Dopo una lunga attesa e qualche incertezza gli incentivi auto 2024 sono partiti lo scorso 23 gennaio. Da una settimana oggi le concessionarie possono quindi prenotare i contributi statali, da girare poi a chi vorrà acquistare un'auto nuova - con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 135 g/km - con o senza rottamazione, ottenendo uno sconto massimo di 5.000 in caso di acquisto di un'auto elettrica.

Facendo però attenzione ai prezzi: non bisognerà infatti superare quota 42.700 euro (IVA inclusa) per i modelli con emissioni tra 0 e 20 g/km e 61-135 km o 54.900 (sempre IVA inclusa) per quelli della fascia 21-60 g/km.

C'è però un fatto importante da considerare: le attuali tabelle degli incentivi auto potrebbero cambiare tra qualche settimana. Il 1° febbraio 2024 infatti presso la sede del Ministero delle imprese e del made in Italy (Mimit) si è svolto il primo degli incontri plenari del Tavolo Automotive presieduto dal ministro Adolfo Urso, che ha incontrato i principali rappresentanti delle imprese del settore. 

Come saranno i nuovi incentivi auto 2024?

Premessa fondamentale: nulla è ancora certo. O meglio, nulla è ancora stato messo nero su bianco. Quanto riportiamo qui sotto infatti deriva infatti da note stampa e dichiarazioni post tavolo automotive. Non ci sono ancora decreti attuativi né tabelle già definite e pronte a essere pubblicate. Come detto all'inizio il 1° febbraio si sono aperte le discussioni all'interno del tavolo automotive e le anticipazioni potrebbero essere sì confermate, ma anche smentite e rimodulate.

Veniamo a quello che sappiamo per ora: l'intenzione del Governo è quella di rimodulare gli incentivi auto, mettendo a disposizione circa 940 milioni di euro, arrivando a uno sconto massimo di 13.750 euro. L'obiettivo è duplice: svecchiare il parco auto circolante e rilanciare la produzione auto italiana.

Presto ci saranno quindi novità, con il rischio di far "girare a vuoto" questa prima tranche dell'Ecobonus auto 2024. 

Nuovi incentivi auto 2024: la tabella

Emissioni CO2 0 - 20 g/km 21 - 60 g/km  61 - 135 g/km
Isee > 30.000 euro < 30.000 euro > 30.000 euro < 30.000 euro > 30.000 euro < 30.000 euro
Auto rottamata Euro 0-2
Sconto 11.000 euro 13.750 euro 8.000 euro 10.000 euro 3.000 euro 3.000 euro
Auto rottamata Euro 3
Sconto 10.000 euro 12.750 euro 6.000 euro 7.500 euro 2.000 euro 2.000 euro
Auto rottamata Euro 4
Sconto 9.000 euro 11.250 euro 6.000 euro 7.500 euro 2.000 euro 2.000 euro
Sconto senza rottamazione 6.000 euro 7.500 euro 4.000 euro 5.000 euro 0 0
Limite di spesa 35.000 euro senza IVA
42.700 euro con IVA
45.000 euro senza IVA
54.900 euro con IVA
35.000 euro senza IVA
42.700 euro con IVA
Beneficiari Persone fisiche e giuridiche Persone fisiche Persone fisiche e giuridiche Persone fisiche Persone fisiche e giuridiche Persone fisiche

Al di là degli sconti maggiori la novità principale riguarda l'Isee (l'indicatore che serve per valutare e confrontare la situazione economica dei nuclei familiari) che, se inferiore a 30.000 euro, permette di aumentare l'importo degli incentivi auto per ogni fascia, da un minimo di 4.000 a un massimo di 13.750 euro.

Devo comprare un'auto elettrica: meglio aspettare i nuovi incentivi?

Ribadiamo la premessa: la nuova tabella degli incentivi auto 2024 è ancora tutta da confermare. Se le cose però rimanessero così, con sconto massimo di 13.750 euro per persone con Isee inferiore a 30.000 euro, aspettare la rimodulazione sarebbe sicuramente un'opzione da prendere in considerazione. Specialmente se non si ha fretta di cambiare auto.

