La terza generazione cresce in dimensioni, potenza e tecnologia. L'abbiamo provata sulla neve

Da quanto è arrivata nel 2007, la BMW X6 - il primo SUV europeo dalla coda discendente - ha praticamente inaugurato una nuova nicchia di mercato ampliando allo stesso tempo il concetto di coupé. Dopo 12 anni e due generazioni ecco la terza, più grande, tecnologica e potente. Purtroppo abbiamo avuto pochissimo tempo per provarla su strada, con il test che si è svolto principalmente sulla neve dove abbiamo potuto mettere alla prova il sistema di trazione integrale che è stato ottimizzato rispetto al passato.

Com'è fuori

Cresce in quasi tutte le dimensioni (è leggermente più bassa di prima), con una lunghezza di 4,9 metri e una larghezza di quasi 2 con il passo che è cresciuto a 2 metri e 97. Guardandola da davanti, il doppio rene cresce di dimensioni e la griglia ora ha profili più tagliati e squadrati che si toccano nella parte centrale. A richiesta questa può avere anche la retroilluminazione che, come succede per i fari, si attiva quando si apre o si chiude l’auto. Si può tenere accesa anche durante la marcia, di certo non un buon modo per passare inosservati.

Nuova BMW X6 2019
Nuova BMW X6 2019

Il compito di illuminare la strada è affidato ai fari a LED che, a richiesta, possono essere anche laser con una portata di 500 metri. A LED anche i gruppi ottici posteriori, sviluppati orizzontalmente e dallo sguardo quasi corrucciato.

Com'è dentro

Quattro persone viaggiano comode, anche se la linea del tetto toglie un po’ di centimetri di spazio per la testa ai più alti e penalizza la capacità di carico. Si parte infatti da un minimo di 580 litri, non tantissimo considerando che la sorella X5 ne ha 70 in più. Come da tradizione tedesca è lunghissima la lista degli optional: dai sedili anteriori massaggianti al clima quadrizona, dal tetto panoramico apribile all’impianto audio Bowers & Wilkins. Capitolo sicurezza: sono di serie solamente parte degli aiuti alla guida, con il cruise control adattivo con funzione stop and go e il mantenimento attivo della corsia che si trovano a parte, insieme a tante altre funzionalità, nel pacchetto Driving Assistant Professional.

Nuova BMW X6 2019

Piacere di guida

Il sistema xDrive distribuisce ora con maggior precisione e velocità la coppia motrice tra i due assi a seconda della situazione e delle condizioni di guida. In mancanza di aderenza il sistema trasferisce la motricità davanti per tirare fuori l’auto dalle situazioni più difficili (come, per esempio, sulla neve teatro della nostra prova), anche se la gestione delle inerzie non è semplicissima per via del peso elevato della macchina. Cercando il divertimento la X6 se la cava bene, divertendo anche grazie alla spinta prevalentemente posteriore, con il controllo di trazione DSC regolabile su tre livelli. Di norma su strada la trazione è posteriore, così come quando si cerca la prestazione (optional il differenziale autobloccante elettronico posteriore).

Nuova BMW X6 2019

A seconda degli allestimenti si possono avere le sospensioni a controllo elettronico, le quattro ruote sterzanti, lo sterzo a rapporto variabile e la stabilizzazione attiva del rollio in curva. Su strada ho avuto modo di provare la diesel più potente solamente per pochi minuti, quindi vi rimando alla prova più completa che arriverà prossimamente su Motor1.com.

Comfort

L'aumento di passo porta ad un maggiore spazio per le ginocchia per chi siede dietro, anche se la linea discendente del tetto sacrifica un po' di centimetri in altezza per la testa. Molto comodi i sedili, delle vere e proprie poltrone che possono essere riscaldate, ventilate e con funzione massaggiante.

Nuova BMW X6 2019

Curiosità

I motori più potenti sono il V8 a benzina 4.4 litri e 530 CV e 750 Nm di coppia della X6 M50i e il diesel 3.0 quadriturbo della M50d da 400 CV, entrambi più che sufficienti per fiondare la X6 da 0 a 100 km/h rispettivamente in 4,3 e 5,2 secondi. Tutti sono omologati Euro 6d-TEMP con le versioni base diesel e benzina che possono montare, a richiesta, il sistema di scarico sportivo. Peccato non ci sia una versione coinvolta nel superbollo.

Quanto costa

La nuova BMW X6 è già ordinabile nelle concessionarie ad un prezzo base di 80.700 euro con le motorizzazioni top di gamma che superano i 105 mila euro. Come da tradizione tedesca molti optional si pagano a parte quindi bisogna mettere in conto una cifra superiore per un esemplare ben accessoriato.

Bmw X6

Motore Benzina V8 biturbo, 4.395 cc
Potenza 530 CV
Coppia Massima 750 Nm
Trasmissione Automatico 8 marce
Trazione Integrale permanente
Velocità Massima 250 km/h
Accelerazione 0-100 km/h 4,3 secondi
Consumi 10,5 l/100 km
Emissioni 237 g/km
Lunghezza 4,93 m
Larghezza 2,00 m
Altezza 1,69 m
Peso 2.310 kg
Prezzo base 107.300 euro
In vendita Novembre 2019

Fotogallery: Nuova BMW X6 2019