The Arc. Ecco il nome del nuovo piano industriale presentato oggi da Nissan, con il quale la Casa giapponese mira a sollevare risollevare le vendite per arrivare ad aggiungere 1 milione di unità rispetto al 2023 entro il 31 marzo 2027, chiusura dell'anno fiscale in Giappone.

"Dobbiamo cambiare il modo in cui pianifichiamo, sviluppiamo, produciamo e vendiamo automobili", ha sottolineato Makoto Uchida, ceo di Nissan, aggiungendo "La disruption è la nuova normalità. Il nostro obiettivo è recuperare i volumi e incrementare i profitti".

La nuova strategia non cancella la "Nissan Ambition 2030" presentata nel 2021, ma la integra e perfeziona.

Come crescere

Al centro c'è il prodotto, con 30 nuovi modelli da lanciare nei prossimi 3 anni: 16 elettrificati e 14 a combustione. Di questi 6 saranno dedicati all'Europa, dove Nissan punta a raggiungere il 40% di mix di modelli elettrici entro il 31 marzo 2027. Ancora non sono stati spunti su quali modelli arriveranno, ma grazie a notizie precedenti sappiamo cosa aspettarci nei prossimi anni.

<p>Nissan Chill-Out-Concept</p>

Nissan Chill-Out-Concept

La prima grande novità dovrebbe essere la nuova Nissan Leaf, la compatta elettrica ispirata nelle forme alla Chill-Out Concept presentata nel 2021. Sarà prodotta nello stabilimento inglese di Sunderland, per il cui aggiornamento la Casa investirà più di un miliardo di euro. Dalla stessa fabbrica usciranno anche le nuove Qashqai e Juke, ma il loro arrivo dovrebbe essere successivo al 31 marzo 2027.

Nel 2026 dovrebbe poi essere il turno della nuova Nissan Micra, basata sulla piattaforma CMF-BEV della Renault 5. Sarà quindi una piccola 100% elettrica, con prezzo verosimilmente inferiore a 25.000 euro. Verranno poi lanciati modelli con la terza generazione del sistema e-Power.

Proprio lei dovrebbe essere una delle protagoniste del video trasmesso durante la conferenza stampa. Guardate l'immagine qui sotto a sinistra: tutto lascia supporre che si tratti proprio della Micra di prossima generazione. Appaiono poi poi profili di numerosi modelli con vari SUV, anche coupé, MPV, modelli dalle dimensioni ridotte e un pick-up.

Teaser della gamma futura di Nissan

Il teaser della nuova Nissan Micra

Teaser della gamma futura di Nissan

I teaser della gamma futura di Nissan

Guardando al quadro generale ecco il piano di Nissan:

  • Nord America:
    • Lancio di sette nuovi modelli.
    • USA: aggiornamento del 78% della gamma vetture, lancio di modelli e-POWER e ibridi plug-in
  • Cina:
    • Aggiornamento del 73% dei modelli e lancio di otto veicoli elettrici di prossimità urbana (NEV), di cui quattro modelli Nissan
    • Raggiungimento di 1 milione di unità vendute nell'anno fiscale 2026 (+200.000)
    • Continua ottimizzazione della capacità produttiva con i partner locali.
  • Giappone:
    • Aggiornamento dell'80% della gamma vetture con il lancio di cinque modelli completamente nuovi
    • Raggiungimento di un livello di elettrificazione pari al 70%
  • Africa, Medio Oriente, India, Europa, Oceania:
    • Aumento delle vendite in tutta la regione di 300.000 unità 
    • Europa: Lancio di sei nuovi modelli; raggiungimento di un mix di vendite vetture EV pari al 40%.
    • Medio Oriente: Lancio di cinque nuovi SUV.
    • India: Lancio di tre nuovi modelli e realizzazione di un hub per le esportazioni, con un livello di 100.000 unità.
    • Oceania: Lancio di un pick-up da 1 tonnellata e introduzione di un crossover C EV.
    • Africa: Lancio di due nuovi SUV ed espansione di un veicolo ICE di segmento A.

Focus elettrico

Parlando di elettrico Nissan revisionerà sviluppo e produzione, così da ridurre i costi e aumentare i margini. L'obiettivo è quello di tagliare del 30% il prezzo di un'auto elettrica rispetto a quello della Ariya, attualmente disponibile in Italia a poco più di 41.000 euro, per poi arrivare alla parità di listino termico - elettrico nel 2030.

La riduzione dei costi deriverà anche dallo sviluppo di "famiglie di veicoli elettrici", con la realizzazione di un modello principale, con vari sotto modelli derivati che permetteranno di ridurre del 50% i costi di sviluppo, di 4 mesi i tempi di sviluppo del 70% la variazione dei componenti.

Fotogallery: I futuri modelli Nissan