Facciamo qualche esempio: prendendo l'auto elettrica più venduta in Italia nel 2023, la Tesla Model Y, con gli incentivi attuali costa 39.690 euro per chi non rottama e 37.690 euro per chi invece ha un vecchio modello da rottamare. La nuova tabella permetterebbe di portarsi a casa il SUV medio a 28.940 euro con Isee inferiore a 30.000 euro, 31.690 per Isee superiore a 30.000 euro. 

2021 Tesla Model Y

Tesla Model Y

Una Settimana in Elettrico con la Fiat 500 elettrica

Fiat 500e

La Fiat 500e - terza auto elettrica più venduta in Italia - dai 28.950 euro di listino passa a 15.200 (Isee < 30.000) o 19.950 (Isee > 30.000 euro). Infine l'auto elettrica più economica attualmente disponibile, la Dacia Spring, si potrebbe portare a casa a 7.700 euro (Isee < 30.000 euro) o 10.450 (Isee > 30.000 euro) contro i 21.450 di listino.

Un risparmio sostanzioso che può decisamente far propendere per mettere in stand-by l'acquisto di un'auto elettrica, in attesa del via libera alle nuove tabelle. Tali importi si riferiscono all'acquisto con rottamazione di un'auto Euro 0, 1 o 2, se il modello da rottamare è di classe superiore (fino a Euro 4) l'importo degli incentivi cala seguendo la tabella che trovate qui sopra.

Devo comprare un'auto plug-in: meglio aspettare i nuovi incentivi?

Stesso discorso per chi è intenzionato ad acquistare un'auto plug-in: attualmente gli incentivi auto 2024 per la fascia di emissioni 21-60 g/km prevedono 2.000 euro di sconto senza rottamazione e 4.000 con rottamazione. Il nuovo schema invece mette sul piatto tra i 4.000 e i 10.000 euro a seconda del modello rottamato e dell'Isee.

In questo modo la Jeep Compass 4xe, la plug-in più venduta in Italia nel 2023, in versione da 190 CV costerebbe 41.900 euro per Isee superiori a 30.000 euro, 39.900 per Isee inferiori a 30.000 euro.

Devo comprare un'auto benzina, diesel, GPL: meglio aspettare i nuovi incentivi?

Di fatto chi può approfittare senza particolari indugi già oggi degli incentivi è chi vuole acquistare un modello con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 135 g/km. In questo caso lo sconto è disponibile unicamente con rottamazione ed è di 2.000 euro, mentre la nuova tabella prevede 3.000 euro di Ecobonus.

Attenzione però: dopo appena 24 ore dal via agli incentivi auto 2024 la somma disponibile si è dimezzata, passando dai 120 milioni di euro iniziali agli attuali (il 24 gennaio a mezzogiorno) 60 milioni. Se il ritmo dovesse essere mantenuto già il 25 mattina i fondi sarebbero esauriti.

Incentivi auto 2024: la tabella in vigore

Emissioni CO2 0-20 21-60 61-135
Sconto con rottamazione 5.000 euro 4.000 euro 2.000 euro
Sconto senza rottamazione 3.000 euro 2.000 euro 0
Riservato a Persone fisiche, imprese noleggio e car sharing Persone fisiche
Limite di spesa 35.000 euro IVA esclusa
42.700 euro IVA inclusa
45.000 euro IVA esclusa
54.900 euro IVA inclusa
35.000 euro IVA esclusa
42.700 euro IVA inclusa
Mantenimento proprietà auto nuova 12 mesi 12 mesi 12 mesi
Caratteristiche auto da rottamare - Categoria M1
- Intestata da almeno 12 mesi allo stesso soggetto intestatario del nuovo veicolo o a uno dei familiari conviventi
- Omologata alle Classi Euro da 0 a 4
Termine per immatricolazione 270 giorni
Fondo disponibile 205 milioni 245 milioni 120 milioni