato a un nuovo estrattore dell'aria di design per le versioni più sportive (non presente in queste foto) e a nuovi gruppi ottici lievemente ridisegnati e dotati di una calotta esterna trasparente.

Renault Clio restyling, il posteriore

Renault Clio restyling, il posteriore

Renault Clio pre-restyling, il posteriore

Renault Clio pre-restyling, il posteriore

Lunghezza Larghezza Altezza Passo Bagagliaio
4,05 metri 1,80 metri 1,44 metri 2,58 metri 391 litri

Renault Clio 2023: come cambiano gli interni

Gli interni della Renault Clio, in occasione di questo lieve lifting di metà carriera, non sono stati rivoluzionati, al pari degli esterni. Sulla plancia è stato mantenuto il sistema Easy Link, sia con display da 7 pollici che con display da 10 pollici con sistema di navigazione, equipaggiato però con Apple CarPlay e Android Auto wireless: quest'ultima una novità importante.

Invariato anche il tradizionale pannello clima con rotori fisici, una vera garanzia del modello rispetto alla concorrenza diretta, nonché la leva di selezione delle marce sia per il cambio manuale che per il cambio automatico.

Una novità importante, invece, ha riguardato i rivestimenti di cruscotto e sedili. I designer, infatti, hanno colto l'occasione del restyling di metà carriera per introdurre a listino tutta una serie di nuovi materiali riciclati fino al 60%, inclusi quelli disponibili esclusivamente per la versione più sportiva Esprit Alpine.

Renault Clio restyling, gli interni

Renault Clio restyling, gli interni

Renault Clio pre-restyling, gli interni

Renault Clio pre-restyling, gli interni

Un'altra novità negli interni dell'ultima generazione di Renault Clio ha riguardato l'introduzione di un nuovo quadro strumenti digitale, adesso disponibile in due dimensioni a seconda del sistema di infotainment scelto.

Come per il display centrale, infatti, lo schermo del computer di bordo può ora essere scelto da 7 o 10 pollici. Una novità non in senso assoluto per l'utilitaria francese, in quanto poteva essere equipaggiata con questo optional già a partire dall'ultimo Model Year, ma comunque importante. Nota di merito alla versione più grande che, a partire dal restyling, permette di visualizzare anche la mappa di navigazione.

Renault Clio restyling, il quadro strumenti digitale
Renault Clio pre-restyling, il quadro strumenti digitale

Renault Clio 2023: la meccanica

In occasione del restyling di metà carriera, gli ingegneri non hanno toccato la meccanica della Renault Clio V, mantenendo inalterata la gamma già variegata composta da motori benzina, diesel, GPL e full hybrid.

Il listino si apre quindi in basso, proprio come fino a oggi, con il benzina aspirato 0.9 litri tre cilindri SCe da 65 CV per neopatentati, affiancato dalla sua evoluzione turbo: il best-seller 0.9 TCe da 90 CV.

Salendo con la potenza, trova poi posto l'ormai pluri-collaudato TCe 100, lo stesso 0.9 litri turbo in versione da 100 CV e con doppia alimentazione benzina/gpl che equipaggia, per esempio, le Dacia. Infine, in cima al listino si posiziona la versione E-Tech full hybrid, quella con motore 1.6 benzina da 94 CV abbinato a una trasmissione automatica a quattro marce e a due motori elettrici alimentati da un pacco batterie da 1,2 kWh, per un totale di 145 CV combinati.

Il restyling di metà carriera non ha quindi introdotto sulla Renault Clio la tecnologia mild hybrid per i motori più piccoli a benzina, a differenza di ciò che avevamo ipotizzato nelle ultime settimane. Tuttavia a listino è rimasta la versione a gasolio, dotata del "classico" 1.5 diesel K9K con AdBlue in grado di erogare 100 CV di potenza - molto apprezzato per le flotte aziendali e per i noleggi in tutta Europa.

Renault Clio, la tecnologia ibrida E-TECH

Renault Clio, la tecnologia ibrida E-TECH

Renault Clio 2023: le versioni e i prezzi

I prezzi e le disponibilità per l'Italia della nuova Renault Clio non sono ancora stati comunicati dalla casa. Gli ordini apriranno ufficialmente a maggio 2023 e aggiorneremo l'articolo al sopraggiungere di informazioni più dettagliate.

Tuttavia è possibile che il prezzo da pagare per portarsi a casa una delle varie versioni dell'utilitaria francese non varierà più di tanto, trattandosi solo di un restyling.

La Renault Clio 2023 vista dal vivo

Fotogallery: Renault Clio, nuova contro vecchia a confronto